Lingua prasun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prasun o Wasi-Wari
Vâs’i-vari
Parlato inAfghanistan
RegioniProvincia di Nurestan
Locutori
Totale8000 (2011)[1]
Altre informazioni
TipoSOV
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingue indoiraniche
  Lingue indoariane
   Lingue nuristani
Codici di classificazione
ISO 639-3prn (EN)
Glottologpras1239 (EN)

La lingua Prasun (Parun) o Wasi-wari (Vasi-vari, Wasi-weri) è la lingua del popolo Wasi (o Vâs'i), parlata in alcuni villaggi della valle di Parun (o Prasun Valley) nella Provincia di Nurestan in Afghanistan.

Il Prasun appartiene alla Famiglia linguistica Indo-Europea, gruppo delle Lingue nuristani del ramo Indo-Iraniano[2].

Il Prasun e la più isolata tra le Lingue nuristani.

I locutori sono al 100% Musulmani. Il tasso di alfabetizzazione della lingua non è molto alto, in quanto meno dell'1% della popolazione etnica è Madrelingua, e tra il 15% ed il 25% lo usa come seconda lingua. poiché la popolazione etnica è di circa 8000 persone, la lingua è considerata in pericolo.

Informazioni Generali[modifica | modifica wikitesto]

Il termine endonimo con cui i Vâs'i-vari denominano la lingua è Vâs'i-vare, ma essa è anche conosciuta come: Prasuni, Paruni, Parun, Vasi-vari, Prasun, Veron, Verou, Veruni, Wasi-veri, Wasi-weri, Wasin-veri, Vasi Vari e Pārūnī.

C'è stata un po' di confusione, per decidere se il Wasi-wari ed il Prasun fossero la stessa lingua o lingue separate, infine si è compreso che entrambi i termini facevano riferimento allo stesso linguaggio.[3] Comunque si tratta di una lingua sostanzialmente differente dalle altre Nuristâni.

Il Prasun forma il blocco settentrionale delle lingue Nuristâni insieme alla Lingua kati, con cui ha alcune similarità.[2]

Dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La lingua si compone di tre dialetti che sono parlati nei sei villaggi della valle.

Il dialetto settentrionale, Ṣup'u-vari, è parlato nel villaggio di Ṣup'u, il più settentrionale;quello centrale, üšʹüt-üćʹü-zumʹu-vari, è parlato nei quattro villaggi centrali, S’eć, Üć’ü, Üšʹüt e Zum’u; quello meridionale, Uṣ'üt-var’e, parlato a Uṣ'üt.[4]

Vocali[modifica | modifica wikitesto]

Wasi-wari ha otto vocali â, u, o, i, e, ü, ö, ed a senza segni diacritici, che è pronunciata come la Vocale centrale, [ɨ]. Le vocali lunghe vengono denotate con :, come [i:].

Numerali[modifica | modifica wikitesto]

Numero Prasun
1 ipin o attege
2 lūe
3 chhī
4 chipū
5 uch
6 ushū
7 sete
8 aste
9 nūh
10 leze
11 zizh
12 wizū
13 chhīza
14 chipults
15 vishilhts
16 ushulhts
17 setilts
18 astilts
19 nalts
20
30 lezaij
40 jibeze
50 lejjibets
60 chichegzū
70 chichegzālets
80 chipegzū
90 chipegzualets
100 ochegzū

[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prasuni su Ethnologue
  2. ^ a b Strand, R. F. (2010). Nurestâni languages. In Encyclopedia Iranica. Sito: http://www.iranicaonline.org/articles/nurestani-languages
  3. ^ Strand, R. F. (1973). Notes on the Nūristāni and Dardic languages. Journal of the American Oriental Society, 93, 297-305. Sito: http://www.jstor.org/stable/599462
  4. ^ Strand, R. F. (2000). The Vâsi.Sito: http://nuristan.info/Nuristani/Vasi/vasi.html
  5. ^ Grierson,G. A. (1919). Specimens of the Dardic or Piśācha languages (including Kāshmīrī). Linguistic Survey of India, 8 (2), 67. Sito: http://dsal.uchicago.edu/books/lsi/lsi.php?volume=8-2&pages=584#page/82/mode/1up

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]