Lettrismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il lettrismo (o movimento lettrista) fu un movimento avanguardista artistico e culturale teorizzato dal poeta, scrittore, autore teatrale e in seguito cinematografico francese ma di origine rumena Isidore Isou nei primi anni quaranta. L'idea era quella di rinunciare, almeno inizialmente, all'uso delle parole, utilizzando invece la poetica, i suoni, l'onomatopea, la musicalità del discorso. Il movimento in senso stretto si concretizzò nel 1946 in Francia, dalla collaborazione tra Isou e Gabriel Pomerand.

Definizioni[modifica | modifica wikitesto]

Ecco la definizione data nel 1947 nel manifesto lettrista (Bilan lettriste):

(FR)

« Art qui accepte la matière des lettres réduites et devenues simplement elles-mêmes (s'ajoutant ou remplaçant totalement les éléments poétiques et musicaux) et qui les dépasse pour mouler dans leur bloc des œuvres cohérentes »

(IT)

« Arte che accetta la materia delle lettere ridotte e diventate semplicemente se stesse (aggiungendo o sostituendo totalmente gli elementi poetici e musicali) e che le supera per plasmare nel loro blocco delle opere coerenti »

(Isidore Isou)

O, come detto in diverso contesto dallo stesso Isiou, una «teoria in perpetuo divenire, un sistema totalizzante basato sia sulla decostruzione del linguaggio ridotto all'insieme delle lettere e dei segni, sia sul disfacimento della forma e della pittura trasformata in poliscrittura».

Il lettrismo può essere definito come un movimento culturale basato sull'innovazione in tutte le discipline del sapere e della vita, come descritto in La Créatique ou la Novatique, un lavoro scritto da Isou tra 1941 e il 1976.

Il lettrismo è stato un fondamentale movimento d'avanguardia insieme a dadaismo e surrealismo, nell'estremo tentativo di superamento dell'attività creativa del momento storico, tentando il superamento della settorializzazione culturale. Secondo Isou le radici del movimento andrebbero anche cercate in Charles Baudelaire, Arthur Rimbaud, Stéphane Mallarmé e i dadaisti. Spesso il lettrismo ha criticato la società contemporanea, indicando invece nel comunismo e socialismo la soluzione ideale in senso sociale. Nel suo miscuglio di intellettualismo, edonismo e protesta, il gruppo può essere visto come la controparte francese della Beat Generation statunitense.[senza fonte]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi poeti lettristi, insieme a Isou e Pomerand, furono François Dufrêne, Maurice Lemaître, Jean Louis Brau, Gil Wolman. Tra il 1951 e 1952 i film lettristi di Isou, Lemaître e Debord ottennero un notevole successo grazie anche ad alcune invenzioni tecniche, come la dissociazione della colonna sonora rispetto alle immagini, testi e interventi sulle pellicole, lunghe sequenze nere, commenti degli spettatori sulla colonna sonora, commenti casuali non aderenti alle immagini. Dopo il teatro lettrista sono seguite scuole lettriste, psicoterapia lettrista e università lettriste.

Nel 1952 venne fondata l'Internazionale lettrista da una scissione di alcuni suoi membri, per lo più giovanissimi (Jean-Louis Brau, Guy-Ernest Debord, Serge Berna, Gil J Wolman) in aperto dissidio col gruppo originario. L'Internazionale lettrista che pone subito la sua attenzione sulla realtà urbana. Punto di contatto tra il gruppo lettrista di Isidore Isou e l'Internazionale situazionista, l'Internazionale lettrista era inizialmente composta da artisti la cui età media si aggirava intorno ai vent'anni, per alzarsi a ventinove nel 1957.[1]. Infine, nel 1957 l'internazionale andò a fondersi nel movimento situazionista.

Importante per il successivo sviluppo del movimento situazionista fu la cosiddetta psicogeografia (termine coniato da Debord nel 1953), con la quale si intendeva circoscrivere una determinata esperienza (casuale o indotta) in una determinata area geografica. L'internazionale lettrista rivendicava la necessità di "vivere" in prima persona la rivoluzione culturale superando o "distruggendo" l'arte, indagava precipuamente l'ambiente e la sua indiscussa influenza sul comportamento delle persone; l'architettura veniva così ad essere concepita quale espressione della volontà della classe dominante, e l'ambiente urbano come uno dei fattori di maggiore condizionamento sulla coercizione psichica e fisica dei cittadini. Il nesso tra ambiente geografico ed effetti psichici da esso indotti sul comportamento individuale furono anche alla base della deriva psicogeografica del movimento.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Internationale situationniste, no. 2, p.17.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

In lingua italiana
  • Bandini, Mirella. "Per una storia del Lettrismo", Tracce Edizioni, (Gavorrano, 2005).
  • Costa, Mario. "Il lettrismo di Isidore Isou", Carrucci Editore, (Roma, 1980).
  • Scuro, Alessandro. "Il lettrismo", Massari Editore, (Bolsena, 2014).
  • Scuro, Alessandro. "Dal lettrismo alla creatica. Isidore Isou e l'utopia della creazione ininterrotta", Avanguardia 21, (Latina, 2017).
In lingua inglese
  • Curtay, Jean-Paul. Letterism and Hypergraphics: The Unknown Avant-Garde, 1945–1985 (Franklin Furnace, 1985).
  • Debord, Guy and Gil J. Wolman.Why Lettrism?
  • Ferrua, Pietro, ed. Proceedings of the First International Symposium on Letterism (Portland: Avant-Garde, 1979)
  • Foster, Stephen C., ed. Lettrisme: Into the Present (University of Iowa Museum of Art, 1983).
  • Home, Stewart. The Assault on Culture (Aporia Press and Unpopular Books, 1988).
  • Isou/Satié/Gérard Bermond. Le peinture lettriste (bilingual edition, Jean-Paul Rocher, 2000).
  • Jolas, Eugene. 'From Jabberwocky to Lettrism', Transition 48, no. 1 (1948).
  • Jorn, Asger. 'Originality and Magnitude (on Isou's System)', in his Open Creation And Its Enemies (Unpopular Books, 1994).
  • Marcus, Greil. Lipstick Traces (Penguin, 1989).
  • Monsegu, Sylvain. 'Lettrism', in Art Tribes, ed. Achille Bonito Oliva (Skira, 2002).
  • Seaman, David W. Concrete Poetry in France (UMI Research, 1981).
  • Roland Sabatier, Persistence of Lettrisme, in « Complete with missing parts : Interviews with the avant-garde ». Edited by Louis E. Bourgeois, Vox Press, Oxford, 2008
  • Frédéric Acquaviva, [monograph] Gil J Wolman, I am immortal and alive", MACBA, 140pp (anglais) + texts by Kaira Cabanas and Bartomeu Mari
In lingua francese
  • Bandini, Mirella. Pour une histoire du lettrisme (Traduction de l'italien d'Anne-Catherine Caron, Jean-Paul Rocher, 2003).
  • Broutin, Curtay, Gillard & Poyet. "Lettrisme et Hypergraphie" (Georges Fall 1972).
  • Curtay, Jean-Paul. La poésie lettriste (Seghers, 1974).
  • Devaux, Fréderique. Le Cinéma Lettriste (1951–1991) (Paris Experimental, 1992).
  • Lemaître, Maurice. Qu'est-ce que le lettrisme? (Fischbacher, 1954).
  • Sabatier, Roland. Le lettrisme: les créations et les créateurs (ZEditions, n.d. [1988]).
  • Satié, Alain. Le lettrisme, la creation ininterrompue (Jean-Paul Rocher, 2003).
  • Frédéric Acquaviva, "Isou 2.0" in Catalogue Isidore Isou, pour en finir avec la conspiration du silence, Institut Culturel Français, 2007
  • Frédéric Acquaviva," Lettrisme + bibliophilie : mode d'emploi", Le Magazine de la Bibliophilie n°75, 2008
  • Roland Sabatier, Isidore Isou : La problématique du dépassement, revue Mélusine n° XXVIII (Actes du colloque de Cerisy « Le Surréalisme en héritage : les avant-gardes après 1945 », 2-12 août 2006), Éditions L'Âge d'Homme, Lausanne, 2008.
  • Anne-Catherine Caron, Il Lettrismo al di là della femminilitudine, précédé de L'apport du Lettrisme et du Juventisme au mouvement de libération des femmes d'Isidore Isou, Ed. Zero Gravità, Sordevolo, 2008. Edizione francese/italiano.
  • Roland Sabatier, Anne-Catherine Caron, L'anti-cinéma lettriste (1952-2009) , Ed. Zero Gravità, Sordevolo, 2009. Edizione francese/italiano.
  • Fabrice Flahutez, Le lettrisme historique était une avant-garde , Les presses du réel, 2011. ISBN 978-2-84066-405-5.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurice Lemaître présente le lettrisme (Columbia ESRF1171, 1958). (7" e.p., 45 r.p.m).
  • Maurice Lemaître, Poèmes et musique lettristes (Lettrisme, nouvelle série, no. 24, 1971). (Three 7" discs, 45 r.p.m.). Augmented reissue of the above. Two extracts are also included in Futura poesia sonora (Cramps Records CRSCD 091–095, 1978).
  • Maurice Lemaître, Oeuvres poètiques et musicales lettristes (1993). (Audio cassette) / Rédition 100ex en 2007 avec 2 CDs, préface Frédéric Acquaviva
  • Isidore Isou, Poèmes lettristes 1944-1999 (Alga Marghen 12vocson033, 1999), presentazione di Roland Sabatier. (12" l.p., 33 r.p.m., 500 copie).
  • Isidore Isou, Musiques lettristes (Al Dante II-AD04, 1999). (Compact disc, realization by Frédéric Acquaviva).
  • Isidore Isou, Juvenal (symphonie 4) (Al Dante, 2004). (Compact disc, realization and orchestration by Frédéric Acquaviva).
  • Gil J. Wolman, L'Anticoncept (Alga Marghen 11VocSon032, 1999). (12" l.p., 33 r.p.m., 400 copie).
  • Gil J. Wolman, La mémoire (Ou, no. 33, 1967).
  • L'Autonomatopek 1 (Opus International, nos. 40–41, 1973). (7" e.p.) Contains work by Isou, Dufrêne, Wolman, Brau, Spacagna etc.
  • Jacques Spacagna" in Jacques Spacagna, le voyage en Italie , de Frédéric Acquaviva, Ed Conz, Verona, 2007 (Book + Compact Disc)
  • Jean-Louis Brau" in Jean-Louis Brau, instrumentations verbales, LP Alga Marghen with linear notes by Frédéric Acquaviva, Milano, 2010
  • Broutin "Concerto pour une bouche et 4 membres" (1976) , CD audio, ed. AtelierLettrista 2009 Verona, sound porduction Frédérique Acquaviva.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema