Libero Calcio Nuova Gioiese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LC Nuova Gioiese
Calcio Football pictogram.svg
Viola,[1] Pianigiani,[1] Aquile,[2] Metaurini[3]
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Viola.png viola
Simboli Aquila
Dati societari
Città Gioia Tauro
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Prima Categoria
Fondazione 1918
Presidente Italia Rosario Schiavone
Allenatore Italia Nino Leonardis
Stadio Pasquale Stanganelli
(ca. 10 000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Libero Calcio Nuova Gioiese,[4] nota come Nuova Gioiese o semplicemente Gioiese, è una società calcistica italiana con sede nella città di Gioia Tauro. Milita in Prima Categoria, il settimo livello del campionato italiano di calcio.

L'attuale società, fondata nel 1967, è erede della storica Gioiese, fondata nel 1918.[5] Tale sodalizio prese il nome di Calcio Riunite Gioiese in seguito all'acquisto del titolo del Calcio Riunite di Cittanova nel 2002,[6] per poi scomparire nel 2005.[7] Nell'estate dello stesso anno l'eredità calcistica cittadina fu assunta dal G.S. Gioia Tauro, che a sua volta fallì nel 2007, allorché la Nuova Gioiese divenne la prima squadra cittadina, facendosi carico della tradizione calcistica nella città della piana.[7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dalle origini alla Serie C del 1947[modifica | modifica wikitesto]

La Gioiese venne fondata nel 1918.[5] Dei primi campionati disputati dall'allora formazione biancoblu non si hanno notizie, tuttavia è certa la partecipazione ai campionati regionali ULIC fino al 1927.[8] Nel 1930 prese parte al campionato regionale di Terza Divisione, partecipate da Vigor Nicastro e dalle formazioni B di Fascista Catanzarese, Cosenza Sport Club e Reggina. Successivamente, a causa della diminuzione dell'attività agonistica legata agli eventi bellici, la Gioiese partecipò a tornei interprovinciali di basso profilo.[8]

La Gioiese che prese parte al campionato di Serie C 1947-1948.

Nel 1945, al termine del conflitto mondiale, la società venne riaffiliata alla FIGC con il nome di Unione Sportiva Gioiese e prese parte al suo primo campionato di un certo livello, la Prima Divisione, allora quarto livello della piramide calcistica italiana.[5] nella stagione 1946-1947 ottenne un piazzamento utile per poter essere ammessa alla Serie C, campionato disputato su scala nazionale.[5] Dunque, la Gioiese fu inserita nel girone T del campionato di Serie C 1947-1948, organizzato dalla Lega Interregionale Sud, a cui erano iscritte alcune fra le più forti società del Sud (Catania, Reggina e Messina).[5] I biancoblu si classificarono undicesimi, rendendo dunque necessaria la disputa di uno spareggio per la permanenza nella categoria; il match decisivo fu disputato a Reggio Calabria il 27 giugno 1948 contro i Cantieri Navali Palermo e nonostante la vittoria per 3-1 i pianigiani furono retrocessi nel campionato regionale di promozione a causa del riordino dei campionati deciso dalla Federazione.[5][9]

Dagli anni cinquanta alla prima Gioiese di Scoglio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1953 la società adottò il colore viola che ancora oggi caratterizza le divise dei calciatori pianigiani.[10] Per i successivi tre decenni la Gioiese disputò con alterne fortune i campionato regionali di Promozione e Prima Categoria, con un'unica partecipazione, degna di nota, al campionato interregionale di IV Serie nel 1954-1955, allorché i calabresi ebbero l'opportunità di confrontarsi con formazioni campane di caratura maggiore come Avellino, Casertana, Cavese e Torrese (le ultime due citate tuttavia retrocessero al termine del torneo).[11]

Nel 1966 la Gioiese vinse la prima coppa della sua storia, la Coppa Calabria, sconfiggendo i reggini della Pro Pellaro per 1-0 nella finale disputata sul campo neutro di Catanzaro.[10] Due anni più tardi, nel 1968, avvenne un'importante svolta a livello societario, con la fusione con l'Amatori Calcio, seconda squadra cittadina nata nei primissimi decenni del novecento, dando vita all'Associazione Calcio Gioiese.[10] Per i successivi anni la rinnovata AC Gioiese continuò il suo travaglio nei massimi campionati regionali, allorquando vincendo il campionato di Promozione nel 1971-1972 ottenne il salto in Serie D.[10] La prima stagione in quarta serie fu anonima, con la conquista del dodicesimo posto in graduatoria e dunque una salvezza tranquilla.

L'undici gioiese che vinse a Messina nel campionato di Serie D 1973-1974.

Per il campionato seguente la guida tecnica fu affidata ad un giovane Franco Scoglio, che si apprestava ad affrontare la sua prima esperienza su una panchina di un certo livello.[10] Sotto le sue direttive, la Gioiese disputò un campionato al di sopra di ogni aspettativa sfiorando la promozione in Serie C, classificandosi seconda a tre punti dal Messina capolista.[10] Nonostante il divario, i calabresi riuscirono a battere i peloritani sia in casa all'andata (3-1), davanti a 5000 spettatori di cui un migliaio da Messina,[12] che in trasferta, al Celeste, per 0-1, davanti a oltre novemila spettatori.[10][13]

Dalla seconda metà degli anni settanta alla Serie C2[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo posto conquistato al termine del campionato di Serie D 1973-1974 valse alla Gioiese la partecipazione all'edizione successiva della Coppa Italia Semiprofessionisti, che quell'anno, oltre che dalle squadre iscritte in Serie C, fu partecipata anche dalle seconde, terze e quarte classificate nei gironi della Serie D dell'anno precedente; la Gioiese venne inserita in un mini girone comprendente Crotone e Cosenza. Proprio i pitagorici vinsero il girone, mettendosi alle spalle il Cosenza e i viola, che conquistarono un solo punto, venendo estromessi dalla competizione. Il campionato non seguì la falsa riga di quello precedente, anche a causa del trasferimento di Scoglio al Messina, promosso terza serie.[14] Il professore ritornò a Gioia l'anno seguente, conquistando il settimo posto in graduatoria.[15] La permanenza di Scoglio a Gioia Tauro durò ancora una volta un solo campionato, e nel 1977 i calabresi retrocedettero nel campionato regionale di Promozione,[16] ritornando in quarta serie nel 1980.[16][17] Sotto la guida tecnica di Franco Pavoni la Gioiese conquistò il sesto posto nel campionato 1980-1981.[18] L'anno seguente, la dirigenza, con a capo il presidente Ruggero Musco, affidò la guida tecnica della squadra a Franco Scoglio, che dunque si apprestava a disputare il terzo campionato della sua carriera sulla panchina pianigiana.[17] Venne allestita una squadra competitiva a fronte della disputa di un girone comprendente formazioni blasonate quali Crotone, Juve Stabia, Vigor Lamezia (retrocessa al termine del torneo) e Ischia. La Gioiese vinse il campionato prevalendo proprio sui gialloblu ischitani, classificatisi con due punti in meno, conquistando la promozione in Serie C2.[16][17]

Una formazione viola che prese parte al campionato di Serie C2 1982-1983.

Per il campionato di Serie C2 1982-1983 la guida tecnica fu affidata a Bruno Jacoboni, ex trainer della Vibonese.[17] I viola disputarono una campionato di bassa classifica e nonostante l'avvicendamento in panchina di Ulderico Sacchella chiusero al penultimo posto, a tre punti da Alcamo e Latina, che conquistarono la permanenza nel torneo.[17] L'anno seguente la Gioiese chiuse al terzultimo posto il rispettivo girone del Campionato Interregionale, ritornando nei campionati regionali.[16][17]

La vecchia Gioiese sparisce nel 2004, travolta dai debiti. Fu così che la prima squadra di Gioia divenne il G.S. Gioia Tauro che però dopo due stagioni di Promozione cedette il titolo sportivo alla Vallata Bagaladi. Nel 2007, l'eredità calcistica cittadina venne assunta dalla Libero Calcio Nuova Gioiese, una compagine nata nel 1968 e che, sotto la guida del presidente Rombolà, effettua una grande scalata, arrivando dalla Seconda Categoria all'Eccellenza.

Nella stagione 2012-2013 la squadra ottiene la promozione in serie D dopo aver mantenuto la testa del campionato sin dalle prime giornate. La promozione arriva alla terzultima giornata alla fine del match in trasferta contor il Brancaleone[19].La Nuova Gioiese a causa di problemi finanziari nella Stagione 2015/16 partirà dalla Prima Categoria

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Libero Calcio Nuova Gioiese
  • 1918 - Fondazione dell'Unione Sportiva Gioiese.
  • 1918-1928 - ?
  • 1928-1929 - Rinuncia a disputare il girone reggino del campionato di Terza Divisione.
  • 1929-1930 - ?

  • 1930-1931 - 3ª nel girone calabro-lucano della Terza Divisione.
  • 1931-1932 - ?
  • 1932-1933 - ?
  • 1933-1934 - ?
  • 1934-1935 - ?
  • 1935-1936 - ?
  • 1936-1937 - ?
  • 1937-1938 - ?
  • 1938-1939 - ? nel girone unico della Prima Divisione.
  • 1939-1940 - ?


  • 1950-1951 - ? nel girone ? della Prima Divisione.
  • 1951-1952 - ? nel girone B della Prima Divisione.
  • 1952-1953 - 2ª nel girone unico della Promozione.
  • 1953-1954 - 1ª nel girone unico della Promozione. Promossa in IV Serie.
  • 1954-1955 - 17ª nel girone H della IV Serie. Retrocessa in Promozione.
  • 1955-1956 - 4ª nel girone unico della Promozione.
  • 1956-1957 - 10ª nel girone unico della Promozione.
  • 1957-1958 - 7ª nel girone unico del Campionato Dilettanti.
  • 1958-1959 - 11ª nel girone unico del Campionato Dilettanti. Retrocessa in Seconda Categoria.
  • 1959-1960 - ?

  • 1960-1961 - ?
  • 1961-1962 - 7ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1962-1963 - 8ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1963-1964 - 8ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1964-1965 - 3ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1965-1966 - 3ª nel girone B della Prima Categoria.
Vince la Coppa Calabria.[10]
  • 1966-1967 - 5ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1967-1968 - 4ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1968 - L'US Gioiese si fonde con l'Amatori Calcio, dando vita all'Associazione Calcio Gioiese.
  • 1968-1969 - 4ª nel girone B della Prima Categoria.
  • 1969-1970 - 8ª nel girone B della Prima Categoria. Promossa in Promozione.

Fase a gironi della Coppa Italia Semiprofessionisti.
  • 1975-1976 - 7ª nel girone I della Serie D.
  • 1976-1977 - 16ª nel girone I della Serie D. Retrocessa in Promozione.
  • 1977-1978 - 3ª nel girone unico della Promozione.
  • 1979-1979 - 3ª nel girone unico della Promozione.
  • 1979-1980 - 1ª nel girone unico della Promozione. Promossa in Serie D.

Fase a gironi della Coppa Italia Serie C.
  • 1983-1984 - 14ª nel girone I del Campionato Interregionale. Retrocessa in Promozione.
  • 1984-1985 - 13ª nel girone unico della Promozione.
  • 1985-1986 - 15ª nel girone unico della Promozione.
  • 1986-1987 - 4ª nel girone B della Promozione.
  • 1987-1988 - 2ª nel girone B della Promozione.
  • 1988-1989 - 11ª nel girone B della Promozione.
  • 1989-1990 - 2ª nel girone B della Promozione.

  • 1990-1991 - 3ª nel girone B della Promozione.
  • 1991-1992 - 10ª nel girone unico dell'Eccellenza.
  • 1992-1993 - 11ª nel girone unico dell'Eccellenza.
  • 1993-1994 - 1ª nel girone unico dell'Eccellenza. Promossa nel Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1994-1995 - 13ª nel girone I del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1995-1996 - 18ª nel girone I del Campionato Nazionale Dilettanti. Retrocessa in Eccellenza Calabria.
Primo turno della fase C.N.D. della Coppa Italia Dilettanti.
  • 1996-1997 - 14ª nel girone unico dell'Eccellenza.
  • 1997-1998 - 16ª nel girone unico dell'Eccellenza. Retrocessa in Promozione.
  • 1998-1999 - 16ª nel girone B della Promozione. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1999-2000 - ? nel girone ? della Prima Categoria. Retrocessa in Seconda Categoria.

  • 2000-2001 - ? nel girone ? della Seconda Categoria.
  • 2001 - In estate la società rileva il titolo del G.S. Gioia Tauro, formazione militante in Prima Categoria.
  • 2001-2002 - 2ª nel girone ? della Prima Categoria.
Vince la Coppa Calabria.[6]
  • 2002 - La società rileva il Calcio Riunite s.r.l. di Cittanova, militante in Eccellenza, cambiando nome in Calcio Riunite Gioiese.
  • 2002-2003 - 6ª nel girone unico dell'Eccellenza.
  • 2003-2004 - 12ª nel girone unico dell'Eccellenza. Perde i play-out. Retrocessa in Promozione.
  • 2004-2005 - 16ª nel girone B della Promozione. Esclusa del campionato.
  • 2005 - Il G.S. Gioia Tauro,appena promosso in Promozione, assume l'eredità calcistica cittadina.
  • 2005-2006 - 2ª nel girone B della Promozione. Perde i play-off.
  • 2006-2007 - 1ª nel girone B della Promozione. Promossa in Eccellenza, rinuncia al salto di categoria e cede il titolo sportivo alla Vallata Bagaladi.
Primo turno di Coppa Italia Dilettanti Calabria.
  • 2007 - La Nuova Gioiese, appena promossa in Promozione, assume l'eredità calcistica cittadina.
  • 2007-2008 - 9ª nel girone B della Promozione.
 ? di Coppa Italia Dilettanti Calabria.
  • 2008-2009 - 2ª nel girone B della Promozione. Vince i play-off. Promossa in Eccellenza.
  • 2009-2010 - 7ª nel girone unico dell'Eccellenza.

  • 2010-2011 - 9ª nel girone unico dell'Eccellenza.
  • 2011-2012 - 10ª nel girone unico dell'Eccellenza.
Semifinalista di Coppa Italia Dilettanti Calabria.[20]
  • 2012-2013 - 1ª nel girone unico dell'Eccellenza. Promossa in Serie D.
Semifinalista di Coppa Italia Dilettanti Calabria.[21]
Vince la Supercoppa Calabria.[22]
  • 2013-2014 - 6ª nel girone I della Serie D.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
  • 2014-2015 - 11ª nel girone I della Serie D.
Secondo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2015 - Rinuncia all'iscrizione in Serie D ripartendo dalla Prima Categoria.
  • 2015-2016 - nel girone D della Prima Categoria.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1918-1953
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1953-oggi
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
La divisa special edition utilizzata nella stagione 2013-2014

Lo storico colore della Gioiese è il viola, tuttavia il sodalizio fu fondato con colori bianco e blu.[5] La prima tenuta da gioco era a strisce biancoblu, completata da calzoncini e calzettoni bianchi.[5][23] Negli anni cinquanta si passò al viola, che da quel momento in poi contraddistinguerà tutta le società che nel corso dei decenni raccolsero l'eredità della storica AC Gioiese.[10] La classica prima divisa divenne dunque una casacca viola, con leggere variazioni cromatiche nel corso degli anni; talvolta la divisa assunse una tonalità molto leggera, simile al lilla, o più scura, tendente all'indaco.[23] Il completo è integrato da calzoncini bianchi che nel corso degli anni sessanta e settanta furono spesso di colore nero.[23] La consueta tenuta da trasferta è bianca.[23]

A partire dagli anni duemiladieci la società ha intrapreso un rapporto di collaborazione con il laboratorio di comunicazione, eventi e design "The Studio" per la cura delle proprie divise da gioco; il risultato si è tramutato nella presentazione di divisa inedite e inconsuete per la storia gioiese. Nel 2013 fu presentata una divisa special edition grigia, griffata adidas, con richiami all'appartenenza al territorio italiano e gioiese.[24] Nella stagione 2015-2016 la Gioiese indossa invece una divisa griffata Nike, caratterizzata dal particolare disegno di un'aquila stilizzata che occupa la parte centrale della casacca.[25]

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

La Gioiese, nel corso degli ultimi anni, ha variato più volte il proprio stemma sociale. Dapprima la compagine pianigiana si riconosceva in un logo di forma circolare. Nella parte superiore e in quella inferiore si divideva la ragione sociale, all'interno erano molti i dettagli presenti: una stella nera, un pallone da calcio corredato da due nastri, uno rosso e uno verde con intermezzo bianco, la data di fondazione e le "tre palme", simbolo della città di Gioia Tauro.[26] Successivamente fu adottato uno scudetto di forma ovale il cui interno presentava 4 "scompartimenti": nel primo scompartimento a sinistra era collocata la stella nera, in quello a destra invece la ragione sociale; lo scompartimento in basso a sinistra presentava un motivo a strisce verticali bianche e viola mentre nell'ultimo scompartimento trovavano posto altri dettagli rilevanti come le tre palme e l'anno di fondazione.[27]

Nei primi anni duemiladieci il logo fu soggetto ad un'intensa opera di restyling. Uno scudo a tre punte era sovrastato dalla figura imponente di un'aquila bianca, storico simbolo del club, mentre la parte inferiore era abbracciata da un nastro viola, con bordi tricolore, recante l'anno di fondazione. All'interno la scritta "Gioiese" e le lettere L, N, C (Libero Calcio Nuova Gioiese). Nel logo erano altresì presenti le caratteristiche palme.[28]

Nel 2015, con la ripartenza dal campionato regionale di Prima Categoria, la dirigenza ebbe cura di ammodernare lo stemma sociale. Lo scudo a tre punte si presenta in una forma più dinamica e arrotondata, una stilografia viola dell'aquila trova posto all'interno, con un pallone fra le zampe ed una stella gialla sopra la testa. L'interno del logo si compone di strisce alternato bianche e viola. Nella parte superiore è collocata la scritta "Gioiese" su sfondo nero mentre nella parte infiriore, sulla punta, la stilografia delle tre palme.[29]

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

La Nuova Gioiese non dispone di una mascotte. Tuttavia, nella stagione 2015-2016, la dirigenza ha intrapreso un rapporto collaborativo con la scuola di ballo "Armada Nueva" di Gioia Tauro che - tra il primo e il secondo tempo - intrattiene il pubblico con spettacoli e coreografie di cheerleading, sul modello di ciò che avviene in occasione di manifestazioni sportive di squadra americane.[30]

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il primo campo da gioco della Gioiese, utilizzato per tutti gli anni venti, fu un terreno sito in località Gagliano, nell'area che attualmente risulta parzialmente occupata dal cinema Politeama.[5] Nel 1934 fu edificato il nuovo stadio comunale, successivamente intitolato a Cesare Giordano, nel rione Stazione.[5] L'impianto, dotato di una gradinata, una tribuna e terreno in terra battuta, accompagnò la Gioiese per quasi tutta la sua storia calcistica.[5][31]

Nel 1982 furono avviati i lavori per la costruzione di un nuovo impianto, sito in contrada Lacchi, sulla strada Provinciale in direzione Rizziconi.[32] I lavori furono ultimati solamente a cavallo tra il 1999 e il 2000, e la Gioiese vi si poté trasferire nel 2003.[5][32] La struttura dello stadio prevede due curve e due gradinate, per una capienza totale fra i 10000 e i 15000 posti, una pista di atletica adatta ai 3000 siepi, ed è inserito nell'ambito di un complesso sportivo comprendente anche due campi da tennis.[5][32] Dal 2004 al 2007 fu sporadicamente riutilizzato il Comunale Cesare Giordano.

Nel 2011 l'impianto, denominato fin a quel momento "Polivalente",[32] è stato intitolato a Pasquale Stanganelli, ex presidente dell'AC Gioiese.[33] Nel 2015 inoltre sono stati completati i lavori per la copertura e per la posa dei seggiolini nella tribuna principale.[34]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[35]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Rosario Schiavone - Presidente
  • Italia Alessandro Avella - Vicepresidente
  • Italia Domenico Bagalà - DS e Team manager
  • Italia Giuseppe Babbuscia - Resp. settore giovanile

[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la cronologia dei fornitori tecnici e degli sponsor ufficiali.

Cronologia degli sponsor tecnici
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • fino al 2015 ...
  • 2015-2016 non presente[36]

Impegno nel sociale[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi mesi del 2015, una delegazione di calciatori e dirigenti viola ha fatto tappa negli ospedali Giovanni XXIII di Gioia Tauro e Riuniti di Reggio Calabria, in visita ai degenti ricoverati nelle suddette strutture ospedaliere.[37][38]

Settore giovanile[modifica | modifica wikitesto]

La Nuova Gioiese dispone di una formazione Allievi e di una formazione Juniores che prendono parte ai rispettivi campionati regionali.[39][40] La società inoltre, nel 2014, ha instaurato un rapporto di partnership con l'Academy Calcio Gioiese, società dedita esclusivamente al settore giovanile e fondata da ex bandiere della Gioiese quali Giuseppe Babuscia e Pasquale Avventuroso.[41] Tale sodalizio si occupa della formazione calcistica di bambini e ragazzi di età compresa fra i 4 e i 17 anni, allestendo anche la scuola calcio,[42] ed intracciando un rapporto collaborativo con la Nuova Gioiese inerente tutte le categorie, dai Primi calci alla Juniores.[39]

Nel 1955 la Gioiese raggiunse la finale del Campionato Nazionale Ragazzi, uscendone sconfitta per mano del Brescia (1-0) dopo i tempi supplementari, nella finale disputata a Reggio Calabria.[10]

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Allenatori della L.C. Nuova Gioiese
Allenatori
  • 1982-1983 Italia Bruno Jacoboni[17]
    Italia Ulderico Sacchella
  • 1984-1985 Italia Antonio Cerro[44]
  • 1986-1988 Italia Salvatore Babuscia[44][45]
  • 1993-1994 Italia Gianfranco Cannatà[17]
  • 1994-1995 Italia Antonio Mazzacua[17]
  • 2001-2002 Italia Gianfranco Cannatà[6]
  • 2002-2003 Italia Gianfranco Cannatà
    Italia Riccardo Petrucci[6]
  • 2003-2004 Italia Giuseppe Condemi[6]
  • 2004-2005 Italia Ficarra & Italia Massimo Cambrea[7]
  • 2007-2008 Italia Mario Dal Torrione[46]
  • 2008-2011 Italia Graziano Nocera[44]
  • 2011-2012 Italia Graziano Nocera
    Italia Mario Dal Torrione[47]
  • 2012-2014 Italia Mario Dal Torrione
  • 2014-2015 Italia Mario Dal Torrione
    Italia Franco Viola[48]
  • 2015-2016 Italia Nino Leonardis
Presidenti
  • 1928 Italia Ugo Battaglini[5]
  • 1947-1948 Italia Cordopatri[5]
  • 1952-1953 Italia Bruno
  • 1954-1955 Italia Petrucci[43]
  • 1955-1956 Italia Pirilli
  • 1968-1969 Italia Marino[10]
  • 1980-1981 Italia Ruggero Musco[17]
  • 1982-1983 Italia Giuseppe Oliveri[6]
  • 1994-1995 Italia Sorrenti[17]
  • 199?-2001 Italia Macrì[17]
  • 2001-2003 Italia Giuseppe Oliveri[6]
  • 2003-2004 Italia Beniamino Laganà[6]
  • 2004-2005 Italia Enzo Priolo[7]
  • 2005-2007 Italia Piero Mesiani[7]
  • 2007-2015 Italia Ferdinando Rombolà[7]
  • 2015-2016 Italia Rosario Schiavone

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Calciatori della L.C. Nuova Gioiese

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

La Gioiese ha vinto i seguenti campionati a livello interregionale:

1981-1982 (girone I)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

La Gioiese ha vinto i seguenti campionati a livello regionale:

1993-1994, 2012-2013
1953-1954, 1971-1972, 1979-1980, 2006-2007 (girone B)

Ha inoltre vinto i seguenti trofei a livello regionale:

  • Coppa Calabria: 2
1965-1966, 2001-2002
  • Supercoppa Calabria: 1
2012-2013

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito vengono riproposti i piazzamenti rilevanti conquistati nei vari campionati:

secondo posto: 1973-1974 (girone I)
secondo posto: 1952-1953, 1970-1971, 1987-1988 (girone B), 1989-1990 (girone B), 2005-2006 (girone B), 2008-2009 (girone B)
terzo posto: 1977-1978, 1978-1979, 1990-1991 (girone B)
secondo posto: 2001-2002 (girone ?)
terzo posto: 1964-1965 (girone B), 1965-1966 (girone B)
terzo posto: 1930-1931

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 1 1947-1948 1
Promozione 1 1948-1949 9
IV Serie 1 1954-1955
Serie D 6 1972-1973 2014-2015
Serie C2 1 1982-1983
Serie D 2 1980-1981 2013-2014 6
Campionato Interregionale 2 1981-1982 1983-1984
Campionato Nazionale Dilettanti 2 1994-1995 1995-1996

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Serie C 1 1982-1983 2
Coppa Italia Semiprofessionisti 1 1974-1975
Coppa Italia Dilettanti 5 1970-1971 1979-1980 5

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le Brigate Viola nei primi anni novanta al Comunale di Reggio Calabria.

Il movimento ultras a Gioia nacque nel 1993, con la fondazione delle Brigate Viola; tale storico gruppo guidò il tifo organizzato al seguito della Gioiese prendendo posto nella curva del Comunale Cesare Giordano fino allo scioglimento nel 2004, avvenuto in seguito al fallimento dello storico sodalizio. Nel 2001 nel frattempo nacque il gruppo Ultras Viola 01. In seguito allo scioglimento delle Brigate, altro gruppo ultras al seguito dei viola furono i Gioitani.[49]

Nell'aprile 2013 lo striscione delle Brigate riapparve sulle balaustre del Polivalente 18 anni dopo l'ultima volta.[50] In quel periodo alcuni ex membri del vecchio gruppo ultras intrapresero un rapporto di comunicazione e collaborazione con gli Ultras Viola e i Gioitani, vista l'imminente promozione in Serie D della Gioiese.[49]

I tifosi della Gioiese esultano in seguito ad una vittoria nella stracittadina contro gli Amatori.

Nel 2015, in seguito alla ripartenza del sodalizio viola dalla Prima Categoria, l'unico gruppo ultras rimasto sulle tribune dello Stanganelli sono gli Ultras Viola, in forma decisamente ridimensionata.

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La tifoseria viola sostiene un sentito gemellaggio con quella del Sambiase, squadra dell'omonimo quartiere della città di Lamezia Terme. Amicizia datata nel tempo è quella con gli Skizzati, gruppo ultras al seguito del Corigliano, gemellati a loro volta con i sambiasini.[51]

La principale rivalità della tifoseria gioiese è quella con la vicina tifoseria della Palmese, guidata dallo storico gruppo dei Boys Palmi '78. Gli screzi sono stati importati nel'ambito calcistico dal forte campanilismo che divide i più importanti centri della Piana di Gioia Tauro, che si contendono i ruoli di capoluogo amministrativo (Palmi) ed economico (Gioia Tauro).[52] L'incontro è conosciuto con l'appellativo di "Derby della Piana".[53] Altra importante rivalità è quella con i tifosi della Paolana, a loro volta rivali dei sambiasini e gemellati dal 1987 con i palmesi.[43]

In epoca arcaica e fino alla prima metà degli anni sessanta, la storica US Gioiese ebbe una rivale cittadina, l'Amatori Calcio, con la quale furono giocati derby molto sentiti dal pubblico gioiese.[5] Altre stracittadine degne di nota sono state GS Gioia Tauro-Nuova Gioiese (allora il GS Gioia Tauro era la prima formazione cittadina) e, più recentemente, la Gioiese ha affrontate il Real Gioia.[54]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La Nuova Gioiese invoca l'aiuto dei tifosi, http://www.stadioradio.it/, 30 gennaio 2009. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  2. ^ ECCELLENZA 21ª GIORNATA: L'aquila viola ha spiccato il volo, https://gioiasport.com/, 10 febbraio 2013. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  3. ^ Nuova Gioiese, l'attacco si rinforza: preso Zecchinato, http://www.reggionelpallone.it/, 2 gennaio 2015. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  4. ^ Comunicato ufficiale n° 15 del 31 agosto 2015 (PDF), http://www.crcalabria.it/, 31 agosto 2015. URL consultato il 30 novembre 2015.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Gli albori del calcio gioiese, https://gioiasport.com/. URL consultato il 28 novembre 2015.
  6. ^ a b c d e f g h Le illusioni, https://gioiasport.com/. URL consultato il 28 novembre 2015.
  7. ^ a b c d e f La rinascita?, https://gioiasport.com/. URL consultato il 28 novembre 2015.
  8. ^ a b Prossimo avversario: l'U.S.D. Nuova Gioiese, http://www.lacavese.it/, 7 dicembre 2013. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  9. ^ Rizzoli, 1949
  10. ^ a b c d e f g h i j k l Dagli anni '50 alla Gioiese di Scoglio, https://gioiasport.com/. URL consultato il 28 novembre 2015.
  11. ^ Rizzoli, 1955
  12. ^ Gioiese e Messina: volata a due (JPG), http://web.tiscali.it/calciogioiese/. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  13. ^ Campionato 1973-1974, http://web.tiscali.it/messinastory/. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  14. ^ Panini, 1975
  15. ^ Panini, 1976
  16. ^ a b c d Domenica a Vibo si alza il sipario sulla Serie D, http://gioiasport.com/, 29 agosto 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  17. ^ a b c d e f g h i j k l m n Dai mitici anni '80 e la C2 al baratro, https://gioiasport.com/. URL consultato il 28 novembre 2015.
  18. ^ Campionato 1980-81, http://tifotrapani.altervista.org/. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  19. ^ Brancaleone – Gioiese 0-2: Finalmente liberi D volare…, https://gioiasport.com, 14 Aprile 2013. URL consultato il 15 aprile 2013.
  20. ^ COPPA ITALIA – Disastro N. Gioiese, viola eliminati, http://gioiasport.com/, 23 novembre 2011. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  21. ^ COPPA ITALIA DILETTANTI: Il Roccella vince a Gioia e va in finale, http://gioiasport.com/, 28 novembre 2012. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  22. ^ Un'altra gioia per la Nuova Gioiese, http://regioni.ilcalcioillustrato.it/, 7 giugno 2013. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  23. ^ a b c d Mermolia, Op. cit.
  24. ^ A Ragusa una Gioiese “Special Edition”, https://gioiasport.com/, 13 settembre 2013. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  25. ^ Manita Gioiese, ma che show di Enzo Carbone!, https://gioiasport.com/, 27 settembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  26. ^ Colpaccio N. Gioiese: preso Saverio Gregorace, http://gioiasport.com/, 4 dicembre 2009. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  27. ^ Gioiese, http://www.calciatori.com/. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  28. ^ Cifre e statistiche del campionato di Serie D gir. I appena concluso, http://www.calciogoal.it/, 17 maggio 2015. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  29. ^ Nuova Gioiese - Scheda squadra, https://www.tuttocampo.it/. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  30. ^ Saso-Sasà: Gioiese “gioiosamente” sola in vetta, http://gioiasport.com/, 25 ottobre 2015. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  31. ^ Clamoroso: chiuso il “Cesare Giordano”, https://gioiasport.com/, 3 aprile 2014. URL consultato il 29 novembre 2015.
  32. ^ a b c d Stadio Polivalente di Gioia Tauro, http://www.gioia-tauro.com/. URL consultato il 29 novembre 2015.
  33. ^ Dallo stadio "Pasquale Stanganelli" di Gioia Tauro, https://gioiasport.com/, 24 agosto 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  34. ^ Gioia Tauro, inaugurata la tribuna coperta dello stadio, http://www.italiasrl.it/, 8 settembre 2015. URL consultato il 29 novembre 2015.
  35. ^ Parla il numero 1 viola, Schiavone a RNP: "Io presidente-ultras,la Gioiese è di tutti", http://www.reggionelpallone.it/, 3 dicembre 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  36. ^ a b Gioiese: Juniores sconfitta di misura. Oggi la Coppa Calabria, http://gioiasport.com/, 14 ottobre 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  37. ^ Solidarietà, il gol più bello della Gioiese, http://gioiasport.com/, 1 febbraio 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  38. ^ La Gioiese sempre più impegnata nel sociale, http://gioiasport.com/, 24 marzo 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  39. ^ a b Gioiese e Academy pronte all’esordio nei tornei regionali, http://gioiasport.com/, 24 settembre 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  40. ^ Un Team sempre più Gioiese, a D’Agostino la Juniores, http://gioiasport.com/, 12 agosto 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  41. ^ Al via l’attività agonistica dell’Academy Gioiese, http://gioiasport.com/, 1 settembre 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  42. ^ Calcio giovanile: ottimo esordio per l’Academy calcio gioiese, http://www.inquietonotizie.it/, 31 marzo 2015. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  43. ^ a b c AMARCORD: Gioiese – Paolana 1-0, IVª Serie 1954/55, https://gioiasport.com/, 14 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2015.
  44. ^ a b c d Gioiese e Roccella per la prima volta di fronte in Serie D, https://gioiasport.com/, 5 ottobre 2014. URL consultato il 29 novembre 2015.
  45. ^ AMARCORD STAGIONE 87/88 – La Gioiese targata Babuscia batteva il Locri in un “Cesare Giordano” ribollente di entusiasmo, https://gioiasport.com/, 20 febbraio 2013. URL consultato il 29 novembre 2015.
  46. ^ Gioiese-Palmese: qui Gioiese, http://www.stadioradio.it/, 9 aprile 2008. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  47. ^ UFFICIALE – Esonerato Nocera, il nuovo allenatore della N. Gioiese è Mario Dal Torrione, https://gioiasport.com/, 30 novembre 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  48. ^ Ufficiale: Franco Viola è il nuovo allenatore della Gioiese, https://gioiasport.com/, 29 novembre 2014. URL consultato il 29 novembre 2015.
  49. ^ a b REUNION BV93: venerdì ore 20:00 presso la SudTrek, http://gioiasport.com/, 20 marzo 2013. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  50. ^ Foto del diario - calciogioiese.com, https://it-it.facebook.com/, 9 aprile 2013. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  51. ^ Calcio e amicizia, gli Ultras Viola ’01 invitano a Gioia i tifosi del Corigliano, https://gioiasport.com/, 26 aprile 2013. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  52. ^ Verso Paolana - Palmese: storia di un gemellaggio che dura da 27 anni, http://reggiocalabria.iamcalcio.it/, 6 dicembre 2014. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  53. ^ PALMESE - GIOIESE: il derby per eccellenza, http://www.costaviolaonline.it/, 18 settembre 2010. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  54. ^ Amarcord: nel maggio del 2005 l’ultima stracittadina della Gioiese, https://gioiasport.com/, 17 settembre 2015. URL consultato il 19 dicembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvatore Mermolia, A.C. Gioiese (1918-2000) - La nostra bella squadra, Depa edizioni, 2000.
  • Almanacco illustrato del Calcio 1949, Milano, Rizzoli Editore, 1948.
  • Almanacco illustrato del Calcio 1955, Milano, Rizzoli Editore, 1955.
  • Almanacco illustrato del Calcio 1975, Modena, Edizioni Panini, 1975.
  • Almanacco illustrato del Calcio 1976, Modena, Edizioni Panini, 1976.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]