Leopolda (convegno)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Leopolda è un convegno politico ideato e lanciato da Matteo Renzi a partire dal 2010, che si svolge ogni anno nel periodo autunnale a Firenze presso l'ex stazione Leopolda, che dal 2019 diventa il convegno ufficiale di Italia Viva, partito politico fondato da Renzi.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Matteo Renzi nel 2010

La prima edizione è stata l'incontro Prossima fermata Italia organizzato tra il 5 e il 7 novembre 2010 da Matteo Renzi e Giuseppe Civati, rispettivamente sindaco di Firenze e consigliere regionale della Lombardia,[2] dopo aver lanciato in estate la richiesta di un forte rinnovamento della classe dirigente del Partito Democratico (PD), ragione per cui vennero soprannominati i "rottamatori".[3] Organizzarono un evento presso l'ex stazione Leopolda di Firenze invitando diversi amministratori, politici e professionisti per lanciare l'attacco ai vertici del PD di allora.[4][5] Tra i partecipanti al convegno, che vide la partecipazione di 6.800 persone registrate, ci furono anche l'europarlamentare Debora Serracchiani e il vicepresidente del PD Ivan Scalfarotto.[6]

Dopo la separazione da Civati, a causa di divergenze politiche[7], Renzi ha proseguito annualmente l'organizzazione della convention: l'edizione del 2011, intitolata Big Bang, vide come braccio destro di Renzi e co-conduttore Matteo Richetti, presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna;[8] tra gli interventi dal palco Davide Faraone, allora consigliere comunale a Palermo,[8] Giorgio Gori, futuro sindaco di Bergamo, Luigi Zingales,[9] e i sindaci di Torino Sergio Chiamparino e di Reggio Emilia Graziano Delrio.[10] L'obiettivo della seconda edizione era quello di andare oltre il PD guidato da Pier Luigi Bersani, chiedendo le primarie per scegliere il candidato Presidente del Consiglio del centro-sinistra, ruolo che secondo lo statuto del PD, allora vigente, spettava automaticamente al segretario del partito.[5]

La terza edizione del convegno, con lo slogan "Viva l'Italia viva", si svolse dal 16 al 18 novembre 2012, in piena campagna elettorale e la settimana precedente alle primarie del centro-sinistra "Italia. Bene Comune" per la scelta del leader della coalizione di centro-sinistra e candidato alla Presidenza del Consiglio, in cui Renzi sfidava il segretario del PD Pier Luigi Bersani;[10] vide la partecipazione del finanziere Davide Serra, il giornalista Marco Damilano e del giuslavorista Pietro Ichino.[4][11]

La quarta Leopolda, svoltasi tra 25-27 ottobre 2013, ebbe luogo durante la campagna elettorale delle primarie per la leadership del PD in cui Renzi sfidò Gianni Cuperlo, ex segretario della FGCI e Sinistra Giovanile considerato vicino a Massimo D'Alema, e Civati, eletto deputato;[12] l'edizione fu condotta dalla deputata Maria Elena Boschi.

La quinta edizione della Leopolda si tenne il 24-26 ottobre 2014, la prima con Renzi da segretario del Partito Democratico e Presidente del Consiglio, dove ha parlato di moltissimi temi, fra cui soprattutto politica economica nazionale e internazionale (con annesso di Ucraina e Libia), e ha paragonando i critici delle sue proposte come al «pensionato nel cantiere che prevede che i lavori nella stradina sotto casa sua non verranno mai finiti» in riferimento alla manifestazione della CGIL organizzata a Roma per criticare il Jobs Act e a difesa dell’articolo 18.[13] L'edizione viene organizzata nuovamente da Maria Elena Boschi, che ha visto alla conduzione quattro deputati vicini all'area politica di Renzi nel PD: Edoardo Fanucci, Silvia Fregolent, Luigi Famiglietti e Lorenza Bonaccorsi.[14]

La sesta edizione si è svolta dall'11 al 13 dicembre 2015. Sono intervenute alcune personalità del governo e varie persone elette a livello locale. Nacque il concetto "generazione Leopolda" e nella convention si svolsero, tra gli altri interventi, dei question time con alcuni ministri del governo (Delrio, Boschi, Pinotti, Giannini, Madia, Poletti, Gentiloni, e Padoan).[15]

La settima edizione si è svolta dal 4 al 6 novembre 2016, esattamente a un mese dal referendum costituzionale sulla riforma Renzi-Boschi del 4 dicembre, promuovendone il voto a favore come dallo slogan "E adesso il futuro".[16][17] Durante il convegno, un gruppo di manifestanti a Firenze protestano contro l'evento e il governo Renzi, dove si scontra con la polizia.[18]

L'ottava edizione si è svolta dal 24 al 26 novembre 2017, quasi un anno dopo la sconfitta referendaria e le conseguenti dimissioni da Presidente del Consiglio di Renzi, in cui ha parlato di alcune iniziative per contrastare la diffusione di notizie false, dei disabili e dell’assistenza che ricevono e di altre idee per il futuro del PD.[19][20]

La nona edizione si è svolta dal 19 al 21 ottobre 2018, dopo la sconfitta alle elezioni politiche di 4 marzo 2018 e le conseguenti dimissioni da segretario del PD di Renzi, dove, oltre ad attaccare i dirigenti del PD che gli hanno voltato le spalle, bollandoli come "beneficiati e rancorosi", i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio definendoli come "cialtroni", lancia i comitati civici "Ritorno al Futuro", da cui prende lo slogan e in riferimento all'omonimo film.[21][22][23]

La decima edizione si è svolta dal 18 al 20 ottobre 2019, che ha visto la fondazione ufficiale del partito di stampo liberale e centrista di Renzi: Italia Viva;[24] Renzi parla della manovra finanziaria del governo Conte II, tra cui gli strumenti per la lotta all’evasione fiscale, e gli obiettivi del suo nuovo partito: assorbire larga parte del consenso del PD, come Emmanuel Macron al Partito Socialista in Francia, e di Forza Italia, oltre ai suoi dirigenti e militanti, arrivando a doppia cifra.[25]

Nel 2020, a causa della pandemia di COVID-19, il convegno si è svolto in un'unica giornata, l'11 settembre:[26] data la forma ridotta, tale evento non è stata annoverato dagli organizzatori tra le edizioni ufficiali della Leopolda.

Nel 2021 si è avuto il ritorno alla classica formula in 3 giorni (19-21 novembre)[27], dove interviene Carlo Nordio, già procuratore aggiunto di Venezia e futuro Ministro della Giustizia del governo Meloni, a sostegno della tesi sulla separazione delle carriere[28], e il condirettore del Corriere dello Sport Alessandro Barbano, contro la confisca dei beni e l'ergastolo ai mafiosi.[29] Inoltre durante l'evento Renzi lancia la candidatura di Davide Faraone a sindaco di Palermo alle elezioni amministrative del 2022.[30]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Ed. Data Slogan
5-7 novembre 2010 Prossima fermata Italia
28-30 ottobre 2011 Big Bang
16-18 novembre 2012 Viva l'Italia viva
25-27 ottobre 2013 Diamo un nome al futuro
24-26 ottobre 2014 Il futuro è solo l'inizio
11-13 dicembre 2015 Terra degli Uomini
4-6 novembre 2016 E adesso il futuro
24-26 novembre 2017 L8-In/Contro
19-21 ottobre 2018 Ritorno al futuro
10ª 18-20 ottobre 2019 Italiaventinove
11 settembre 2020[31] Quelli della Leopolda
11ª 19-21 novembre 2021 Diamo voce al merito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Leopolda 10, la diretta della convention di Italia Viva: la prima di Renzi senza il Pd, su Il Fatto Quotidiano, 18 ottobre 2019. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  2. ^ Prossima fermata... Leopolda. I «rottamatori» sono a Firenze, Corriere Fiorentino, 6 novembre 2010. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  3. ^ Cosa stanno organizzando Renzi e Civati, il Post, 10 settembre 2010. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  4. ^ a b Federica Sanna, Renzi e la «Leopolda» da candidato. Sul palco applausi per Ichino e Serra, Corriere Fiorentino, 14 novembre 2012. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  5. ^ a b C’era una volta... la Leopolda, Corriere Fiorentino, 23 ottobre 2014. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  6. ^ David Allegranti e Alessandra Bravi, Generazione Leopolda, last day «Non chiediamo posti, li prendiamo», Corriere Fiorentino, 7 novembre 2010. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  7. ^ David Perluigi, Renzi e Civati: c’eravamo tanto amati, in il Fatto Quotidiano, 13 gennaio 2011. URL consultato il 2 novembre 2016.
  8. ^ a b Laura Antonini e Claudio Bozza, Big bang con Parisi e Chiamparino (per dire no ai dinosauri), Corriere Fiorentino, 25 ottobre 2011. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  9. ^ Il discorso di Renzi alla Leopolda, il Post, 30 ottobre 2011. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  10. ^ a b Via alla Leopolda “di governo”, cos’era e cos’è, ReporterNuovo, 23 ottobre 2014. URL consultato il 4 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2015).
  11. ^ Renzi e Montezemolo, "vento e palude", su Il Post, 19 novembre 2012. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  12. ^ Lisa Baracchi, Leopolda, cento tavoli per il futuro. E Renzi fa il deejay collegato alla Rete, Corriere Fiorentino, 25 ottobre 2013. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  13. ^ Il discorso conclusivo di Matteo Renzi alla Leopolda, su Il Post, 26 ottobre 2014. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  14. ^ Claudio Bozza, Leopolda 5, sfida con la piazza Cgil (e un garage delle idee), Corriere Fiorentino, 22 ottobre 2014. URL consultato il 4 febbraio 2015.
  15. ^ La leopolda del ve l'avevo detto, su L'Huffington Post, 17 ottobre 2015. URL consultato il 23 novembre 2015.
  16. ^ Cosa ha detto Renzi alla Leopolda, su Il Post, 6 novembre 2016. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  17. ^ Valentina Santarpia, Renzi alla Leopolda: Col referendum vogliono distruggere il Pd, in Corriere della Sera, 6 novembre 2016. URL consultato il 6 novembre 2016.
  18. ^ Gli scontri alla manifestazione contro la Leopolda, a Firenze, su Il Post, 5 novembre 2016. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  19. ^ Massimo Vanni, La Leopolda al via. Renzi: "L'Italia era in crisi, ma grazie a noi ora ne sta uscendo", in la Repubblica, 24 novembre 2017. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  20. ^ Cosa ha detto Matteo Renzi alla Leopolda, su Il Post, 26 novembre 2017. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  21. ^ Leopolda al via, Renzi punta sui civici. E apre alle forze liberali, in la Repubblica, 19 ottobre 2018. URL consultato il 19 ottobre 2018.
  22. ^ Leopolda 9, dall'attacco a Foa al tabu congresso: nel talk show del renzismo vietato parlare del futuro del Pd, su Il Fatto Quotidiano, 21 ottobre 2018. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  23. ^ Leopolda, Renzi contro tutti: dai dirigenti Pd "beneficiati e rancorosi" al governo di "cialtroni". Poi rilancia: "Non starò zitto", su Il Fatto Quotidiano, 20 ottobre 2018. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  24. ^ Matteo Renzi lancia il nuovo partito alla Leopolda 2019: come partecipare, su Il Reporter, 17 settembre 2019. URL consultato il 30 settembre 2019.
  25. ^ Leopolda 10, Renzi: "Non tartassare partite Iva. Noi come Macron, vogliamo i voti del Pd. Centrodestra finito, delusi FI vengano da noi", su Il Fatto Quotidiano, 20 ottobre 2019. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  26. ^ Renzi e Giani, quelli della Leopolda, su toscanamedianews.it, 11 settembre 2020.
  27. ^ Leopolda, undicesimo atto. "Spazio alla cultura", in La Nazione, 12 novembre 2021. URL consultato il 14 novembre 2021.
  28. ^ Leopolda, attacco di Nordio a di Matteo: "Al Csm potrebbe essere chiamato a valutare i giudici che hanno sgretolato l'inchiesta Trattativa", su Il Fatto Quotidiano, 21 novembre 2021. URL consultato il 26 novembre 2022.
  29. ^ Leopolda, dal palco renziano attacco alla confisca dei beni ed ergastolo ai mafiosi: "La giustizia è una macchina del dolore", su Il Fatto Quotidiano, 20 novembre 2021. URL consultato il 24 dicembre 2022.
  30. ^ Alla Leopolda Renzi candida Faraone sindaco di Palermo. La mossa per lanciare l'asse con Forza Italia in Sicilia, su Il Fatto Quotidiano, 21 novembre 2021. URL consultato il 26 novembre 2022.
  31. ^ Mini-convegno svoltosi in una sola giornata a causa delle restrizioni dovute alla pandemia di COVID-19. Cfr. Renzi: mini Leopolda l'11 settembre. "5 Stelle? Con noi nessuna alleanza strutturale", in Firenze Today, 29 agosto 2020. URL consultato il 13 novembre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica