Linfa (botanica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La linfa, chiamata anche umore[1], è un liquido a composizione variabile a seconda delle necessità della pianta, della temperatura, della variabilità delle stagioni, ecc., che viene distribuito all'interno delle piante attraverso il floema e lo xilema.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

  • La linfa grezza o xilematica è costituita prevalentemente da sali minerali e acqua e fluisce dalle radici verso l'alto attraverso i vasi conduttori xilematici con una velocità di circa 15 metri/ora. Le venature si ramificano in ogni foglia disponendo i vasi xilematici vicino ciascuna cellula garantendo in questo modo un efficiente sistema di distribuzione. La linfa xilematica sale contro la forza di gravità dalle radici verso foglie e germogli grazie a due meccanismi: pressione radicale e trazione.
  • La linfa elaborata o floematica è una soluzione acquosa di composizione chimica diversa rispetto a quella della linfa xilematica; infatti, il soluto che caratterizza la linfa floematica è il saccarosio (uno zucchero) la cui concentrazione può raggiungere il 30% in peso dell'intera soluzione. La linfa floematica può inoltre contenere amminoacidi, sostanze minerali e ormoni. Al contrario della unidirezionalità del trasporto della linfa xilematica, la direzione con cui si sposta la linfa floematica è più variabile (traslocazione).
  • La linfa grezza è anche utilizzata per ricavare lo sciroppo.°

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Umore, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica