Linea degli alberi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La linea degli alberi sopra l'abitato di Sankt Moritz

Il limite degli alberi o linea degli alberi è quell'astrazione della climatologia che fissa il confine ecologico, a seconda di diversi ambienti, cui si possono trovare forme di vita vegetale sviluppate come appunto l'albero.

Il limite degli alberi può riferirsi ad altitudine nel caso di rilievi montuosi, latitudine nel caso delle zone polari, o semplicemente topografico nel caso di zone desertiche.

In montagna[modifica | modifica wikitesto]

È soggetta a variazioni in base alla latitudine della regione presa in considerazione: per esempio, in Himalaya, la catena montuosa più grande al mondo, essa si trova a 3 600 m sul livello del mare, quota oltre la quale il pino, che è l'albero più resistente al freddo, non cresce più. In Norvegia già al di sopra dei 1 000 metri di altitudine gli alberi non vegetano. Di solito, sono proprio i pini che demarcano tale confine superiore. Nelle Alpi italiane tale linea si attesta mediamente sui 2 000 metri anche se in taluni casi può arrivare anche fino a 2 300 metri a seconda dell'esposizione al sole e di altri fattori climatici e ambientali (umidità, pendenza e tipologia del terreno, piovosità).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85135393 · GND (DE4188976-9
Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geografia