Leopoldo de Gregorio, marchese di Squillace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leopoldo de Gregorio, marchese di Squillace

Leopoldo de Gregorio, marchese di Vallesantoro e di Squillace (Messina, 23 dicembre 1699Venezia, 15 settembre 1785), è stato un politico e diplomatico italiano, al servizio di Carlo III di Spagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Leopoldo de Gregorio fu l'unico ministro della corte di Napoli a seguire Carlo III in Spagna quando divenne re nel 1759. Venne nominato Sovrintendente Generale della Reale Azienda (ovvero Ministro delle Finanze) e suoi Tribunali nella Monarchia delle Spagne, Segretario di Stato e Tenente Generale degli Eserciti di S.M. Cattolica di Spagna. Svolse anche il compito di ambasciatore straordinario presso la Repubblica di Venezia, ove morì nel 1785.[1]

Titoli e cariche ricevute[modifica | modifica wikitesto]

Patrizio di Messina, Grande di Spagna, marchese di Squillace e del S.R.I., marchese di Trentino e Selvarotta, marchese di Vallesantoro, barone di Mammola e suoi casali, signore di Borgia, Stalettì, Amaroni, Sant'Elia, Palermiti, Centrache, Olivadi, Patrizio di Modena, di Trani e di Catania, Gentiluomo di Camera di S.M. delle due Sicilie Re Carlo III di Borbone e suo Ministro della Guerra, Marina e Commercio, (Sovrintendente Generale della Reale Azienda), delle Dogane e della Regia Zecca del Regno di Napoli.[2]

Leopoldo de Gregorio nell'arte[modifica | modifica wikitesto]

La sua fama è tutt'oggi ancora viva in Spagna, dove è noto come “Marchese di Esquilache”: le sue virtù morali e le sue qualità ispirarono, nel 1958, la composizione del dramma teatrale “Un soñador para un pueblo” di Antonio Buero Vallejo, opera pluripremiata e da cui è stata tratta anche opera cinematografica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ sulla sua storia politica cfr. Franco Strazzullo "Il Marchese di Squillace" Leopoldo de Gregorio Ministro di Carlo di Borbone, edizione Liguori.
  2. ^ per i titoli e le cariche cfr. “Raccolta dei Documenti di don Leopoldo de Gregorio” edito su mandato del Senato di Messina nel 1770.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Antonio Ominiguez, Hechos y figuras del siglo XVIII español, Madrid, Editorial Siglo XXI, 1980.
  • (ES) Vicente Odriguez, La política y los políticos en el reinado de Carlos III. Madrid, 1962.

José Miguel López García, "El motín contra Esquilache" . Madrid, 2006

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN287577520 · LCCN (ENn85119860 · GND (DE120933772 · CERL cnp00562526
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie