Li'l Abner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Li'l Abner
fumetto
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Al Capp
1ª edizione 1934 – 1977
Periodicità giornaliero
Editore it. Milano Libri, Comic Art
Collana 1ª ed. it. Linus

Li'l Abner è un personaggio immaginario protagonista di una omonima striscia a fumetti creata dal cartoonist statunitense Al Capp (19091979) nel 1934.[1][2] Nel 1995 fu una delle venti serie a fumetti incluse nella serie commemorativa di francobolli statunitensi Comic Strip Classics.[3][4][5][6] La serie ha avuto due trasposizioni cinematografiche, ha ispirato una commedia musicale di Brodway e alcune serie a cartoni animati.[1] 

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

La striscia giornaliera esordisce sui quotidiani statunitensi il 13 agosto 1934 mentre le tavole domenicali il 24 febbraio 1935 e verranno pubblicate fino al 13 novembre 1977[1] con la distribuizione di United Feature Syndicate.[senza fonte]

Oltre che sui quotidiani la serie venne pubblicata negli USA anche nei comic book della serie Comics On Parade negli anni trenta e su una serie dedicata edita dalla Harvey dal 1947 al 1955.[1] Al Capp, inizialmente autore sia dei testi che dei disegni con l'apporto di vari assistenti come Andy Amato, Creig Flessel e Bob Lubbers, porterà avanti la striscia fino al 13 novembre 1977, due anni prima della sua morte.[2] Nella seconda parte della carriera fu aiutato da altri disegnatori come Frank Frazetta dal 1954 al 1961[senza fonte]

In Italia è stata pubblicata per la prima volta sulla rivista Robinson edita dal 1945 al 1947,[7] sugli Albi Costellazione nel 1946,[8] e sulle riviste Linus e Il Mago negli anni settanta[1]. NEgli anni ottanta e novanta la casa editrice Comic Art ha pubblicato una selezione di tavole nella collana Yellow Kid [9] e sulla rivista All American Comics[10] e il Club Anni 30 nel 1990 ha pubblicato le tavole dal 1934 al 1947. Non esiste in Italia una serie completa, nell'esatto ordine cronologico.[senza fonte]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie, ambientata nella comunità degli hillibillies, ovvero contadini della regione dei monti Appalachi che negli Stati Uniti rappresentano lo stereotipo del villico stupido e incolto - narra le semplici vicende della famiglia di Abner, ritratte con simpatia a rappresentare un mondo idilliaco e piacevole, o in modo derisorio alle spalle dei contadini protagonisti, evidenziandone i difetti; altre volte le vicende citano i fatti politici contemporanei alle date di pubblicazione, satireggiando i personaggi e mostrando in particolare politici e gente di città come intriganti e imbroglioni, contrapposti ai buoni contadini. Le vicende sono solitamente ambientate nel villaggio di Dogpatch, della cui comunità fanno parte il giovane Abner Yokum, detto Li'l Abner, e i suoi anziani genitori. [2]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Li'l Abner Yokum (detto Li'l Abner, piccolo Abner): un hillibilly di circa vent'anni, alto, grosso, muscoloso e prestante,tanto forte e piacente quanto ingenuo e fannullone, caratteristica che a Dogpatch non costituisce uno stigma per gli uomini, perché sono le donne a lavorare e a mandare avanti la casa; vive con i due anziani genitori nel paesino immaginario di Dogpatch; non ha un lavoro fisso, ma in qualche episodio trova qualche temporanea occupazione; nel corso della storia si sposa e ha un figlio, Abel;
  • Mammy Yokum (anche chiamata Pansy): è l'anziana madre di Abner, piccola, bruttina e autoritaria, con la tendenza a imporsi a pugni nelle discussioni; è la donna che dirige la casa con la preoccupazione principale di trovare ai figli una moglie che lavori e si occupi di loro;
  • Pappy Yokum (anche chiamato Lucifero); padre di Abner, piccolo di statura, bruttino, ingenuo e fannullone;
  • Honest Abe Yokum: figlio di Abel e Daisy, lo si vede sempre bambino ed è un po' più intelligente dei genitori;
  • Tiny Yokum: fratello minore di Abner, altrettanto alto e bello, credulone e ingenuo, di circa quindici anni;[11] sposa la bellissima figlia dei vicini di casa;
  • Daisy Mae Scragg: giovane ragazza bella e formosa, figlia di due contadini un po' meno rozzi degli Yokum; per un certo tempo fa invano la corte ad Abner, quindi riesce a sposarlo e ne ha un figlio; si dedica fondamentalmente alla famiglia e ai lavori di casa;
  • Salomey: scrofa della famiglia Yokum;
  • Fiola Lupo (Wolf Gal): una donna selvaggia formosa e bellissima ma spietata, che vive con i lupi nella foresta vicino a Dogpatch e capisce il linguaggio di questi; vive di espedienti con i quali far mangiare anche i suoi amici animali; dapprima fa una corte spietata ad Abner ma, non ricambiata, prova a farlo mangiare dai lupi e poi ci riprova con suo fratello Tiny e, ancora non ricambiata, si comporta allo stesso modo.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Li'l Abner (1940), con Buster Keaton, diretto da Albert S. Rogell[2]
  • Il villaggio più pazzo del mondo (Li'l Abner) (1959), con Jerry Lewis e tratto da una commedia musicale, diretto da Melvin Frank).[2]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Commedia musicale rappresentata Broadway (1956).[2]

Serie a cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

  • Alcuni disegni animati sono prodotti nel 1944 e nel 1945 da Dave Fleischer, ispirati a storie apparse sui quotidiani.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f FFF - LI'L ABNER, su www.lfb.it. URL consultato il 21 settembre 2017.
  2. ^ a b c d e f LIL’L ABNER, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 21 settembre 2017.
  3. ^ Comic Strip Classics
  4. ^ Cronaca Filatelica, n. 213, dicembre 1995.
  5. ^ http://www.afnews.info/fumetti.org/gif/Usastamp.gif Comic Strip Classics
  6. ^ serie di francobolli (GIF), fumetti.org.
  7. ^ Robinson, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 21 settembre 2017.
  8. ^ Albi Costellazione, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 21 settembre 2017.
  9. ^ collana Yellow Kid, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 21 settembre 2017.
  10. ^ All American Comics, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 21 settembre 2017.
  11. ^  (in una striscia in cui Abner è già sposato, Pansy a seguito di un certo fatto si lamenta che «Tiny non vedrà i suoi 16 lu» che nell'inglese sgrammaticato e distorto di Dogpatch significa che non arriverà a 16 anni).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti