Limulidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Limulidi
Haeckel-Tachypleus gigas-1024.jpg
Maschio adulto di Tachypleus gigas (Müller, 1785)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Protostomia Ecdysozoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Merostomata
Ordine Xiphosura
Famiglia Limulidae
Sottofamiglie[1]

I limulidi[2][3][4] (Limulidae Størmer, 1952) sono una famiglia di artropodi. Comprende 4 specie di "granchi a ferro di cavallo"[senza fonte], come il Limulus polyphemus.

Aspetti morfologici[modifica | modifica wikitesto]

Questa famiglia, comprendente animali simili a granchi (ma imparentati più con i ragni e gli scorpioni), prende il nome dallo scudo a forma di ferro di cavallo, o carapace, che ne ricopre l'intero corpo, eccetto la coda. Sono di color marrone grigiastro e possono raggiungere la lunghezza di 60 cm. L'addome è unito al cefalotorace e reca sul lato inferiore branchie a forma di foglia; la coda, a forma di spina, è posta sul retro.

Componenti del loro sangue blu sono utilizzate nella ricerca medica.[5]


Limulidae

Carcinoscorpius rotundicauda

Tachypleus gigas

Tachypleus decheni

Tachypleus syriacus

Tachypleus tridentatus

Heterolimulus gadeai

Volanalimulus madagascarensis

Limulus polyphemus

Limulus coffini

Crenatolimulus paluxyensis

Crenatolimulus darwini

Keuperlimulus vicensis

Casterolimulus kletti

Victalimulus mcqueeni

Allolimulus woodwardi

Mesolimulus crespelli

Mesolimulus walchi

Mesolimulus tafraoutensis

Mesolimulus sibiricus

Tarracolimulus rieki

Yunnanolimulus henkeli

Yunnanolimulus luopingensis

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Taxon profile: Limulidae, in BioLib.cz, Biological Library. URL consultato il 3 marzo 2010.
  2. ^ Dizionario delle scienze naturali, XIV, Firenze, V. Battelli e comp., 1945, p. 194.
  3. ^ Limulidae, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  4. ^ Limulo, su Sapere.it, De Agostini.
  5. ^ (EN) Lenka Hurton, Reducing post-bleeding mortality of horseshoe crabs (Limulus polyphemus) used in the biomedical industry (PDF), 2003. URL consultato il 26 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi