Liceo classico statale Amedeo di Savoia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Istituto d'istruzione superiore "Via Tiburto 44"
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàTivoli
IndirizzoVia Tiburto 44
Succursali
  • Strada Rivellese 30/A
  • Via Sant'Agnese 44
Organizzazione
Tipo
  • Liceo artistico
    • Arti figurative
    • Audiovisivo e multimediale
    • Design
    • Grafica
  • Liceo classico
  • OrdinamentoPubblico
    Fondazione
  • 1880 (ex Liceo "Amedeo di Savoia")
  • 1968 (ex Istituto statale d'arte)
  • 2012 (IIS "Via Tiburto 44")
  • PresideNicola Armignacca
    Studenti742 (2017) [1]
    Sito web
    Il registro dei voti del ginnasio dal 1880 al 1886
    Il registro dei voti del ginnasio divenuto pareggiato nel 1886

    Il liceo classico statale "Amedeo di Savoia" è un liceo classico situato a Tivoli in provincia di Roma. La sede si trova, dal mese di giugno 2018, in via Rivellese, 30/A. Dal 1 settembre 2012 ha abbandonato la vecchia intitolazione ad "Amedeo di Savoia", confluendo, insieme al Liceo Artistico di Tivoli, nell'Istituto d'Istruzione Superiore Via Tiburto, 44.

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Nella città di Tivoli, appartenente allo stato pontificio, prima dell'unità d'Italia erano attivi il ginnasio e la scuola tecnica, alle dirette dipendenze del comune[2]. Il ginnasio divenne pareggiato nel 1886[3] e divenne poi governativo nel 1889[4]. Su richiesta dell'amministrazione comunale, il regio ginnasio fu intitolato l'anno seguente (insieme alla scuola tecnica e al convitto nazionale) ad Amedeo I di Spagna[5], scomparso, non ancora quarantacinquenne, neanche due mesi prima, il 18 gennaio.

    Nel 1895[6] fu creato il regio liceo di Tivoli, unito al regio ginnasio già esistente. I programmi, varati nel 1899[7] mettono in rilievo l'insegnamento delle tre materie tipiche e caratteristiche dell'intero corso, la lingua e le lettere italiane, latine e greche[8].

    Con la riforma Gelmini del 2010 assunse la denominazione di liceo classico statale "Amedeo di Savoia" e dal 1º settembre del 2012[9] è confluito nell'istituto d'istruzione superiore "Via Tiburto", formato mediante l'aggregazione della sezione associata dell'istituto d'istruzione superiore "Via S. Agnese, 44" (liceo artistico) al liceo classico "Amedeo di Savoia".

    Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

    La copertina del ventiduesimo volume degli Annali del liceo classico Amedeo di Savoia
    La copertina di Lucta Tyburtina
    • Annali del liceo classico Amedeo di Savoia pubblicati a partire dal 1988, con contributi di insegnanti, ex-insegnanti, alunni ed ex-alunni. Venivano presentati ufficialmente nel corso di una pubblica cerimonia nel mese di maggio o giugno di ogni anno presso le Scuderie Estensi a Tivoli o nell'aula magna del Convitto Nazionale di Tivoli o a Villa d'Este. Col trasferimento nella nuova sede di Via Rivellese, i volumi vengono ora presentati nell'Aula Magna dello stesso Istituto[10].
    • Collana Contributi alla conoscenza del patrimonio tiburtino ideata nel 1997 ed diretta da Roberto Borgia, dirigente scolastico del Liceo Classico dal 2000 al 2012. Si tratta di testi su autori che hanno descritto o narrato i più svariati aspetti della città di Tivoli. Vengono pubblicati anche volumi di argomento prettamente scientifico. I volumi dai numeri 3 a 12 compreso sono stati editi per i tipi del Liceo Classico "Amedeo di Savoia".
      1. Un poeta tiburtino: Federico Fredi Panigi (1923-1994), Tivoli, 1997 e 1998, tre edizioni per i tipi della Scuola media statale "Giuseppe Petrocchi"[11].
      2. Alle scali de San Biaciu, commedia in dialetto tiburtino, Tivoli, 1998, per i tipi della Scuola media statale "Giuseppe Petrocchi".
      3. Thoma De Neris, De tyburtini aeris salubritate commentarius, Romae, apud Alexandrum Zannettum, 1622, ristampa anastatica, Tivoli, 2007, ISBN 978-88-902795-1-5[12].
      4. Estienne Thevenet, Lucta tyburtina ..., 1578, ristampa anastatica con traduzione di Laura Di Lorenzo ed un saggio di Renzo Mosti, Tivoli, 2008, ISBN 978-88-902795-2-2.[13].
      5. In memoria del cardinale di Ferrara Ippolito II d'Este nel cinquecentesimo anniversario della nascita (1509-2009), Tivoli, 2009, ISBN 978-88-902795-5-3.[14]
      6. Tommaso Neri, La salubrità dell'aria di Tivoli, presso Alessandro Zannetto, 1622, traduzione di Laura Di Lorenzo con a fronte il testo latino, Tivoli, 2009, ISBN 978-88-902795-6-0[15].
      7. Renato Gentili, Breuissima et vtilissima istruttione del modo che ha da tener il cortegiano, o cittadino, per sapersi rettamente, & conuenientemente gouernare nelle corti, o nella sua Città. Ritratta da i precetti ciuili di Plutarco per Renato Gentili, in Tivoli, 1578, ristampa anastatica, Tivoli, 2011, ISBN 978-88-902795-8-4[16]
      8. Arianna Pascucci, L'iconografia medievale della Sibilla Tiburtina, Tivoli, 2011, ISBN 978-88-97368-00-7[17].
      9. Barbara Borgia, Modelli matematici di diffusione del virus dell'HIV/AIDS, Tivoli, 2011, ISBN 978-88-97368-01-4[18].
      10. Antonio del Re, Dell'Antichità Tiburtine, Volume primo (capitoli I e II), 1611, a cura di Pietro Candido, Tivoli, 2012, ISBN 978-88-97368-03-8[19].
      11. Deuotissime orationi ch'ogni notte, Oltre il diuino Offitio, soleua dire la fe. me. Dell'illustriss. et reuerrndiss Sig. Cardinal d'Este, 1588, ristampa anastatica con appendici, 2012. Edizione web ISBN 978-88-97368-06-9[20].
      12. Storia di Tivoli (Tiburis Urbis Historia), 1589, con la traduzione italiana posta di riscontro al testo latino del dottor RAFFAELE DEL RE, primo libro. Manoscritto del 1907. A cura di Roberto Borgia, 2013, edizione per il web.[21].
      13. MARCI ANTONII NICODEMI, Tiburis Urbis Historia, Primae pentadis liber primus, curavit Roberto Borgia, ex unico edito et diligentissime servato exemplari in Romae Sapientiae Athenaei Bibliotheca Alexandrina (MARCO ANTONIO NICODEMI, Tiburis Urbis Historia, 1589, primo libro della prima Pentade, ristampa anastatica dell'unico esemplare conservato nella Biblioteca Alessandrina di Roma, con introduzione, traduzione e commento); editore Roberto Borgia, Tivoli, 2013.ISBN 978-88-909269-0-7. Contiene in appendice Berosi sacerdotis chaldaici Antiquitatum libri quinque ex editione anni 1498 (Venetiis) usque ad ed. anni 1659[22]
      14. Vittime tiburtine nel turbine bellico 1943-1944 con la poesia Tivuli martorizzatu; editore Roberto Borgia, Tivoli, 2014. ISBN 978-88-909269-1-4.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Piano triennale dell'offerta formativa 2017-2020 (PDF), su iistiburto.it, 26 ottobre 2017. URL consultato l'11 ottobre 2018.
    2. ^ Maria Teresa Galassi Paluzzi, "Scuola elementare, scuola secondaria e politica scolastica in Roma Capitale (1870-1880)", in ASRSP, 90, 1967, p. 297. Il Bollettino del ministero della pubblica istruzione del 1880, a p. 813, cita i ginnasi comunali presenti a Veroli, Ceprano e Tivoli.
    3. ^ Regio decreto del 15 gennaio 1886.
    4. ^ Regio decreto, n. 6422 dell'8 settembre 1889, pubblicato in Gazzetta ufficiale del 13 ottobre 1899, n. 243.
    5. ^ Regio decreto del 14 marzo 1890, n. 6762, pubblicato in Gazzetta ufficiale dell'11 aprile 1890, n. 86.
    6. ^ Regio decreto n. 566 dell'8 agosto 1895, pubblicato in Gazzetta ufficiale del 14 settembre 1895, n. 217. Nella stessa Gazzetta ufficiale è contenuto il regio decreto successivo, il n. 567 dello stesso giorno, con cui vengono modificate le tabelle organiche A e B annesse alla legge 25 febbraio 1892, n. 71, relative al personale. Nella tabella A sono aggiunti un preside, di prima classe ed uno di seconda classe, quattro professori titolari di prima classe, altrettanti di terza classe e sei reggenti; nella tabella B due macchinisti, bidelli ed inservienti custodi.
    7. ^ Regio decreto n. 6441 del 24 settembre 1899, pubblicato in Gazzetta ufficiale del 21 ottobre 1899, n. 250.
    8. ^ Il regio decreto dell'11 ottobre 1891, n. 695, pubblicato in Gazzetta ufficiale del 4 gennaio 1892, n. 2, apporta modifiche nei programmi di storia del ginnasio superiore e del liceo, della geografia, della storia naturale e della fisico-chimica.
    9. ^ Decreto n. 22 del 21 febbraio 2012 del direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, con cui è stato adottato il piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche.
    10. ^ Annali del liceo classico Amedeo di Savoia, testi on line.
    11. ^ [1].
    12. ^ Thoma De Neris, De tyburtini aeris salubritate commentarius, Romae, apud Alexandrum Zannettum, 1622,.
    13. ^ Estienne Thevenet, Lucta tyburtina ..., 1578, testo on line;
    14. ^ [2].
    15. ^ Tommaso Neri, La salubrità dell'aria di Tivoli, presso Alessandro Zannetto, 1622, testo on line
    16. ^ Renato Gentili, testo on line ).
    17. ^ L'iconografia medievale della Sibilla Tiburtina, testo on line
    18. ^ Modelli matematici di diffusione del virus dell'HIV/AIDS, testo on line
    19. ^ Dell'Antichità Tiburtine, testo on line
    20. ^ Deuotissime orationi testo on line
    21. ^ [3]
    22. ^ [4] testo on line.

    Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

    • Gianni Andrei, "Un affresco che si rianima", in Annali del liceo classico Amedeo di Savoia, Tivoli, 2009, pp. 37–41, ISBN 978-88-902795-4-6 (testo on-line in pdf).
    • Teresa Benedetti, "Il mio liceo", in Annali del liceo classico Amedeo di Savoia, Tivoli, 2006, pp. 133–136.
    • Piero Bonanni, "Maledetto liceo ...", in Annali del liceo classico Amedeo di Savoia, Tivoli, 2007, pp. 113–115, ISBN 978-88-902795-0-8.
    • Vincenzo Giovanni Pacifici, "L'istruzione tecnica a Tivoli negli ultimi decenni dell'Ottocento", in Atti e memorie della Società tiburtina di storia e d'arte, 75, 2002, pp. 31–43.
    • Vincenzo Giovanni Pacifici, "Il liceo classico di Tivoli nel primo anno della sua regificazione (1895-1896)", in Atti e memorie della Società tiburtina di storia e d'arte, 76, 2003, pp. 51–61 (testo on line).
    • Antonio Picarazzi, "Questo accadde tra il 1969 e il 1974", in Annali del liceo classico Amedeo di Savoia, Tivoli, 2005, pp. 107–110.
    • Giuseppe Tripodi, "Dialogando con Pietro Ingrao", in Annali del liceo classico Amedeo di Savoia, Tivoli, 2005, pp. 91–106.

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]