Liard (moneta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Liard è il nome di diverse monete antiche francesi.

Carlo IX (1560-1574): Liard alla "C"
Charles IX liard 824390.jpg
CAR • IX • D • G • FR • R, lettera C coronata + SIT • NOM • DNI • BENE, croce fiorita.
BI (15mm, 0.89 g, 2h). zecca di Digione. Datato 1574.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente coniato esclusivamente per il Delfinato, poi dal XV secolo - durante il regno di Luigi XI (1461-1483) - per tutta la Francia, aveva un valore di tre denier tournois, cioè un quarto di sol[1]. Solo in argento da principio, poi dal 1649 anche in rame e infine solo in rame, viene coniata fino al 1791-92. Nel 1856 viene demonetizzata.

La legge dell'11 gennaio 1791 stabilì la coniazione di una nuova moneta con la nuova denominazione di 3 deniers che fu coniata in due versioni nell'anno 4° della libertà in 1 milione di esemplari[2]. Quest'ultima coniazione, con il nuovo nome recava al dritto il busto di Luigi XVI e la legenda LOUIS XVI ROI DES FRANÇAIS in una versione, coniata a Strasburgo, e DES FRANÇOIS in quella coniata a Lione e Limoges; sotto l'anno 1792. Al rovescio era raffigurato un fascio sovrastato da un berretto frigio in una corona di quercia ed ai lati l'indicazione del valore 3 D. La legenda intorno è LA NATION LA - LOI LE ROI. Sotto, con caratteri più piccoli L'AN 4 DE LA LIBERTE[2].

Nel principato di Monaco sotto il principe Antonio I (1701-1731) fu coniata una moneta di pari valore con il nome di liardo[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Klütz: Münznamen...
  2. ^ a b Pastrone: Monnaies...

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb15785881z (data)