Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Lingua gondi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gondi
Parlato in India India
Locutori
Totale 2.630.000
Tassonomia
Filogenesi Lingue dravidiche
 Dravidiche centro-meridionali
  Lingue Gondi-Kui
Codici di classificazione
ISO 639-2 gon
ISO 639-3 gon (EN)
Glottolog sout2711 (EN)
]

Il gondî è una macro-lingua appartenente alla famiglia linguistica delle Lingue dravidiche, parlata in India da circa 2.630.000 persone, appartenenti alle tribù aborigene dei Gond[1], negli stati del Madhya Pradesh, Gujarat, Telangana, Maharashtra, Chhattisgarh ed in altre aree degli stati confinanti. Anche se è la lingua storica del popolo Gond, solo circa la metà di loro la parlano ancora.

Il Gondi ha una ricca cultura popolare, i cui esempi più interessanti sono le canzoni per il matrimonio e le storie tradizionali.

Lingue e Dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Come per tutte le macro-lingue non tutti gli studiosi sono d'accordo sul fatto che si debba parlare di lingue e/o di dialetti per i vari elementi che la costituiscono. Ethnologue che propende per l'ipotesi si tratti di lingue diverse, in questo senso definisce il Gondi una macro-lingua formata da 10 lingue, che, a loro volta, possono essere formate da diversi dialetti. [Tra parentesi il codice linguistico internazionale]

Lingua Gondi settentrionale[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Gondi settentrionale [gno], è parlata da quasi 2 milioni di persone nel Madhya Pradesh e nel Maharashtra. I dialetti principali sono: Amravati, Betul, Bhandara, Chhindwara, Mandla, Nagpur, Seoni e Yavatmal[2].

Lingua Gondi meridionale[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Gondi meridionale [ggo], è parlata da circa 100.000 persone nel Telangana e nel Maharashtra. I dialetti principali sono: Aheri, Bhamragarh, Etapally Gondi, Nirmal, Rajura, Sironcha e Utnoor[3]

Lingua Khirwar[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Khirwar [kwx], è parlata da circa 34.300 persone nel Chhattisgarh, e nel Madhya Pradesh al confine con l'Uttar Pradesh[4].

Lingua Maria[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Maria [mrr], è parlata da circa 34.300 persone nel Maharashtra e nel Chhattisgarh vicino alla città di Narayanpur. I dialetti principali sono: Abujmaria, Adewada, Bhamani ed Etapally Maria[5].

Lingua Maria, Dandami[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Maria, Dandami [daq], è parlata da circa 200.000 persone nell'Andhra Pradesh e nel Telangana.[6].

Lingua Muria orientale[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Muria orientale [emu], è parlata da circa 200.000 persone nel Chhattisgarh e nell'Orissa. I dialetti principali sono: Lanjoda e Raigarh[7].

Lingua Muria estremo occidentale[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Muria estremo occidentale [fmu] è parlata da circa 400.000 persone nel Maharashtra e nel Chhattisgarh[8].

Lingua Muria occidentale[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Muria occidentale [mut], è parlata da circa 400.000 persone nel Chhattisgarh e nel Maharashtra. I dialetti principali sono: Banchapai, Dhanora e Sonapal[9].

Lingua Nagarchal[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Nagarchal [nbg] è ormai estinta, in quanto ha subito un processo di deriva linguistica verso l'hindi ed il Gondi settentrionale[10]..

Lingua Pardhan[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Pardhan [pch], è parlata da circa 135.000 persone (su una popolazione etnica di 347.000) nel Madhya Pradesh, Maharashtra, Andhra Pradesh e nel Andhra Pradesh[11].

Alcune caratteristiche fonologiche separano i dialetti nordoccidentali da quelli del sud-est. Il primo è il trattamento dell'originale s, iniziale, che si conserva nel Gondi nord-occidentale, mentre più a sud-est si è trasformato in h;, in altri dialetti poi, è stato perso completamente. Altre variazioni dialettali della lingua Gondi, sono l'alterazione della r iniziale in l ed il cambio delle e ed o in a.

Scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Tradizionalmente, il Gondi è stato scritto utilizzando l'alfabeto devanagari e la scrittura telugu (abugida).

Notevoli sforzi sono stati intrapresi per creare una scrittura specifica per il Gondi. Nel 1928, Munshi Mangal Singh Masaram ha creato una scrittura, basata sui caratteri Brahmi e con una struttura simile all'alfa-sillabario indiano[12]. Tuttavia, questa scrittura non è diventata di ampio utilizzo, e la maggior parte dei Gonds sono ancora analfabeti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Beine, David K. 1994. A Sociolinguistic Survey of the Gondi-speaking Communities of Central India. M.A. thesis. San Diego State University. 516 p.
  • Chenevix Trench, Charles. Grammar of Gondi: As Spoken in the Betul District, Central Provinces, India; with Vocabulary, Folk-Tales, Stories and Songs of the Gonds / Volume 1 - Grammar. Madras: Government Press, 1919.
  • Hivale, Shamrao, and Verrier Elwin. Songs of the Forest; The Folk Poetry of the Gonds. London: G. Allen & Unwin, ltd, 1935.
  • Moss, Clement F. An Introduction to the Grammar of the Gondi Language. [Jubbalpore?]: Literature Committee of the Evangelical National Missionary Society of Sweden, 1950.
  • Pagdi, Setumadhava Rao. A Grammar of the Gondi Language. [Hyderabad-Dn: s.n, 1954.
  • Subrahmanyam, P. S. Descriptive Grammar of Gondi Annamalainagar: Annamalai University, 1968.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]