Linton Johnson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il cantante e poeta giamaicano, vedi Linton Kwesi Johnson.
Linton Johnson III
ScandoneAvellino2011.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Italia Italia
Altezza 203 cm
Peso 93 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Centro
Squadra New Basket Caserta
Carriera
Giovanili
Providence-St. Mel High School
1998-2002Tulane Green Wave
Squadre di club
2003Rockford Lightning22 (332)
2003-2004Chicago Bulls41 (173)
2004-2005San Antonio Spurs2 (0)
2005-2006N.J. Nets9 (11)
2006-2007N.O. Hornets90 (379)
2007Saski Baskonia4 (15)
2008Phoenix Suns6 (15)
2008Toronto Raptors2 (6)
2008Charlotte Bobcats2 (0)
2009Chicago Bulls8 (9)
2010-2013Scandone Avellino81 (826)
2013Dinamo Sassari14 (117)
2014Varese13 (100)
2014-2015Pistoia Basket11 (104)
2016Juvecaserta4 (24)
2016-2017Scafati Basket11 (121)
2017Juvecaserta13 (21)
2017-2018San Nicola Basket Cedri
2018-2019New Basket Caserta
2019-Basket Club Irpinia
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 settembre 2017

Linton Johnson III (Chicago, 13 giugno 1980) è un cestista statunitense con cittadinanza italiana. È il nipote di Mickey Johnson; sposatosi con una casertana che l'ha reso padre di un figlio cui è stato dato lo stesso suo nome [1], ha acquisito la cittadinanza italiana[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Linton Johnson nel 2003 ha iniziato la sua carriera di cestista professionista con i Rockford Lightning nella Continental Basketball Association. Poi ha giocato 5 stagioni in NBA (dal 2003 al 2007 e nel 2008-09) con 7 franchigie diverse, intervallate da una breve parentesi nella seconda parte della stagione 2006-07 nella Liga ACB con la maglia del Saski Baskonia. Nell'agosto 2010 è stato ingaggiato dall'AIR Avellino, approdando per la prima volta in carriera nel campionato italiano.[3] Rinnova il contratto con Avellino per la stagione sportiva 2011-12[4], venendo confermato anche per la seguente[5]. Il 9 luglio 2013 viene ufficializzato il passaggio alla Dinamo Sassari.[6] Il 23 gennaio 2014 si trasferisce alla Cimberio Varese.[7]

Nell'agosto 2014 trova l'accordo col la GTG Pistoia[8], squadra da cui si separa il 22 gennaio 2015[9], dopo che un mese prima era stato messo fuori rosa.[10]

Il 18 marzo 2016 viene tesserato dalla Juvecaserta, con cui si stava allenando già da qualche settimana.[11] Nel 2017 sposa il progetto del San Nicola Basket Cedri, squadra della provincia di Caserta, approcciandosi così per la prima volta da quando in Italia, al basket delle 'minors'. Al termine della stagione, nell'agosto 2018, il trasferimento alla New Caserta Basket (serie C Silver).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

San Antonio Spurs: 2004-05
Saski Baskonia: 2007
San Nicola Basket Cedri: 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2014/08/06/LN_36_04.html
  2. ^ Copia archiviata, su juvecaserta.it. URL consultato il 21 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2016).
  3. ^ Air Avellino, dalla Nba ecco l'ala Linton Johnson, in Lega Basket.
  4. ^ Scandone Avellino, Gruppo Sidigas nuovo main sponsor. Si riparte da Szewczyk e Johnson, Lega Basket.
  5. ^ Il presidente rinnova con la Sidigas, Lega Basket.
  6. ^ Esperto, agile, possente: Linton Johnson è il nuovo centro della Dinamo (PDF), dinamobasket.com. URL consultato il 10 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2013).
  7. ^ Linton Johnson alla Cimberio Varese, su pallacanestrovarese.it. URL consultato il 24 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2014).
  8. ^ Pistoia, accordo annuale con Linton Johnson, su legabasket.it.
  9. ^ Rescisso il contratto con Linton Johnson, su pistoiabasket2000.com, 22 gennaio 2015.
  10. ^ La GTG Pistoia rescinde il contratto con Linton Johnson, su sportando.com, 22 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2015).
  11. ^ Tesserato Linton Johnson, su juvecaserta.it, 18 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]