Levriero polacco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Levriero polacco
Chart polski 67u7.jpg
Classificazione FCI - n. 333
Gruppo 10 Levrieri
Sezione 3 Levrieri a pelo corto
Standard n. 333 del 01/10/1999 (en fr)
Nome originale Chart Polski
Tipo Caccia, Compagnia
Prova di lavoro Senza prova di lavoro
Origine Polonia
Altezza al garrese Maschi 70 - 80 cm
Femmine 68 - 75 cm
Razze canine

Il levriero polacco[1] è una razza canina di origine polacca riconosciuta dalla FCI (Standard N. 333, Gruppo 10, Sezione 3).

Nonostante il suo nome in lingua inglese sia Polish Greyhound, non discende affatto dal greyhound britannico ma è un diretto discendente del Saluki persiano.

Il levriero polacco ha temperamento tendenzialmente tranquillo anche se un po' diffidente. Fisicamente, si discosta in modo abbastanza netto dagli altri levrieri a pelo corto, avendo una struttura solida e forte. Cane dotato di grande velocità e buona resistenza, è adatto alla caccia di animali veloci ed alla corsa nei cinodromi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il chart ("levriero" in lingua polacca) venne selezionato nel Regno di Polonia sin dal XIII secolo partendo da cani importati dalla Persia lungo le rotte commerciali di terra che mettevano le terre dei polacchi in comunicazione con l'Oriente lungo il bassopiano sarmatico. I primi epigoni della razza vengono citati già nel Gesta principum Polonorum del XII secolo.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LEVRIERO POLACCO, su www.enci.it. URL consultato il 15 gennaio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cani Portale Cani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cani