Liceo classico statale Vittorio Emanuele II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Liceo classico statale Vittorio Emanuele II
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàNapoli
IndirizzoVia San Sebastiano 51, 80134 Napoli
SuccursaliVia Carlo Pecchia 26, 80141 Napoli
Organizzazione
TipoLiceo Classico
OrdinamentoPubblico
Fondazione1861
PresideValentina Bia
Studenti810
Dati generali
TestataL’Urlo
Mappa di localizzazione
Sito web

Coordinate: 40°50′54.79″N 14°15′09.06″E / 40.848554°N 14.252516°E40.848554; 14.252516

Il Liceo classico statale Vittorio Emanuele II è un istituto scolastico superiore di Napoli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Vittorio Emanuele II fu il primo liceo napoletano del Regno d'Italia, venne fondato con regio decreto del 1861 e venne inaugurato nel marzo dello stesso anno. L'aumento degli alunni e l'esigenza di nuovi locali portò alla creazione di succursali[1] sparse nel territorio partenopeo: il Genovesi, il Vico, il Garibaldi, l'Umberto e il Sannazaro, che ottennero l'indipendenza alcuni anni dopo.

Emblema[modifica | modifica wikitesto]

Emblema Del Liceo Ginnasio Vittorio Emanuele II

Nel 1990, all'indomani delle celebrazioni per il 125º anniversario della fondazione del liceo, nacque l'idea di creare un simbolo[2] che rappresentasse il liceo più antico di Napoli in Italia e nel mondo. Si scelse così la figura di un toro con il volto umano, effigie presente su tutte le monete dell'antica Neapolis. L'immagine risalente al V secolo a.C. raffigura il dio dei fiumi Acheloo, un minotauro al contrario. Sulla moneta è presente l'iscrizione Νεοπολι της, che in greco antico stava a dire: gli abitanti della nuova comunità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Computer www.computersoftwaresas.it, Vittorio Emanuele II, su lnx.liceovittorioemanuele.it. URL consultato il 4 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2015).
  2. ^ Computer www.computersoftwaresas.it, Vittorio Emanuele II, su lnx.liceovittorioemanuele.it. URL consultato il 4 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]