Leopold Damrosch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leopold Damrosch

Leopold Damrosch (Poznań, 22 ottobre 1832New York, 15 febbraio 1885) è stato un compositore, direttore d'orchestra e violinista tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque in Prussia, figlio di padre ebreo (Heinrich Damrosch) e di madre luterana.

Leopold Damrosch fu battezzato luterano quando sposò sua moglie, l'ex cantante d'opera Helene von Heimburg.[1]

Incominciò la sua educazione musicale alla età di nove anni, imparando a suonare il violino. Su consiglio dei suoi genitori entrò alla Humboldt Universität di Berlino dove si laureò in medicina. Nel tempo libero continuò a studiare violino con Ries e basso con Dehn.

Amico di Liszt, divenne solista dell'orchestra Granducale di Weimar.[2]

Leopold Damsrosch (autoritratto)

Successivamente ottenne la nomina di direttore a Breslavia, e nel 1871 emigrò negli Stati Uniti dove istituì la Symphony Society a New York; nel 1874 diresse Sansone (Händel), Messiah e nel 1880 La damnation de Faust.

Debuttò al Metropolitan Opera House di New York il 17 novembre 1884 nella serata d'apertura della stagione dirigendo Tannhäuser (opera); diresse il Met fino al 9 febbraio 1885.

Anche i figli Walter Johannis e Frank sono stati apprezzati compositori e direttori d'orchestra.

Tra le sue opere principali vanno annoverate cantate, sinfonie, concerti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ George Whitney Martin, The Damrosch Dynasty: America's First Family of Music, Books.google.ca, p. 24.
  2. ^ Andrea Della Corte e Guido M. Gatti, Dizionario di musica, Torino, Paravia, 1956, p. 170.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66730233 · ISNI (EN0000 0000 8390 3600 · LCCN (ENno88005912 · GND (DE116020768 · BNF (FRcb147989842 (data)