Lexus GS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lexus GS
1st-Lexus-GS.jpg
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Lexus
Tipo principale berlina
Produzione dal 1991
Euro NCAP (2005[1]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.850 mm
Larghezza 1.820 mm
Altezza 1.430 mm
Passo 2.850 mm
Massa Da 1.640 a 1.895 kg
Altro
Auto simili Jaguar XF
Lancia Thesis
Saab 9-5
Volvo S80
BMW serie 5
Maserati Ghibli (2013)
Mercedes Classe E
Note dati ultima serie (tranne anno di inizio produzione)

La GS è una berlina a 3 volumi di classe medio-superiore presentata dalla casa automobilistica giapponese Lexus nel 1991 e prodotta, nella terza serie, su impostazione comune al modello della casa madre Toyota Mark X.

In Italia è proposta con il motore V6 di 2995 cm3 da 249 CV sulla 300 e con propulsione ibrida (motore benzina + motore elettrico) con motore V6 di 3456 cm³ da 345 CV sulla 450h.

Lexus GS 450h[modifica | modifica wikitesto]

Lexus-GS450H

Nel 2010 la Lexus ha presentato una nuova versione della GS, la 450h, automobile ibrida benzina-elettrica.

Il sistema propulsivo prende il nome di Lexus Hybrid Drive e permette alla macchina di operare in modalità a benzina, in modalità elettrica o in una modalità combinata tra le due precedenti.

Il motore a benzina è un V6 di 3,5 litri di cilindrata funzionante a ciclo Atkinson, mentre il propulsore elettrico è del tipo a magneti permanenti. La potenza complessiva combinata è di 345 CV, consentendo alla vettura di accelerare da zero a 100 km/h in soli 5,2 secondi e di raggiungere una velocità massima autolimitata di 250 km/h.

Il motore a benzina utilizza un sistema di controllo elettronico dell'acceleratore di tipo drive-by-wire (ETCS-i) ed un doppio sistema d'iniezione diretta-indiretta di benzina, il quale combina i vantaggi delle due tipologie di alimentazione smussandone i difetti. Presenta, inoltre, una doppia fasatura variabile intelligente degli alberi a camme (sistema VVT-i) operante sia sulle valvole d'aspirazione che su quelle di scarico (variandone durata, incrocio ed alzata) per migliorare ulteriormente potenza e coppia in una vasta gamma di regimi di rotazione del motore. Questo propulsore a combustione interna, grazie alla sua accurata progettazione, è silenzioso, vibra poco, ha un esiguo rilascio di emissioni nocive abbinato ad un ottimale sfruttamento del combustibile, garantendo un basso consumo di carburante in rapporto alla cilindrata.

Il motore elettrico può sia caricare la batteria del propulsore principale che fornire, se necessario, un boost di potenza extra. Tale motore a magneti permanenti è associato anche ad una sua batteria specifica del sistema ibrido – di tipo 288-volt DC, al Nichel-idruro metallico (NiMH) – che è installata subito dietro la zona dei sedili posteriori. La carica della batteria è diretta attraverso un dispositivo "boost converter", che può efficacemente aumentare la tensione di funzionamento fino ad un massimo di 650-volt DC. Un inverter trasforma poi la corrente generata da continua ad alternata, permettendo così al motore elettrico – che è in grado di ruotare fino ad un regime di 14.400 giri al minuto – di erogare elevate potenza e coppia (fino a 147 kW e 275 Nm). È presente, inoltre, una batteria ausiliaria da 12 volt che regola ed alimenta diversi sistemi ed accessori a bordo del veicolo, compreso l'impianto audio ed il navigatore satellitare. Il veicolo impiega anche un sistema di recupero dell'energia cinetica accumulata durante le fasi di frenata e decelerazione della vettura.

La potenza dal motore a benzina viene trasmessa alle ruote motrici posteriori tramite un cambio automatico epicicloidale a due velocità, che prende il nome di eCVT. Questa trasmissione speciale, dotata di ingranaggi planetari con doppio regime di moltiplicazione di coppia, funziona come un cambio a variazione continua che abbia due gamme di rapporti – una gamma valevole per la partenza e le velocità fino a circa 100 km/h; l'altra per tutte le velocità superiori a tale limite – e permette al guidatore di scegliere fra tre modalità di guida: "Power", "Normal" e "Snow". La modalità "Normal" consente di ottenere un'operatività generica, ideale per i viaggi in città o in periferia; la modalità "Power" rende più reattiva la risposta del pedale dell'acceleratore; la modalità "Snow", infine, ammorbidisce la risposta del pedale dell'acceleratore, rendendo più facile viaggiare su superfici stradali sdrucciolevoli.

Dispositivi di sicurezza attiva e passiva[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda la sicurezza degli occupanti, la GS dispone di un totale di otto airbag forniti nella dotazione di serie. Tra i molti dispositivi di sicurezza è presente il sistema SRS (acronimo di Supplemental Restraint System) che è in grado di regolare l'apertura degli airbag frontali, per i due occupanti anteriori. I sensori del sistema SRS sono progettati per determinare e predire in anticipo la gravità di un incidente e, regolando l'apertura degli airbag, consentire al sistema stesso di fornire un adeguato livello di protezione degli occupanti. Poi, è presente anche il sistema PCS (acronimo di Pre-Collision System) che può anticipare l'azionamento di diversi sistemi di sicurezza di bordo, contribuendo a ridurre i danni in caso d'incidente. Un sensore radar consente, infatti, di rilevare gli ostacoli davanti alla vettura, analizzando contemporaneamente vari altri parametri – velocità del veicolo, angolo di sterzata e d'imbardata – il tutto per determinare se la collisione è inevitabile oppure no. In caso di inevitabilità di collisione, il PCS commuta il sistema AVS (acronimo di Adaptive Variable Suspension) in modalità "Sport" – per consentire che il telaio abbia la risposta più rapida possibile ai comandi del guidatore – aziona i pre-tensionatori delle cinture di sicurezza anteriori ed aumenta al massimo la sensibilità di risposta del sistema frenante "brake-by-wire", in modo che la frenata sia la più potente e reattiva possibile nel momento in cui il guidatore preme il pedale del freno. La funzione d'assistenza di sicurezza alla frenata si attiva comunque automaticamente, garantendo una decelerazione di 0,3 G anche se il guidatore non reagisce alla situazione di pericolo e non preme il pedale del freno .

Un altro sistema di sicurezza è l'IPA (acronimo di Intuitive Park Assist) che utilizza sensori ad ultrasuoni per rilevare la presenza di oggetti nelle vicinanze dei paraurti ed avvertire il conducente della loro eccessiva prossimità.

La GS 450h è, inoltre, equipaggiata con un alto livello di tecnologia di gestione della dinamica di guida: è presente il sistema VDIM (acronimo di Vehicle Dinamics Integrated Management) che si occupa della gestione integrata delle dinamiche del veicolo, un sistema elettronico le cui prestazioni vanno oltre le capacità di trazione e di stabilità di altri sistemi di controllo di altre marche automobilistiche. Il VDIM è stato progettato per anticipare l'insorgere di una perdita di controllo in curva e, poi, per aiutare a correggere automaticamente la situazione di guida con una combinazione di frenata, acceleratore e controllo di sterzo in modo essenzialmente trasparente per il guidatore. Il sistema VDIM integra vari sistemi, come l'EPS (Electric Power Steering, ovvero il servosterzo elettrico), il VGRS (Variable Gear Ratio Steering, ovvero il sistema di variazione parametrica della demoltiplicazione dello sterzo), il sistema ABS (antibloccaggio dei freni), l'EBD (Electronic Brakeforce Distribution, ovvero la ripartizione elettronica della forza frenante), il BA (Brake Assist, ossia il sistema di assistenza di sicurezza alla frenata), il VSC (Vehicle Stability Control, ossia il controllo di stabilità del veicolo), il BCE (i freni a controllo elettronico) ed il TRAC (TRAction Control).

Altre caratteristiche salienti della versione ibrida[modifica | modifica wikitesto]

Come dotazione di serie, la vettura implementa sospensioni adattive variabili, come abbiamo già detto, e cerchioni in lega di alluminio da 18 pollici di diametro, con pneumatici 245/40-R18 e codice di velocità Z.

Per aumentare il contenimento del rumore all'interno dell'abitacolo, il parabrezza della 450h è di tipo fonoassorbente.

Al livello di accessori presenti di serie, la vettura annovera sedili anteriori riscaldati e termo-ventilati, telecamera posteriore di parcheggio e lavafari. È inoltre disponibile un impianto CD-DVD collegato a 14 altoparlanti con una potenza audio complessiva di 330 watt. I film in DVD possono essere visualizzati su schermo touch-screen a colori da sette pollici solo quando il veicolo è parcheggiato ed il freno di stazionamento è inserito. Tutti i sistemi elettronici possono anche essere gestiti tramite comandi vocali. Gli interni sono in metallo lucido, legno e pelle, presenti in vari accostamenti cromatici.[2]

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
(cm³)
Potenza (kW) Coppia Massima
(Nm)
Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
450h dal 2010 Ibrida 3456 218 kW (296 CV) per il solo motore a benzina o 254 kW (345 CV) combinati, motore a combustione interna + motore elettrico 368 per il solo motore a benzina 180 5.9 250 13.2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Test EuroNCAP del 2005
  2. ^ 2010 Lexus GS 450h - Top Speed

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili