Leopold Raymund Leonhard von Thun und Hohenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leopold Raymund Leonhard von Thun und Hohenstein
vescovo della Chiesa cattolica
Leopold Leonhard von Thun.jpg
Ritratto del vescovo Leopold Raymund Leonhard von Thun und Hohenstein
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiPrincipe vescovo e vescovo di Passavia
 
Nato17 aprile 1748 a Děčín
Ordinato diacono20 maggio 1770
Ordinato presbitero10 settembre 1771
Nominato vescovo24 luglio 1797 da papa Pio VI
Consacrato vescovo27 agosto 1797 dall'arcivescovo Joseph Adam Arco
Deceduto22 ottobre 1826 (78 anni) a Praga
 

Leopold Raymund Leonhard von Thun und Hohenstein (Děčín, 17 aprile 1748Praga, 22 ottobre 1826) è stato un vescovo cattolico tedesco, vescovo di Passavia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Leopold Leonhard era il più giovane di dodici figli del conte Johann Joseph von Thun und Hohenstein e della sua prima moglie, la contessa Maria Cristiana di Hohenzollern-Hechingen.

Destinato alla carriera ecclesiastica dal 1768, venne consacrato sacerdote a Litoměřice il 19 settembre 1771. Nel 1787 venne nominato canonico a Passavia, nel 1795 divenne prevosto e il 29 maggio 1796 venne nominato vicario diocesano.

Dopo la morte di suo cugino, il principe-vescovo Thomas Johann von Thun und Hohenstein, il capitolo della cattedrale lo elesse quale suo successore il 13 dicembre 1796. La conferma papale gli pervenne il 24 luglio 1797 ed il 27 agosto di quello stesso anno venne ordinato vescovo dal principe-vescovo Joseph Adam von Arco nella Cattedrale di Passavia.

Il 22 febbraio 1803 il Vescovato di Passavia perdette il proprio dominio secolare in quanto, con la mediatizzazione del Sacro Romano Impero, seguì la sorte di molti stati ecclesiastici antichi sul suolo tedesco e il suo territorio venne suddiviso tra Elettorato di Salisburgo e Baviera. Egli fu costretto a lasciare definitivamente il proprio titolo nel giugno del 1803 in aperta disputa con il ministro bavarese Montgelas.

La grandiosa tomba del vescovo Thun und Hohenstein a Praga

Egli fu uno dei vescovi tedeschi più restii e battaglieri alla dissoluzione del potere temporale del suo stato e si rifiutò di riconoscere il nuovo stato delle cose. Egli trasferì la propria cancelleria ad Auersperg, avvalendosi del suo vicario Karl Kajetan von Gaisruck (che venne in seguito nominato Arcivescovo di Milano).

Leopold Leonhard von Thun und Hohenstein visse fino alla sua morte nella sua residenza di Cibulka a Praga. Nel 1819 egli presentò le proprie dimissioni alla Santa Sede, che però non le accettò ed egli rimase formalmente in carica sino alla propria morte. Venne sepolto nel cimitero di Koschir vicino Praga.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN65184644 · ISNI (EN0000 0000 5548 5974 · GND (DE133047687 · CERL cnp01100611