Lesignano de' Bagni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lesignano de' Bagni
comune
Lesignano de' Bagni – Stemma Lesignano de' Bagni – Bandiera
Lesignano de' Bagni – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Parma-Stemma.png Parma
Amministrazione
Sindaco Giorgio Cavatorta (Insieme per Lesignano - PD) dall'08/06/2009 rieletto il 25/05/2014
Territorio
Coordinate 44°39′N 10°18′E / 44.65°N 10.3°E44.65; 10.3 (Lesignano de' Bagni)Coordinate: 44°39′N 10°18′E / 44.65°N 10.3°E44.65; 10.3 (Lesignano de' Bagni)
Altitudine 252 m s.l.m.
Superficie 47,49 km²
Abitanti 5 004[1] (31-12-2014)
Densità 105,37 ab./km²
Frazioni Bassa, Caseificio, Cavirano, Costa, Faviano di Sopra, Faviano di Sotto, Fienile, Fossola, La Porta, Masdone, Monti Vitali, Mulazzano Monte, Mulazzano Ponte, Rivalta, Saliceto, San Michele Cavana, Santa Maria del Piano, Stadirano, Tassara
Comuni confinanti Langhirano, Neviano degli Arduini, Parma, Traversetolo
Altre informazioni
Cod. postale 43037
Prefisso 0521
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 034019
Cod. catastale E547
Targa PR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti Lesignanesi
Patrono San Michele Arcangelo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lesignano de' Bagni
Lesignano de' Bagni
Lesignano de' Bagni – Mappa
Posizione del comune di Lesignano de' Bagni nella provincia di Parma
Sito istituzionale

Lesignano de' Bagni (Lesgnàn in dialetto parmigiano[2]) è un comune italiano di 5.004 abitanti della provincia di Parma.

Nel capoluogo del Comune si trova la Pieve di S. Michele, che conserva ancora alcune parti risalenti all'epoca romanica. Sempre nel capoluogo va ricordato l'Oratorio di S. Fermo che secondo la tradizione fu fatto erigere da Pier Maria Rossi. A S. Michele Cavana si trova la Badia Vallombrosana, fondata nel 1111 con il contributo dei Conti Della Palude e di Matilde di Canossa. La cripta custodisce le spoglie di S. Basilide. Il Comune di Lesignano de' Bagni confina con i Comuni di Langhirano, Neviano degli Arduini, Traversetolo e Parma. Lesignano de' Bagni, territorio matildico, si colloca all'interno dei comuni della Comunità Montana Appennino Parma Est. Le Terme di Lesignano de' Bagni sono, assieme al castello di Torrechiara, la porta d'accesso della città verso la Val Parma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima menzione di Lesignano de' Bagni si trova in un testamento dell'agosto 1094. Fu sotto il dominio dei Visconti dal 1346 al 1447. L'appartenenza al feudo dei Conti Rossi è provata dal testamento di Pier Maria Rossi del 1464. Fu proprio Pier Maria Rossi che volle valorizzare le acque termali presenti a Lesignano, facendone espurgare i pozzi e restaurare la casa di cura. Nel 1761 tutto il territorio di Lesignano e delle frazioni di Rivalta, Stadirano e S. Maria passò sotto il dominio del Duca Sforza-Cesarini. Dopo il decreto di Napoleone I del 1805, inteso ad abolire tutte le giurisdizioni feudali le terre di Lesignano entrarono a far parte del Comune di Parma. Ma l'anno seguente Lesignano si costituì come libero comune, assumendo nel 1837 la definitiva denominazione “Lesignano de' Bagni”.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Lesignano de' Bagni è posto lungo l'interfaccia pianura - collina e quindi luogo naturale di passaggio fra le diverse realtà della montagna emiliana e della "bassa" padana. Le principali realtà naturalistico-ambientali sono di tipo: - geologico, con la presenza di salse o "barboj", consistenti in pozze affioranti tra le argille di aree paludose, spesso sotto forma di - vulcanelli, che emettono di continuo gas gorgoglianti; - geomorfologico, con la presenza di calanchi: nascono dall'azione dilavante delle acque piovane e consistono in profonde incisioni nel terreno che mettono a nudo la sua struttura geologica; - floristico e vegetazionale, con la presenza di numerosi ulivi e specie protette; faunistico e paesaggistico.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

In Lesignano de' Bagni il clima è caldo e temperato e si riscontra una piovosità significativa durante l'anno. Anche nel mese più secco viene riscontrata molta piovosità e la media annuale è di 851 mm. Di media c'è una temperatura di 16,9 °C.

Gastronomia[modifica | modifica wikitesto]

La gastronomia è certamente legata alle tradizioni culinarie tipiche dell'Emilia e di Parma in particolare, ma è arricchita dal fatto di trovarsi al centro della zona di stagionatura del prosciutto di Parma. Numerose sono, soprattutto in primavera ed estate, le manifestazioni gastronomiche che propongono piatti della tradizione a base di salumi, Parmigiano e vino dei Colli.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sindaco di Lesignano de' Bagni è Giorgio Cavatorta eletto nel giugno del 2009 con il 33.24% dei voti sostenuto da una coalizione di centrosinistra formata principalmente dal PD e anche da IDV, PSI e indipendenti. Il 25 maggio 2014 viene rieletto sindaco con oltre il 47% dei voti.

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º ottobre 1985 21 giugno 1990 Antonio Spalmach Partito Socialista Italiano Sindaco [4]
21 giugno 1990 24 aprile 1995 Gabriele Trombi Democrazia Cristiana Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Giannino Tragni centro-sinistra Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Michele Perlini centro-sinistra Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Michele Perlini centro-sinistra Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Giorgio Cavatorta centro-sinistra Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Giorgio Cavatorta centro-sinistra Sindaco [4]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

UNESCO[modifica | modifica wikitesto]

Il riconoscimento ufficiale è arrivato il 9 giugno 2015 a Parigi, dove si è riunito il Comitato internazionale del Programma Mab (Man and the biosphere) dell'UNESCO. Le riserve della biosfera UNESCO del programma Mab sono aree di ecosistemi terrestri, costieri e marini in cui si accosta la conservazione dell'ecosistema e la sua biodiversità con l'utilizzo sostenibile delle risorse naturali a sostegno delle comunità locali. I progetti che vengono realizzati per la gestione della riserva possono beneficiare di contributi europei e spaziano dalle attività di ricerca e conservazione a quelle di sviluppo e promozione. Il Consiglio Internazionale di Coordinamento dell'UNESCO ha approvato all'unanimità l'iscrizione dell'Appennino Tosco Emiliano nella Rete delle riserve MAB, tale qualifica riguarda 631 siti al mondo, di cui 13 italiani. Il Parco è ente capofila della vasta area che ha ricevuto il riconoscimento e comprende anche i territori del Comune di Lesignano. Il valore di questa certificazione non è legato solo al paesaggio, ma anche alle produzioni agroalimentari, agli insediamenti storici e al patrimonio di biodiversità; far parte della rete MAB significa avere la possibilità di sperimentare percorsi di sviluppo economico e potenziamento del capitale umano. Il riconoscimento ufficiale avvenuto il 9 giugno 2015 è la tappa conclusiva di un percorso iniziato nel 2013 con la prima candidatura ufficiale del Parco sottoscritta e sostenuta dalla Regione, dal Ministero dell'Ambiente e dai Comuni del territorio. http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2015/giugno/delta-del-po-e-appennino-tosco-emiliano-diventano-riserva-della-biosfera-unesco

Persone legate a Lesignano[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Guglielmo Capacchi, Dizionario Italiano-Parmigiano. Tomo II M-Z, Artegrafica Silva, pp. 895ss.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN156337619
Parma Portale Parma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Parma