Lingua tolowa-chetco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lingua siletz dee-ni)
tolowa-chetco
Siletz dee-ni
Parlato in Stati Uniti d'America
Regioni Oregon, California
Locutori
Totale probabilmente estinta
Tassonomia
Filogenesi Lingue dene-ienisseiane ?
 Lingue na-dene
  Lingue athabaska
   Lingue athabaska della costa del Pacifico
    Oregon
     tolowa-chetco
Codici di classificazione
ISO 639-3 ctc tol, ctc (EN)

La lingua tolowa-chetco (endonimo: Siletz Dee-ni) appartiene alla famiglia linguistica Athabaska (della superfamiglia Na-Dené), parlata dai popoli Tolowa (o Taa-laa-wa Dee-ni') e Chetco (o Chit-dee-ni). Si tratta di una lingua praticamente estinta[1][2], infatti, come molte delle lingue amerinde nord-americane, ha sofferto del processo di deriva linguistica verso l'inglese, per cui i giovani parlano quest'ultimo idioma a scapito di quelli tradizionali.[3][4]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Non c'è unanimità tra gli studiosi rispetto alla lingua, secondo alcuni si tratterebbe di due lingue separate: il Chetco ed il Tulowa, è questa l'opinione anche di ethnologue che assegna alle due lingue due codici linguistici separati, rispettivamente [ctc] e [tol]. Secondo altri si tratterebbe di due dialetti di una medesima lingua. In ogni caso la lingua (o le lingue) appartiene alla famiglia linguistica delle Lingue athabaska, ramo delle lingue athabaska della costa del Pacifico, gruppo delle lingue dell'Oregon. Per coloro che ritengono trattarsi di due lingue esisterebbe ancora un sottoraggruppamento (Lingue tolowa-chetco). Occorre ancora dire che è stata proposta una super-famiglia linguistica, quella delle Lingue na-dene che comprenderebbe anche la famiglia athabaska, per cui la struttura genetica sarebbe quindi la seguente:

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Prima dei contatti con gli europei, il Tolowa-Chetco veniva parlato in molti e prosperosi villaggi e comunità nel territorio costiero dell'attuale Del Norte County nell'angolo nord-occidentale della California e lungo la costa meridionale dell'adiacente Contea di Curry nell'Oregon. Oggigiorno col termine Tolowa ci si riferisce ai residenti in California, la maggior parte dei quali risiedono nella riserva Tolowa Dee-ni' Nation (un tempo denominata Smith River Rancheria). I residenti in Oregon, buona parte dei quali risiedono nella riserva delle Confederated Tribes of Siletz, a sud-ovest di Portland, vengono chiamati Chetco, Tututni o Deeni. Occorre dire che quest'ultimo, è proprio il territorio abitato dai loro antenati e da cui furono scacciati verso il 1850 (Beckham 1971).

Progetti di revitalizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i rapporti della National Geographic Society e del Living Tongues Institute for Endangered Languages, il tolowa-chetco è l'ultima superstite di parecchie lingue parlate nella riserva delle Confederated Tribes of Siletz. Nel 2007, si diceva ci fosse, nella riserva un unico locutore vivente[5].

Comunque, secondo un rapporto successivo apparso sul The Economist, la lingua è stata da allora parzialmente rivitalizzata, grazie ad un progetto di dizionario online e, in alcune aree, al fatto che

(EN)

« many now text each other in Siletz Dee-ni »

(IT)

« molti ora si scambiano SMS in Siletz Dee-ni »

(The Economist, 25 Feb 2012, Embracing the future)

Il progetto fu avviato nel 2006, mantenendo però l'accesso riservato ai membri della tribù e agli studiosi[6]. Nel gennaio 2011 il database fu reso pubblicamente accessibile e contiene circa 14.000 lemmi[1]; inoltre è stata registrata la pronuncia di 12.000 vocaboli[6].

Attualmente, gli studenti della Siletz Valley School studiano la lingua due giorni a settimana, sebbene al momento non sia chiaro se il Siletz Dee-ni potrà essere parlata, a un livello tale e da un numero adeguato di locutori, da potere essere utilizzata nella vita quotidiana[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Clara Moskowitz, Native Americans Fight to Save Endangered Languages, 17 febbraio 2012 su LiveScience
  2. ^ a b Clara Moskowitz, Native American Languages Siletz Dee-Ni, Ashininaabemowin Facing "Extinction", 17 febbraio 2012 su Huffington Post
  3. ^ http://www.ethnologue.com/language/ctc/18
  4. ^ http://www.ethnologue.com/language/tol/18
  5. ^ John Noble Wilford, Languages Die, but Not Their Last Words, in New York Times, 19 settembre 2007. URL consultato il 19 settembre 2007.
  6. ^ a b Siletz Dee-Ni Talking Online Dictionary Project sul sito del Living Tongues Institute for Endangered Languages/Adopt a language

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Beckham, Stephen Dow (1971). Requiem for a People: The Rogue River Indians and the Frontiersmen. Norman: University of Oklahoma Press.
  • Bommelyn, Loren (1995). Now You're Talking Tolowa. Arcata: Humboldt State University, Center for Indian Community Development.
  • Collins, James (1998). Understanding Tolowa Histories: Western Hegemonies and Native American Responses. London: Routledge
  • Golla, Victor (2011). California Indian Languages. Berkeley: University of California Press. ISBN 978-052-026667-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica