Lettera di credito stand-by

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La lettera di credito "stand by" (stand-by letter of credit) è nata negli Stati Uniti come promessa di pagamento unilaterale allo scopo di essere utilizzata come cauzione per la corretta esecuzione di un contratto commerciale sottostante. La forma utilizzata è quella di un credito documentario il cui utilizzo sia subordinato ad una presentazione di documenti estremamente semplificata o addirittura limitata alla sola esibizione della richiesta di pagamento da parte del beneficiario. Essa viene utilizzata soprattutto dalle banche USA per eludere la norma che vieta loro di emettere documenti in forma di garanzia.

Normativa[modifica | modifica wikitesto]

Pur avendo la forma di un credito documentario o di una lettera di credito la l.c. Stand-by è sostanzialmente una garanzia a prima richiesta e pertanto valgono per essa le incertezze normative che contraddiscono in campo internazionale le cosiddette "garanzie autonome". Col 1/1/1999 sono entrate in vigore in alcuni Paesi Anglosassoni delle norme della Camera di Commercio Internazionale denominate ISP98 (International Standby Practices 1998). Tuttavia queste norme riflettono soprattutto la prassi anglosassone in materia e non sono state ben accette dalle comunità bancarie europee - tra cui quella italiana e tedesca - che continuano a privilegiare il riferimento alle Norme ed Usi Uniformi (Brochure n. 600) relative ai crediti documentari in uso dal 1/07/2007.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

La l.c. stand-by, per la sua praticità e duttilità viene largamente utilizzata non solo nel commercio internazionale ma anche come garanzia in operazioni di natura esclusivamente finanziaria.