Letterio D'Arrigo Ramondini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Letterio D'Arrigo Ramondini
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
 
Nato15 novembre 1849 a Itala
Ordinato presbitero21 settembre 1872
Nominato arcivescovo24 marzo 1898
Consacrato arcivescovo25 marzo 1898
Deceduto22 dicembre 1922 a Messina
 

Letterio D'Arrigo Ramondini (Itala, 15 novembre 1849Messina, 18 ottobre 1922) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 15 novembre 1849 a Itala da nobile famiglia, nel 1872 venne ordinato sacerdote dall'arcivescovo Luigi Natoli e mandato a Itala come collaboratore dell'arciprete. Dopo sei anni venne nominato Canonico Teologo del Capitolo Protometropolitano della Cattedrale di Messina e nel 1891 portò a compimento, a sue spese, la costruzione della chiesa del Sacro Cuore di Gesù agli Arcipeschieri. Dopo la morte nel 1897 del cardinale Giuseppe Guarino, venne eletto vicario capitolare, e quindi nominato da papa Leone XIII 105º arcivescovo metropolita ed archimandrita di Messina.

Rimasto illeso al disastroso terremoto del 28 dicembre 1908, ebbe come vicario generale san Luigi Orione.

Morì a Messina il 18 dicembre 1922. Inizialmente fu sepolto nella tomba di famiglia al Cimitero monumentale di Messina, e nel 1933, per iniziativa lodevole di mons. Angelo Paino, suo successore, che ne difese la memoria, fu traslato nella Cattedrale ormai ricostruita, di fronte alla cattedra vescovile.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89548674 · ISNI (EN0000 0004 1961 3106 · SBN IT\ICCU\PALV\018651 · BAV ADV11336748