Lionel Tollemache, VIII conte di Dysart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lionel Tollemache, VIII conte di Dysart
Conte di Dysart
In carica 1840 –
1878
Predecessore Louisa Tollemache, VII contessa di Dysart
Successore William Tollemache, IX conte di Dysart
Nome completo Lionel William John Tollemache
Altri titoli Baronetto di Hanby Hall
Nascita 18 novembre 1794
Morte Ham House, Richmond, 23 settembre 1878
Padre William Tollemache, Lord Huntingtower
Madre Catherine Grey
Consorte Maria Toone

Lionel William John Tollemache, VIII conte di Dysart (18 novembre 1794Ham House, 23 settembre 1878) è stato un politico e nobile inglese[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio di William Manners (in seguito William Tollemache, Lord Huntingtower), e di sua moglie, Catherine Grey, figlia di Francis Grey. Nel 1821, quando sua nonna Louisa Tollemache divenne contessa di Dysart , assunse attraverso una licenza reale il cognome "Tollemache" al posto di "Manners". Alla morte di suo padre nel 1833, successe come baronetto di Hanby Hall e come erede apparente di sua nonna, con il titolo di cortesia di Lord Huntingtower.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dysart è stato membro del Parlamento per Ilchester, al fianco di suo fratello minore, Felix Tollemache (1827-1830)[1]. Nel 1836 fu nominato High Sheriff of Leicestershire. Nel 1841 succedette a sua nonna nella contea di Dysart e nella sua tenuta alla Ham House di Richmond, a Londra. Tuttavia, poiché si trattava di un titolo scozzese, non gli conferì il diritto di sedere nella Camera dei lord.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 23 settembre 1819, Maria Toone (?-15 febbraio 1869), figlia di Sweeny Toone. Ebbero un figlio:

Lord Dysart ebbe un figlio dalla relazione con Esther Cox, Alfred Cox (nato il 28 marzo 1818), che cambiò il suo nome in Alfred Manners nel 1850.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Henry. Stooks Smith, The Parliaments of England, a cura di Craig, F. W. S., 2nd, Chichester, Parliamentary Research Services, 1973 [1844-1850], p. 534, ISBN 0-900178-13-2.
  2. ^ thepeerage.com. URL consultato il 7 giugno 2009. (Citing Burke's Peerage)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie