Lira pontificia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lira pontificia
Nome locale Lira pontificia
Codice ISO 4217 non disponibile
Stati Stato della Chiesa
Simbolo
Frazioni centesimo
Monete ₤ 100 · 50 · 20 · 10 · 5 (oro)
5 · 2,50 · 2 · 1 (argento)
soldi 10 · 5 · 4 (argento)
soldi 4 · 2 · 1 · 1/2 (rame)
centesimo 1 (rame)
Banconote -
Periodo di circolazione 18 giugno 1866 - 20 settembre 1870
Sostituita da Lira italiana dal ottobre 1870
Tasso di cambio ()
Agganciata a Unione Monetaria Latina
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

La lira è stata la moneta dello Stato pontificio dal 1866 al 1870. Sostituì lo scudo pontificio con un tasso di cambio di 5,375 lire = 1 scudo [1].

Aveva lo stesso valore della lira italiana. La lira era suddivisa in 100 centesimi. Esisteva anche la suddivisione in 20 soldi, pari a 5 centesimi.

La lira fu introdotta con l'editto del 18 giugno 1866 con l'obbiettivo di ottenere l'ammissione all'Unione monetaria latina.[2]

Monete[modifica | modifica wikitesto]

Le monete avevano le stesse caratteristiche di composizione, dimensioni e peso delle corrispondenti monete della lira italiana, del franco francese etc.

Alcune monete frazionali erano coniate esclusivamente dallo Stato pontificio.

Le monete di rame erano nei tagli da 1 centesimo, ½, 1, 2 e 4 soldi. In argento esistevano le monete da 5 e 10 soldi, da 1, 2, 2½ e 5 lire.

In oro furono coniate monete da 5, 10, 20, 50 e 100 lire.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ untitled
  2. ^ Montenegro: Manuale...

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]