Lexus CT

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lexus CT
Lexus CT200h.jpg
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Lexus
Tipo principale Berlina 2 volumi
Produzione dal 2011
Euro NCAP (2011[1]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4320 mm
Larghezza 1765 mm
Altezza 1430 mm
Passo 2600 mm
Altro
Auto simili Audi A3
BMW Serie 1
Mercedes-Benz Classe A
SEAT León
Volkswagen Golf
2011 Lexus CT 200h (ZWA10R) F Sport hatchback (2011-04-22) 03.jpg

La Lexus CT 200h è una berlina 2 volumi, con motorizzazione ibrida. Ha fatto il suo esordio al salone dell'automobile di Ginevra nel marzo del 2010 e, pur essendo stata progettata e destinata principalmente al mercato europeo, viene venduta in tutto il mondo. È stata presentata ai mercati nordamericani al salone dell'automobile di New York nell'aprile del 2010. La produzione della CT 200h è incominciata alla fine del mese di dicembre 2010.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La CT200h monta lo stesso sistema ibrido della Toyota Prius, ovvero un motore termico a ciclo Atkinson DOHC da 1800 cm³ e 99 CV (73 KW e 142 Nm a 4200 giri) con sistema di recupero del calore di scarico abbinato a due motori elettrici (denominati MG1 e MG2) da 82 CV e 207 Nm. Insieme, i propulsori sviluppano una potenza combinata di 136 CV.

I motori sono collegati tra loro tramite un meccanismo epicicloidale denominato PSD (Power Split Device) che sostituisce il tradizionale cambio a più rapporti, simulando il funzionamento di un cambio CVT ma la trazione finale è sempre affidata ai due motori elettrici che sono sempre in funzione.

In frenata ed in rilascio i due motori elettrici si trasformano in generatori, inviando la corrente generata nella batteria di trazione da 202 Volt e 27 KW ubicata nella parte posteriore, sotto al bagagliaio, per avere sempre una riserva di corrente necessaria ad aiutare il motore termico nelle fasi di accelerazione. Quando necessario, uno dei due motori elettrici (solitamente MG2) anche durante la marcia a motore termico acceso diventa generatore, contribuendo a mantenere la batteria di trazione a un livello di carica ottimale (SOC al 60%).

Le sospensioni sono a schema anteriore di tipo MacPherson ad assale torcente con braccio a “L” e al posteriore sono indipendenti a doppio braccio oscillante e braccio longitudinale.

È stata posta un’attenzione particolare allo sviluppo delle componenti che garantissero una stabilità e una tenuta di strada superiore mediante la rigidità strutturale della scocca. La rigidità torsionale è stata ulteriormente migliorata e le vibrazioni minimizzate lungo l’intera scocca grazie a nuovi punti di saldatura ad alta densità, all'estensivo utilizzo di rinforzi longitudinali, al rafforzamento dei sistemi di sospensione e sterzo, e all'impiego di stabilizzatori laterali per i sostegni anteriori del motore.

La vettura ha subito durante gli anni due facelift, il primo nel 2013 e il secondo nel 2017.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 2011, su euroncap.com. URL consultato l'8 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili