Lingua unna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg

L'Unno (codice ISO 639-3 xhc) è la lingua parlata dagli antichi Unni europei. Molto poco è noto di questa lingua e sono state avanzate diverse ipotesi sulla sua origine, problema del resto connesso a quello dell'identità del popolo degli Unni e, forse, dei Hsiung-nu. Tra le parole che ci sono pervenute:

  • Sagadak: tasca dei pantaloni per il coltello o per le frecce, faretra.
  • Shan Yu (attraverso il cinese): Re

Ipotesi Altaica[modifica | modifica sorgente]

È stato suggerito che l'unno fosse una lingua altaica, correlata al turco. La lingua era probabilmente simile a quella parlata dai Bulgari della regione del Volga (vedi: Lingua dei Bulgari del Volga). Gli unni europei avevano nel loro linguaggio alcune influenze che provenivano dalla lingua dei Sarmati e dal germanico per il loro contatto con i Goti, Gepidi e Alani. Un'ipotesi, non dimostrata, è che gli Unni furono assimilati dagli Ungari senza che nella lingua ungherese (che ha un'origine completamente diversa) ne rimanessero tracce.

Ipotesi Ket[modifica | modifica sorgente]

Alcuni linguisti hanno proposto una origine Ket per la lingua unna. La proposta non ha riscosso molto credito ed è essenzialmente basata sulla somiglianza di alcune parole, come:

  • sagadak (unno) = segdi (Ket), faretra