Lingue kipchak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Distribuzione delle lingue kipchak ripartite nei suoi 3 gruppi. In rosso il gruppo kipchak-bulgar, in verde il kipchak-cuman e in giallo il kipchak-nogay.

Le lingue kipchak (o anche kypchak, qypchaq o lingue turche del nord-ovest) sono una ramo della famiglia linguistica turca parlata da più di dodici milioni di persone in un'area che va dalla Lituania alla Cina.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue kipchak, in base a posizioni geografiche e caratteristiche comuni, possono essere suddivise in 3 gruppi:

Anche la lingua dei Mamelucchi turchi d'Egitto sebbene appartenente alle lingue kipchak - cumano presenta molte sfumature del gruppo kipchak[non chiaro].

Confronto con le altre lingue turche[modifica | modifica wikitesto]

Alcune caratteristiche in comune con le altre lingue turche sono la perdita del suono h iniziale (conservata solo in khalaj) e il cambio del suono d in j (ad esempio hadaq - piede - va letto come ajaq); caratteristiche uniche di questo gruppo sono invece l'ampia armonia labiale vocale, la forte assibilazione dell'iniziale j (es. jetti - sette - va letto ʒetti) e i dittonghi da sillaba finale g e b letti come w (es. tag - montagna- va letto taw e poi sub - acqua - è letto come suw)

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica