Levi (Bibbia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Levi è il terzo figlio del patriarca biblico Giacobbe e di Lia, capostipite della tribù israelitica dei Leviti. I sacerdoti, dediti all'officio del culto di JHWH, potevano appartenere solo a questa tribù.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la tradizione Giacobbe offrì suo figlio Levi come tributo a Dio, e Levi fu portato in cielo dall'angelo Michele. Là Dio lo benedisse e gli disse che i suoi discendenti sarebbero stati prescelti per essere i ministri di Dio sulla terra come gli angeli sono i ministri di Dio in cielo.

Levi fu coinvolto con suo fratello Simeone nella violenta vendetta contro i Sichemiti per lo stupro di sua sorella Dina.

La sua tendenza allo zelo per Dio fu ereditata dal suo discendente nella linea sacerdotale Pinechas.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Lia
Giacobbe
Rachele
Octicons-arrow-small-down.svg
Levi
Gherson
Kohath
Merari
Libni
Shimei
Izhar
Hebron
Uzziel
Mahli
Mushi
Iochebed
Amram
Mishael
Elzaphan
Zithri
Miriam
Aronne
Mosè
Sefora
Gherson
Eliezer

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN30344715 · CERL cnp00553524 · GND (DE119346672
  Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo