LightDM

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LightDM
Lightdm-screenshot.jpg
Sviluppatore Robert Ancell
Ultima versione 1.14.0 (24 marzo 2015)
Sistema operativo Ubuntu
Linguaggio C
Genere X Display Manager (non in lista)
Licenza GNU GPL
(Licenza libera)
Lingua 31 lingue
Sito web www.freedesktop.org/wiki/Software/LightDM[1]

LightDM è un Display Manager creato come alternativa "leggera" e altamente personalizzabile di GDM. È sviluppato presso Canonical e a tutti i contributori è richiesto di cedere i loro diritti d'autore a Canonical.[1]. Utilizza un backend WebKit per disegnare interfacce di login basate sul linguaggio HTML.[2]

LightDM offre le stesse funzionalità di GDM, ma ha anche una base di codice più semplice e non necessita delle librerie specifiche di GNOME per funzionare.[3] Per questo motivo, LightDM è stato scelto come display manager predefinito per Ubuntu e Xubuntu 11.10.[4]

LightDm su Ubuntu e derivate[modifica | modifica wikitesto]

LightDm viene ormai installato su tutte le versioni di Ubuntu e molte delle derivate tra cui Xubuntu, Lubuntu e altre. Ogni distribuzione adotta poi uno stile diverso e la grafica può comunque essere modificata mediante i file di configurazione.

Questa interfaccia è preinstallata su Xubuntu e Lubuntu con configurazioni diverse.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) Debian Wiki, itLightDM, Debian, 04/08/2013.
  2. ^ Ubuntu 11.10 To Switch From GDM To LightDM, 12 maggio 2011. URL consultato il 20 giugno 2011.
  3. ^ Ubuntu adopts LightDM, login screens to get more exciting, Geek.com, 12 maggio 2011. URL consultato il 20 giugno 2011.
  4. ^ “xubuntu-meta” 2.129 source package in The Oneiric Ocelot, Launchpad. URL consultato il 20 giugno 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero