Lingua unna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unno
Parlato in Dalle steppe eurasiatiche all'Europa centrale
Classifica Estinta
Tassonomia
Filogenesi Sconosciuta

(Lingue altaiche?)

Codici di classificazione
ISO 639-3 xhc (EN)

L'Unno è la lingua parlata dagli antichi Unni europei.

Molto poco è noto di questa lingua e sono state avanzate diverse ipotesi sulla sua origine, problema del resto connesso a quello dell'identità del popolo degli Unni e, forse, dei Hsiung-nu.

Tra le poche parole che ci sono pervenute:

  • medos: bevanda simile all'idromele,[1]
  • kamos: altra bevanda, a base di orzo,[1]
  • strava: banchetto funebre.[1]

Ipotesi di identificazione[modifica | modifica wikitesto]

È stato suggerito che l'unno fosse una lingua altaica, correlata al turco.[2] La lingua era probabilmente simile a quella parlata dai Bulgari della regione del Volga (vedi: Lingua dei Bulgari del Volga).[3]

Gli unni europei avevano nel loro linguaggio alcune influenze che provenivano dalla lingua dei Sarmati e dal germanico per il loro contatto con i Goti, Gepidi e Alani. Un'ipotesi, non dimostrata, è che gli Unni furono assimilati dagli Ungari senza che nella lingua ungherese (che ha un'origine completamente diversa) ne rimanessero tracce.

Alcuni linguisti hanno proposto una origine Ket per la lingua unna. La proposta non ha riscosso molto credito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Prisco di Panio - Storia - fr.8 e 23 (v. - traduzione inglese).
  2. ^ (EN) L.Márácz e B.Obrusánszky, The Heritage of the Huns (PDF), in Journal of Eurasian Studies, I, nº 4, ottobre-dicembre 2009, pp. 161-162. URL consultato il 22.01.2016.
  3. ^ (EN) O.Pritsak, The Hunnic Language of the Attila Clan (PDF), in Harvard Ukrainian Studies, VI, nº 4, dicembre 1982, p. 470. URL consultato il 22.01.2016.