Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Lingua braj bhasha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Braj bhasha
बृज भाषा • ਬ੍ਰਜ ਭਾਸ਼ਾ
Parlato in India
Regioni Uttar Pradesh, Rajasthan, Haryana, Bihar, Madhya Pradesh, Punjab e regione di Delhi
Locutori
Totale 574000 (censimento 2001)[1]
Altre informazioni
Scrittura Devanagari
Tassonomia
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue indoiraniche
  Lingue indoarie
   Hindi (Zona occidentale)
Codici di classificazione
ISO 639-2 bra
ISO 639-3 bra (EN)
Glottolog e braj1243 braj1242 e braj1243 (EN)

La lingua braj bhasha, (devanagari : ब्रज भाषा), anche denominata brij bhasha, (बॄज भाषा), brak bhakha, (ब्रज भाखा) o dehaati zabaan, (देहाती ज़बान), appartiene al gruppo delle lingue indoarie ed è parlata da più di mezzo milione di persone nella regione di Mathura nell'Uttar Pradesh. Si tratta della lingua letteraria predominante fino al XIX° secolo, in buona parte dell'India. Il braj basha è simile all'awadhi parlato nella vicina regione dell'Awadh.

La Mitologia indiana fa nascere Krishna a Mathura, e quindi il braj bhasha venne impiegato dal XVI° al XVII° secolo nella letteratura devozionale consacrata a questo avatar di Viṣṇu. La poesia dell'India è stata perciò contrassegnata dal Braj Basha avendo Krhisna ispirato molti autori.

Si tratta anche di una lingua molto importante nel Sikhismo; in quanto si tratta del linguaggio utilizzato dal Guru Amar Das e dal Guru Arjan, due dei guru fondatori di questa religione[2]. Un bhagat (divulgatore) del sikhismo, Bhai Surdas, la utilizzava regolarmente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.ethnologue.com/language/bra Ethnologue.com
  2. ^ A Popular dictionnary of Sikhism de W. Owen Cole et Piara Singh Sambhi, édition Curzon, page 53 (ISBN 0700710485)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]