Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae
Autorevari
1ª ed. originale1981-1999
GenereEnciclopedia
Sottogenereiconografia greca, romana ed etrusca
Lingua originale inglese, francese, italiano, tedesco

Il Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae (abbreviato in LIMC), è un'enciclopedia che raccoglie e analizza i documenti iconografici prodotti dalla civiltà greca, romana ed etrusca, ordinandoli in base al criterio alfabetico convenzionalmente adottato nelle opere enciclopediche. L'opera comprende 18 volumi, di cui 16 tomi dedicati alla storia e all'illustrazione dei reperti, e due indici. La casa editrice che si fa carico di questa impresa è la Artemis Verlag Zürich und München.

Il progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il LIMC è un progetto internazionale a cui collaborano 40 paesi e si pone come obiettivo di chiarire lo stato della conoscenza dell'iconografia per ciò che concerne la mitologia greca, romana, etrusca e di altre tradizioni periferiche nel periodo compreso tra l'età micenea e l'inizio del Cristianesimo.

Esso si collega a una necessità reale della ricerca, perché attualmente non esistono opere che si occupano di iconografia relativa alla mitologia classica, in grado di fornire una documentazione illustrativa dettagliata e a compiere un'analisi sviluppata secondo i metodi della scienza moderna. Il Lexikon der griechischen und römischen Mythologie di Wilhelm H. Roscher, composto tra la fine dell'ottocento e l'inizio del novecento, resta uno strumento indispensabile per quel che riguarda le parti testuali ma risulta del tutto obsoleto per la parte iconografica.

Un progetto di questa ampiezza implica, alla sua base, la raccolta di una quantità considerevole di documentazione condivisa tra tutti gli addetti alla ricerca dei paesi partecipanti, secondo uno spirito di collaborazione. Questi ricercatori sono in molti casi anche gli autori degli articoli prodotti nell'ambito del lavoro di équipe creato dal LIMC.

Un'attenzione particolare è riservata alla sorte delle immagini greche e romane nei paesi ellenizzati e romanizzati e alle divinità e agli eroi dei paesi vicini a queste culture.

La pubblicazione dei volumi iniziata nel 1981 ha avuto fine nel 1999.[1]

Principali referenti[modifica | modifica wikitesto]

La pubblicazione è sotto la responsabilità della Fondazione Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae con sede a Ginevra, il cui presidente è Olivier Reverdin. La segreteria generale fa capo a Lilly Kahil. Il comitato di redazione è composto da John Boardman, Philippe Bruneau, Fulvio Canciani, Lilly Kahil, Nikolaos Kontoleon, Erika Simon, Nikolaos Yalouris. I membri della redazione sono Hans Christoph Ackermann e Jean-Robert Gisler. La sede gestionale è in Pfluggasse 5, CH-4051, Basilea (Basel, Basle).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per queste e altre notizie sul progetto si veda: Projects of the IUA Archiviato il 21 novembre 2008 in Internet Archive..
  2. ^ Dati tratti dai frontespizi dei volumi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]