LOSC Lille

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LOSC Lille
Calcio Football pictogram.svg
LOSC Lille logo.png
Les Dogues (I mastini)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco-rosso-giglioblu.svg Rosso e bianco
Simboli Mastino
Dati societari
Città Lilla
Nazione Francia Francia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of France.svg FFF
Campionato Ligue 1
Fondazione 1944
Presidente Lussemburgo Gérard Lopez
Allenatore Argentina Marcelo Bielsa
Stadio Stade Pierre-Mauroy
(50,186 posti)
Sito web www.losc.fr
Palmarès
Ligue1 trophy.svgLigue1 trophy.svgLigue1 trophy.svg Football-Cup.svg
Titoli di Francia 3
Trofei nazionali 6 Coppe di Francia
Trofei internazionali 1 Coppe Intertoto
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il LOSC Lille, noto anche solo come LOSC, Lille o in italiano Lilla, è una società calcistica francese con sede nella città di Lilla, città del dipartimento del Nord. Milita nella Ligue 1, la massima serie del campionato francese di calcio.

Dal 2012 gioca le partite interne nello Stade Pierre-Mauroy di Villeneuve d'Ascq, che ha rimpiazzato lo Stadio Lille-Metropole.

Fondato nel 1944 dalla fusione di Olympique Lillois e SC Fives, il club vinse l'edizione inaugurale del campionato francese, nel 1932-1933. Con il nome di Lille vinse nuovamente il titolo nazionale nel 1945-1946, 1953-1954 e 2010-2011. In bacheca vanta anche sei Coppe di Francia, competizione che è riuscita a vincere per tre volte consecutive, impresa riuscita solo al Red Star.

Vive un'accesa rivalità con il Lens, con cui disputa il cosiddetto derby du Nord.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Esordi (1941-1944)[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 maggio 1941 nacque l'Olympique Iris Club Lillois (OICL), dalla fusione tra l'Olympique Lillois (OL), fondato nel 1902, con l'Iris Club lilloissoix, fondato nel 1898. Il nuovo club prese parte al campionato francese nel 1941-1942 e nel 1942-1943. Il regime di Vichy, su ordine di Joseph Pascot bandì le società sportive professionistiche. L'attività dell'OICL, privata dei suoi migliori calciatori, entrati a far parte della squadra federale di Lille-Flandres per la stagione 1943-1944, continuò a livello amatoriale. Come le altre squadre attive sino ad allora a livello professionistico, il Lilla poté tuttavia partecipare alla Coppa di Francia, dove fu eliminata ai sedicesimi di finale, sconfitta per 3-2 dopo i tempi supplementari dalla squadra federale di Montpellier-Languedoc.

Il club fu fondato il 23 settembre 1944 dalla fusione dell'Olympique Lillois con il SC Fives (fondato nel 1901), squadra dell'attuale quartiere Lille Fives, con il nome di Stade lillois, cambiato poco dopo in Lille Olympique Sporting Club. Il club, che fu registrato il 25 novembre 1944, partecipò a nove partite amichevoli e alla prima giornata del campionato bellico 1944-1945.

Epoca d'oro (1944-1954)[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi anni di vita la squadra riuniva promettenti calciatori provenienti dal SC Fives e dall'Olympique lillois, quasi tutti originari della regione. Il presidente era l'ex presidente del SC Fives, Louis Henno, che chiamò l'inglese George Berry ad allenare la squadra. Il successo fu immediato. Nel primo anno di vita la compagine di Lilla raggiunse la finale della Coppa di Francia 1944-1945, dove fu sconfitto per 3-0 allo Stadio olimpico Yves du Manoir di Colombes, il 6 maggio 1945, dal più esperto RC Paris.

Nella stagione successiva la squadra migliorò il risultato dell'annata precedente. Nel 1946 mise infatti in bacheca la sua prima Coppa di Francia battendo in finale il Red Star, e il campionato, vinto davanti al Saint-Étienne con René Bihel capocannoniere (28 gol in 26 partite). La squadra, definita dalla stampa "macchina da guerra", ottenne così il primo double della propria storia. George Berry, stanco delle pressioni subite dal presidente, decise però di lasciare il club alla fine della stagione e fu sostituito da André Cheuva, ex calciatore di Olympique lillois e SC Fives.

Nel 1946-1947 la squadra chiuse al quarto posto e rivinse la Coppa di Francia battendo in finale per 2-0 lo Strasburgo. Nel 1947-1948 ottenne la terza vittoria consecutiva in Coppa di Francia sconfiggendo in finale gli arcirivali del Lens, mentre in campionato lasciò la vetta all'O. Marsiglia, sebbene per un solo punto in classifica. Nel 1948-1949 la squadra raggiunse la quinta finale consecutiva in Coppa di Francia, dove fu sconfitta dal RC Paris, e in campionato si piazzò ancora seconda, dietro allo Stade Reims. Dopo due altri secondi posti in campionato nel 1950 e nel 1951 e una finale di Coppa Latina persa nel 1951 a Milano contro il Milan del Gre-No-Li, nel 1953 rivinse la Coppa di Francia battendo per 2-1 il Nancy di fronte a 60.000 spettatori. Nel 1954 vinse il suo secondo titolo nazionale davanti a Bordeaux e Stade de Reims, con questi ultimi vittoriosi in finale di Coppa Charles Drago proprio contro il Lilla, migliore difesa del campionato con 22 gol incassati in 34 partite.

Declino sportivo ed economico (1954-1969)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo queste gloriose annate nel periodo immediatamente successivo alla seconda guerra mondiale, il Lilla visse all'ombra dei rivali locali del Lens anche a livello nazionale.


Ritorno in Division 2 e in Division 1 (1969-1980)[modifica | modifica wikitesto]

Il LOSC come società pubblica (1980-1997)[modifica | modifica wikitesto]

Privatizzazione e rinascita (1997-2002)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 la società adottò la denominazione LOSC Lille Métropole.

Ribalta nazionale ed europea (2002-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Dal ritorno in Ligue 1 nel 2000, però, il Lilla ha progressivamente migliorato i suoi piazzamenti, prendendo parte alla Champions League per due volte, nel 2001-2002 e nel 2005-2006, e vincendo la Coppa Intertoto nel 2004. Nel 2004-2005 è arrivata seconda in campionato alle spalle del Lione. Il 2 novembre 2005 ha conseguito uno dei risultati più importanti della sua storia, battendo il Manchester Utd nella fase a gironi della Champions League. In quel gruppo il Lilla è giunto terzo e ha guadagnato così l'accesso alla Coppa UEFA a scapito del Manchester Unite, quarto classificato nel gruppo. Il cammino del Lilla nella seconda competizione europea si è interrotto ai quarti di finale, quando è stato eliminato dal Siviglia, poi vincitore del trofeo (2-1 il risultato complessivo).

Il logo del Lilla in uso dal 2002 al 2012

Nella stagione 2005-2006 il Lilla si è classificato terzo alle spalle del Lione e del Bordeaux, pur avendo sconfitto il Lione campione sia all'andata in trasferta (3-1) che al ritorno in casa (4-0) e il Bordeaux. Eliminando i macedoni del Rabotnički nel terzo turno preliminare della Champions League 2006-2007, per il secondo anno consecutivo ha guadagnato l'accesso alla fase a gironi della massima competizione calcistica europea. Nell'ultima partita del girone, battendo il Milan già qualificato per 2-0 a San Siro, è riuscita a centrare una storica qualificazione agli ottavi di finale, dove è stata eliminata dal Manchester United.

Nel 2008 è arrivato sulla panchina del Lilla il tecnico Rudi Garcia.

Nella stagione 2009-2010 il club ha disputato l'Europa League, giungendo fino agli ottavi di finale prima di venire eliminato dal Liverpool.

La stagione 2010-2011 è stata per il club particolarmente fruttuosa. Il 14 maggio 2011 il Lilla ha vinto la sua sesta Coppa di Francia battendo in finale il Paris Saint-Germain. Il 21 maggio ha conquistato anche la sua terza Ligue 1 con una giornata d'anticipo, pareggiando per 2-2 contro il Paris Saint-Germain e terminando il torneo davanti all'O. Marsiglia campione uscente. Per il Lilla si è trattato del secondo double della sua storia.

Anni recenti (2011-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2011-2012 la squadra è tornata a giocare in Champions League, la massima competizione europea, a tre anni dall'ultima presenza. Ha concluso il girone di prima fase all'ultimo posto.

Nella stagione 2012-2013 la squadra ha cambiato logo e nome, passando da LOSC Lille Métropole a LOSC Lille. Si è inoltre trasferita al Grand Stade Lille-Métropole, inaugurato il 17 agosto 2012, in occasione di una partita contro il Nancy valida per la seconda giornata di campionato. Il 21 giugno 2013 lo stadio fu intitolato a Pierre Mauroy. Anche in questa stagione ha concluso all'ultimo posto il girone di Champions League, mentre in Coppa di Lega è giunta in semifinale. La gestione Garcia si è chiusa dopo questa stagione.

Nel 2014-2015, dopo essere stata eliminata dal Porto nel preliminare di Champions League, la squadra è uscita nella fase a gruppi dell'Europa League. In Coppa di Lega è giunta nuovamente in semifinale.

Nel 2015-2016 il Lilla ha raggiunto per la prima volta la finale della Coppa di Lega, dove è stata battuta dal Paris Saint-Germain.

Eliminato nei preliminari dell'Europa League dal Qəbələ, nel 2016-2017 il Lilla del nuovo allenatore Frédéric Antonetti faticò. Nell'ottobre 2016, dopo quindici anni alla guida del club, Michel Seydoux concluse le negoziazioni con l'uomo d'affari Gérard Lopez, che rilevò il club ufficialmente il 26 gennaio 2017, divenendone il presidente e il socio di maggioranza. Dopo tre sconfitte consecutive in campionato, il tecnico Patrick Collot, subentrato a stagione in corso ad Antonetti, fu a sua volta sostituito da Franck Passi dopo venticinque giornate. Nelle stesse ore fu siglato un accordo con Marcelo Bielsa per la prossima stagione. Il Lilla di Passi concluse il campionato all'undicesimo posto.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1944
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Anni 1980
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Anni 2000
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa 2007
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa 2011

Nata dalla fusione di Olympique Lillois e SC Fives, Il Lille ha sempre adottato i principali elementi caratterizzanti i due precedenti sodalizi.[1] La prima divisa casalinga fu composta per lo più da una casacca bianca con una V rossa sul petto e da calzoncini e calzettoni blu; il bianco ed il rosso furono i colori dell'Olympique Lillois, mentre la V ed il colore blu caratterizzavano le divise del Fives. La maglia rimase sostanzialmente la stessa nei decenni successivi, a differenza della V che scomparse a seconda del fornitore tecnico. Dal 1999, con l'avvento della Nike, furono invertiti i principali colori sulla divise; il rosso divenne la tonalità predominante, mentre il bianco si limitò ai richiami.

La terza divisa del club è generalmente utilizzata per le coppe europee, ma anche nel caso in cui le divise della formazione avversaria siano simili alle prime due del Lille. Fu blu nei primi anni duemila, mentre successivamente si prese ispirazione dai colori delle Fiandre, ovvero il giallo e il nero; il colore giallo, dunque, fu usato per la Champions League 2006-2007, mentre il nero e l'oro per l'Europa League 2009-2010 e Europa League 2010-2011. Nonostante la presenza di una terza divisa nella stagione 2011-2012, i dogues preferirono la seconda divisa, classicamente bianca, per i match esterni in Champions League. Durante la stagione 2014-2015, la seconda e la terza divisa vennero invertite; la casacca da trasferta è dunque gialla con richiami neri, mentre la terza divisa è bianca con richiami rossi.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

L'inaugurazione del nuovo Grand Stade Lille Métropole è avvenuta il 18 agosto 2012 contro Nancy. Lo Stade Pierre-Mauroy, nome dato all'impianto nel 2013, è localizzato a Villeneuve d'Ascq all'est della metropoli. Lo stadio contiene 50,186 posti e sarà utilizzato per il Euro 2016 in Francia. La sua costruzione è costata 324M€. Lilla ha giocato allo Stadium Nord (2004-2012), Stade Grimonprez Jooris (1970-2004) e Stade Henri Jooris.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del LOSC Lille

Di seguito gli allenatori[2][3] e i presidenti[4] della storia del Lille.

LOSC Lille logo.png
Allenatori
LOSC Lille logo.png
Presidenti
  • 1944-1959 Francia Louis Henno
  • 1959-1962 Francia Pierre Kles
  • 1962-1966 Francia Jean Denis
  • 1966-1970 Francia Robert Barbieux
  • 1970-1973 Francia Max Pommerolle
  • 1973-1977 Francia Paul-Mary Delannoy
  • 1977-1980 Francia Jacques Amyot e Francia Roger Deschodt
  • 1980-1990 FranciaJacques Dewailly
  • 1990-1991 Francia Pierre Balay e Francia Guy Lefort
  • 1991 Francia Claude Guedj
  • 1991-1993 Francia Paul Besson
  • 1993-1994 Francia Marc Devaux
  • 1994-2000 Francia Bernard Lecomte
  • 2000-2001 Francia Luc Dayan
  • 2001-2002 Francia Francis Graille
  • 2002-2016 Francia Michel Seydoux

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del LOSC Lille

Il Lille e le Nazionali di calcio[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i calciatori del Lille convocati nella nazionale francese, con relativo numero di convocazioni, periodo e convocazioni totali.[5][6]

Calciatore Convocazioni Periodo Conv. totali
Jules Bigot 2 1944-1945 6
Jean Baratte 32 1944-1952 32
Julien Darui 2 1945 25
René Bihel 5 1945-1946 6
Bolek Tempowski 1 1947 1
Joseph Jadrejak 3 1947 3
Roger Carré 2 1947-1949 2
Jean Lechantre 3 1947-1949 3
Roger Vandooren 3 1949 4
Maik Walter 2 1949-1950 2
André Strappe 23 1949-1954 23
Albert Dubreucq 1 1952 1
Calciatore Convocazioni Periodo Conv. totali
César Ruminski 7 1952-1954 7
Jean Vincent 12 1953-1956 46
Antoine Pazur 1 1953 1
Robert Lemaître 2 1953 2
Guillaume Bieganski 4 1953-1955 9
Yvon Douis 8 1957-1958 20
Marcel Adamczyk 1 1963 1
André Guy 1 1967 8
Christian Coste 5 1974-1975 5
Patrick Parizon 3 1975 3
Pierre Pleimelding 1 1978 1
Philippe Bergeroo 2 1979-1980 3
Calciatore Convocazioni Periodo Conv. totali
Adil Rami 11 2010-2011 26
Yohan Cabaye 4 2010-2011 39
Mathieu Debuchy 13 2011-2012 26
Rio Mavuba 7 2012-… 13
Marvin Martin 1 2012-… 15
Dimitri Payet 2 2013 15
Totale 164 1944-2015 348

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Trofei nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1945-1946, 1953-1954, 2010-2011
1945-1946, 1946-1947, 1947-1948, 1952-1953, 1954-1955, 2010-2011
1963-1964, 1973-1974, 1977-1978, 1999-2000

Trofei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2004

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Division 1 43 1944-1945 2001-2002 57
Ligue 1 14 2002-2003 2015-2016
Division 2 14 1956-1957 1999-2000 14
CFA 1 1969-1970 1

Statistiche individuali[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la top 5 dei primatisti di presenze e reti del Lille in competizioni ufficiali.

LOSC Lille logo.png
Record di presenze
LOSC Lille logo.png
Record di reti

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Nigeria P Vincent Enyeama
2 Francia D Sébastien Corchia
3 Mali D Youssouf Koné
6 Camerun C Ibrahim Amadou
7 Paesi Bassi A Anwar El Ghazi
8 Portogallo C Xeka
9 Francia A Yassine Benzia
10 Paesi Bassi C Ricardo Kishna
11 Svizzera C Éric Bauthéac
12 Francia C Nicolas de Préville
15 Francia D Julian Palmieri
16 Francia P Mike Maignan
17 Portogallo C Marcos Lopes
N. Ruolo Giocatore
18 Francia D Franck Béria
19 Portogallo A Éder
21 Mali C Yves Bissouma
22 Paraguay D Júnior Alonso
23 Francia D Adama Soumaoro
24 Francia C Rio Mavuba (capitano)
25 Montenegro D Marko Baša
26 Francia C Farès Bahlouli
27 Tunisia C Naïm Sliti
28 Francia C Martin Terrier
30 Francia P Jean Butez
Brasile D Gabriel

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Argentina Marcelo Bielsa
Allenatore in seconda: Francia Gerard Bernardet
Allenatore in seconda: Francia Nicolas Girard
Allenatore in seconda: Francia Patrick Collot
Allenatore dei portieri: Francia Jean-Pierre Mottet
Preparatore atletico: Francia Grégory Dupont

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hurseau 1997, p. 6
  2. ^ Hurseau 2004, p. 156
  3. ^ Les Oscars du Football, rsssf.com. URL consultato il 25 novembre 2012.
  4. ^ Hurseau 2004, p. 157
  5. ^ Hurseau 1997, p. 128
  6. ^ Joueurs du LOSC appelés en sélection nationale, eu-football.info. URL consultato il 13 giugno 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Paul Hurseau e Jacques Verhaeghe, Olympique Lillois. Sporting Club Fivois. Lille O.S.C., Alan Sutton, 1997, p. 128, ISBN 2842530802.
  • (FR) Paul Hurseau e Jacques Verhaeghe, Lille Olympique Sporting Club, Alan Sutton, 2004, p. 160, ISBN 9782849101124.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN140296756 · BNF: (FRcb11877138s (data)
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio