Leucemia mieloide acuta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Leucemia mieloide acuta
Auer rods.PNG
Aspirato di midollo osseo di un paziente affetto da leucemia mieloide acuta. Le frecce indicano i corpi di Auer.
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 205.0
ICD-10 (EN) C92.0
Sinonimi
Leucemia non linfocitica acuta
Leucemia granulocitica acuta
Leucemia mieloblastica acuta

Per leucemia mieloide acuta (LMA o LAM) in campo medico, si intende una neoplasia del sangue di carattere maligno. Essa è caratterizzata dalla proliferazione di elementi cellulari immaturi chiamati "blasti". La mortalità varia a seconda dell'età calcolata da 2,7 a 18 ogni 100.000.[1]

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

L'incidenza aumenta con l'aumentare dell'età, maggiormente diffusa dall'età dei 60 anni.[2] mentre quella totale è di 3,7 su 100.000 persone.

Per quanto riguarda il sesso è leggermente più frequente in quello maschile.[3]

Tipologia[modifica | modifica sorgente]

Esistono diverse forme specifiche di LAM classificate nel corso dei tempi attraverso particolari sistemi.

La classificazione FAB prevede 7 forme differenti:[4]

Forma Antigeni Diffusione Sottoforme
M1- Mieloblastica senza maturazione CD13 - CD31 - CD33 - CD34 - HLA-DR Dal 15 al 20% Nessuna
M2 - Mieloblastica con maturazione CD13 - CD15 - CD31 - CD33 - HLA-DR Dal 25 al 35% Nessuna
M3 - Promielocitica tipica CD13 - CD31 - CD33 Dal 25 al 30% M3v (Promielocitica microgranulare)
M4 - Mielomonoblastica CD11c - CD13 - CD14 - CD15 - CD31 - CD33 - HLA-DR Dal 20 al 25% Nessuna
M5 - Monoblastica CD11b - CD11c - CD13 - CD14 - CD15 - CD31- CD33 dal 2 al 15% M5a (senza maturazione) M5b (con maturazione)
M6 - Eritroblastica Glicoforina A dal 3 al 5% Nessuna
M7 Megacarioblastica CD41 - CD42 - CD61 dal 1 al 3% Nessuna

Esami[modifica | modifica sorgente]

Per comprendere di quale forma si tratti si opera con la colorazione di Giemsa, poi integrata a quelle citochimiche attraverso microscopia ottica o elettronica.

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

Fra i sintomi e i segni clinici ritroviamo astenia (90% dei casi) anemia, tachicardia, febbre, infezioni, piastrinopenia che può dare emorragia, dolore alle articolazioni e alle strutture ossee o all'addome, dispnea. Nel caso di una patologia mieloide cronica che è virata in senso acuto è possibile inoltre riscontrare splenomegalia; molto più raramente epatomegalia. Qualora poi la malattia si manifesti con localizzazione extra-mididollare è possibile osservare ipertrofia gengivale, localizzazioni cutanee e meningite leucemica.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Le cause esatte sono sconosciute. È un fatto ormai assodato, comunque, che alla leucemia mieloide acuta di tipo M3 è associata la traslocazione t(15;17) (q22;11-12).

Terapia[modifica | modifica sorgente]

Il trattamento consiste nella chemioterapia, radioterapia sino al trapianto del midollo osseo. Si utilizzano l'ARA-C, adriamicina e idarubicina

Prognosi[modifica | modifica sorgente]

Peggiora con l'avanzare dell'età. Dal 1960 grazie a nuovi farmaci essa è generalmente migliorata arrivando ad una remissione completa nel 65-75% dei casi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Deschler B, Lübbert M., Acute myeloid leukemia: epidemiology and etiology in Cancer., vol. 107, novembre 2006, pp. 2099-2107.
  2. ^ Smith M, Barnett M, Bassan R, Gatta G, Tondini C, Kern W., Adult acute myeloid leukaemia. in Crit Rev Oncol Hematol., vol. 50, giugno 2004, pp. 197-222.
  3. ^ Greenlee RT, Hill-Harmon MB, Murray T, Thun M., Cancer statistics, 2001. in CA Cancer J Clin., vol. 51, 2001, pp. 15-36.
  4. ^ Si inserisce inoltre anche una forma M0 intesa come leucemia mieloide minimamente differenziata"

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  • Gianni Bonadonna, Gioacchino Robustelli Della Cuna, Pinuccia Valgussa, Medicina oncologica (8ª edizione), Milano, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2814-2.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina