Lerrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lerrone
Lerrone a villanova.jpg
StatoItalia Italia
Regioni  Liguria
Lunghezza15 circa km[1]
Portata media0,75 m³/s[2]
Bacino idrografico45 km²[3]
Nascemonte Mucchio di Pietre
SfociaArroscia a Villanova d'Albenga
44°02′49.91″N 8°08′47.52″E / 44.047197°N 8.146532°E44.047197; 8.146532
Mappa del fiume

Il Lerrone è un torrente della Liguria. Le sue acque, assieme a quelle dell'Arroscia e del Neva, danno origine al fiume Centa. Non va confuso con il quasi omonimo Lerone, un breve torrente che confluisce direttamente nel mar Ligure tra Cogoleto e Arenzano.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce tra Testico e Cesio dal monte Mucchio di Pietre (770 m); con andamento da est verso ovest transita in comune di Casanova Lerrone ricevendo da destra gli apporti del rio Grande, del rio Sanguaneo e del rio Gambalonga. Lambisce poi il centro di Garlenda nei cui pressi, sempre da destra, raccoglie le acque del rio Paravenna e del rio Furioso. Transita poi poco a sud dell'Aeroporto di Albenga, nel comune di Villanova d'Albenga, e confluisce infine in destra idrografica nell'Arroscia poco prima del viadotto dell'Autostrada A10 e dell'Aurelia, a circa 20 metri di quota.[4]

Regime[modifica | modifica wikitesto]

Ha regime estremamente torrentizio con piene violente in autunno e magre fortissime in estate. Il torrente è ad esempio esondato nel novembre del 2000.[5] Più indietro nel tempo possono essere ricordate la piena del 1949, quando il torrente esondò a monte dell'abitato di Villanova d'Albenga allagando abitazioni al di fuori della cinta muraria, e quella del 1971 che coinvolse la piana tra Garlenda e Villanova.[6] D'estate invece il torrente rimane praticamente in secca anche per mesi.

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica: Villanova d'Albenga (1961 - 1970)
Fonte: AA.VV., Portate (mc) LERRONE (Centa) a Villanova - Annali APAT, dati on-line su simn/dati/alov_portate (consultato nel giugno 2012)

Protezione della natura[modifica | modifica wikitesto]

La confluenza con l'Arroscia e, sullo sfondo, l'Autostrada dei Fiori

Nei pressi di Garlenda il greto del Lerrone si allarga formando una zona umida naturalisticamente importante che è tutelata dall'istituzione del SIC (Sito di Importanza Comunitaria) denominato Lerrone (cod. IT1324896, estensione 0,12 ha).[7] Nel sito, la cui vegetazione arborea è caratterizzata da salici e ontani, è presente una ricca avifauna e numerose specie di rettili e anfibi.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato ricavato dal Repertorio Cartografico interattivo della Regione Liguria www.cartografiarl.regione.liguria.it (consultato nel giugno 2012)
  2. ^ Portate (mc) LERRONE (Centa) a Villanova, dati APAT 1961-1970, on-line su simn/dati/alov_portate, su 193.206.192.243. URL consultato il 2 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2012).
  3. ^ Centa (PDF), in PIANO DI BACINO STRALCIO SUL RISCHIO IDROGEOLOGICO, Provincia di Savona, 2003, p. 59. URL consultato il 22 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2017).
  4. ^ Carta Regionale in scala 1:25.000 della Regione Liguria, on-line su www.cartografiarl.regione.liguria.it (consultato nel giugno 2012)
  5. ^ Evacuate decine di persone dalle case a rischio; La Repubblica, articolo del 15 novembre 2000, pagina 3, sezione: Genova
  6. ^ L'ambiente e il territorio, scheda sul sito www.villanovadalbenga.net Archiviato il 23 maggio 2014 in Internet Archive. (consultato nel giugno 2012)
  7. ^ Piano di tutela delle acque - relazione di sintesi, pag. 304; Regione Liguria, on-line in .pdf su www.ambienteinliguria.it (consultato nel giugno 2012)
  8. ^ Il Torrente Lerrone a Garlenda, Ufficio Parchi e Aree Protette Provincia di Savona; on-line su www.natura2000liguria.it (consultato nel giugno 2012)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Liguria