Lingua nanai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingua nanai
Parlato in Russia, Cina
Locutori
Totale 1.370
Altre informazioni
Scrittura Alfabeto cirillico
Tassonomia
Filogenesi Lingue altaiche
 Lingue tunguse
Codici di classificazione
ISO 639-3 gld (EN)

La lingua nanai o nanaj,[1] detta anche gold, goldi, heche, hezhe o hezhen,[2] è una lingua tungusa parlata in Russia e Cina.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Al censimento russo del 2010 risultavano 1.350 locutori, stanziati nel Distretto Federale dell'Estremo Oriente, alla confluenza dei fiumi Amur e Ussuri. La lingua è parlata anche in Cina, nella parte nordorientale dello Heilongjiang, dove si stimano 40 locutori.[2]

Dialetti e lingue derivate[modifica | modifica wikitesto]

Si distinguoni i dialetti akani, birar, kila, kuro-urmi, samagir, sunggari, torgon, ussuri.[2]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Ethnologue,[2] la classificazione della lingua nanai è la seguente:

Fonologia[modifica | modifica wikitesto]

Le tavole seguenti mostrano il sistema consonantico[3] e vocalico[4] della lingua nanaï parlata in Russia.

Vocali[modifica | modifica wikitesto]

Vocale anteriore Vocale centrale Vocale posteriore
Vocale chiusa i u
Vocale media ɪ ə o
Vocale aperta a

Consonanti[modifica | modifica wikitesto]

  Consonante bilabiale Consonante dentale Consonante laterale Consonante palatale Consonante velare
Consonante occlusiva sorda p t

k

Consonante occlusiva sonora b d g
Consonante fricativa sonora
Consonante fricativa sorda s x
Consonante affricata sorda t͡ʃ
Consonante affricata sonora d͡ʒ
Consonante nasale m n ɲ ŋ
Consonante liquida r l
Semivocale w j

Sistema di scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Per la scrittura si usa l'alfabeto cirillico.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ URSS - Enciclopedia Italiana - V Appendice (1995) su Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  2. ^ a b c d e (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Nanai in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.
  3. ^ Sem, 1998, p. 176.
  4. ^ Sem, 1998, p. 175.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ZH) Chaoke, D.O., Man-Tonggusi zhuyu bijiao yanjiu, Pékin, Minzu Chubanshe, 1997, ISBN|7-105-02883-1
  • (RU) Л.И. Cем, Нaнaйский язык, Языки Mиpa. Moнголские языки. Тунгусo-мaньчжурские языки. Японский язык. Кopейский язык, pp. 173-188, Moscou, Izd. Indrik, 1997, ISBN|5-85759-047-7