LiMux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LiMux
Logo
LiMux.jpg
Sviluppatore LiMux Project
Famiglia SO GNU/Linux
Release iniziale 1.0 (agosto 2006)
Release corrente 4.1 (agosto 2012)
Tipo di kernel Kernel monolitico
Piattaforme supportate x86
Tipologia licenza Software libero
Licenza Varie
Stadio di sviluppo Attivo
Sito web Sito ufficiale

LiMux è una distribuzione GNU/Linux tedesca sviluppata in seno a un progetto di migrazione dei computer del comune di Monaco di Baviera, basata inizialmente su Debian e poi su Ubuntu.

Caratteristiche principali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 al 2010 la distribuzione è stata basata su Debian, per poi passare a una base Ubuntu 8.10 a partire dalla versione 3 distribuita nel dicembre 2010. La versione 4 disponibile dall'agosto 2011 è basata su Ubuntu 10.04 LTS con ambiente grafico KDE 3.5. La stessa versione di Ubuntu è stata mantenuta come base anche nella successiva versione 4.1 del 2012. La prossima versione di LiMux userà invece come base Ubuntu 14.04 LTS.

Il sistema è concepito principalmente per la produttività da ufficio, ed è quindi equipaggiato con la suite OpenOffice.org, il client di posta Thunderbird e utilizza Firefox di Mozilla come browser predefinito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La distribuzione nasce nell'ambito dell'omonimo progetto di migrazione deciso dal comune tedesco di Monaco di Baviera, iniziato nel 2003 e ancora in corso. L'obiettivo principale del progetto è rendersi maggiormente indipendente dalle aziende produttrici e distributrici di software per quanto riguarda le architetture client-server e i client stessi.

Il sindaco Dieter Reiter insediatosi nell'anno 2014 espresse fin dal suo insediamento pareri negativi riguardo Linux, definendolo meno evoluto dei sistemi Microsoft e Office, probabilmente dovuto al fatto che la distribuzione LiMux adotta software tremendamente obsoleti rispetto le altre distribuzioni sue contemporanee. Così alla fine del 2017, nonostante Linux abbia dimostrato di essere valido e assolutamente stabile e produttivo (nonostante l'obsolescenza dei software di LiMux) e aver fatto risparmiare alla città 11milioni di euro, i partiti al comando hanno deciso di avviare una migrazione da Linux a Windows/Office che inizerà nel 2018 per terminare teoricamente nel 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero