Lincoln City Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lincoln City F.C.
Calcio Football pictogram.svg
The Imps, The Red Imps
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px vertical stripes Red HEX-FF0000 White.svg Rosso, bianco
Dati societari
Città Lincoln
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Football League One
Fondazione 1884
Presidente Inghilterra Steff Wright
Allenatore Inghilterra Danny Cowley
Stadio Sincil Bank
(10 127 posti)
Sito web www.redimps.co.uk
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Lincoln City Football Club è una società calcistica inglese con sede nella città di Lincoln, militante nella Football League One (terza divisione inglese) dal 2019. Gioca le partite casalinghe al Sincil Bank, impianto da 10 127 posti a sedere.

Il 18 febbraio 2017, grazie alla vittoria per 1-0 sul campo del Burnley (squadra della Premier League) negli ottavi di finale di FA Cup, il Lincoln City è diventata la prima squadra dilettantistica dal 1914 a riuscire a qualificarsi ai quarti di finale della competizione;[1] tuttavia nel turno successivo è stata eliminata dall'Arsenal con il risultato di 5-0.

Il 22 aprile 2017, grazie alla vittoria per 2-1 in casa sul Macclesfield Town, si aggiudica la National League con due partite di anticipo e torna in Football League Two, dopo sei stagioni di assenza.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1931–1932, 1947–1948, 1951–1952
1975-1976, 2018-2019
1987-1988, 2016-2017
2017-2018

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1927-1928, 1930-1931, 1936-1937
Secondo posto: 1980-1981
Terzo posto: 1997-1998
Semifinalista: 2000-2001
Semifinalista: 2016-2017

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Inghilterra P Josh Vickers
2 Scozia C Liam Bridcutt
3 Inghilterra D Akeem Hinds
4 Inghilterra D Timothy Eyoma
5 Inghilterra D Jason Shackell
6 Irlanda D Cian Bolger
7 Inghilterra C Tom Pett
8 Irlanda C Lee Frecklington
9 Inghilterra A Tyreece John-Jules
10 Inghilterra C Jack Payne
11 Inghilterra A Tom Hopper
12 Inghilterra C Ellis Chapman
14 Stati Uniti A Jordan Adebayo-Smith
16 Inghilterra C Michael Bostwick
N. Ruolo Giocatore
17 Irlanda C Anthony Scully
18 Inghilterra C Jorge Grant
19 Galles C Joe Morrell
20 Irlanda C Conor Coventry
22 Galles D Aaron Lewis
23 Galles D Neal Eardley
24 Inghilterra D Max Melbourne
25 Irlanda C Zak Elbouzedi
26 Inghilterra C Harry Anderson
28 Inghilterra C Jake Hesketh
30 Inghilterra P Charlie Andrew
37 Inghilterra C Tayo Edun
Irlanda D Alan Sheehan

Rosa 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Inghilterra P Josh Vickers
2 Inghilterra C Kellan Gordon
3 Inghilterra D Samuel Habergham
4 Irlanda del Nord C Michael O'Connor
5 Inghilterra D Jason Shackell
6 Inghilterra D Scott Wharton
7 Inghilterra C Tom Pett
8 Irlanda C Lee Frecklington
9 Inghilterra A Matt Rhead
10 Inghilterra A Matt Green
11 Portogallo A Bruno Andrade
12 Inghilterra C Ellis Chapman
N. Ruolo Giocatore
14 Inghilterra D Harry Toffolo
15 Galles D James Wilson
16 Inghilterra C Michael Bostwick
17 Irlanda del Nord A Shay McCartan
18 Inghilterra A Bernard Mensah
19 Spagna A Joan Luque
20 Inghilterra D Adam Crookes
23 Galles D Neal Eardley
24 Inghilterra P Sam Slocombe
26 Inghilterra C Harry Anderson
27 Inghilterra D Jamie McCombe
29 Inghilterra A John Akinde

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FA Cup: Lincoln (5ª divisione) ai quarti. Prima volta in 133 anni!, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 18 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN149395416 · LCCN (ENnr2005004389 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2005004389