Leonardo Caffo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leonardo Caffo

Leonardo Caffo (Catania, 22 novembre 1988) è un filosofo e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in filosofia alla Università degli Studi di Milano e ha conseguito il dottorato in filosofia presso l’Università degli Studi di Torino dove, sotto la guida di Maurizio Ferraris, ha poi anche lavorato al Laboratorio di Ontologia diretto da Tiziana Andina[1]. È noto soprattutto per le sue teoria sugli Animal Studies, il postumano contemporaneo[2], e l’antispecismo (“debole” nella sua versione), per cui è stato anche criticato da alcuni media[3][4]. Ne La vita di ogni giorno (edito da Einaudi nel 2016) si è invece occupato di filosofia in senso più ampio e divulgativo proponendo una "alternativa filosofia"[5]. Dal 2017 insegna Ontologia presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Torino[6] e come professore invitato insegna anche alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, alla Scuola Holden e al Made Program della Accademia di Belle Arti Rosario Gagliardi a Siracusa.

È collaboratore de La Lettura, scrive saltuariamente anche sulle pagine culturali de La Sicilia, L'Espresso e il manifesto, e mantiene un blog su The Huffington Post[7]. Dirige la rivista Animot: l’altra filosofia ed è opinionista di varie trasmissioni televisive, come Tagadà[8].

Ha pubblicato le sue ricerche su riviste filosofiche quali The Monist, Journal of Animal Ethics, Domus, Rivista di Estetica[1]. È stato definito da Maurizio Ferraris «il più promettente, versatile e originale tra i giovani filosofi italiani»[9]. A Milano ha co-fondato il caffè letterario Walden di cui è direttore artistico[10].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Nazionale Frascati Filosofia: 2015 (miglior esordiente)[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Leonardo Caffo, su Laboratorio di Ontologia, Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi di Torino. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  2. ^ Elena Tabano parla del postumano contemporaneo di Caffo sul Corriere della Sera (JPG), su waitingposthuman.files.wordpress.com.
  3. ^ Maurizio Crippa, I vegani non sono hooligans, sono i temibili filosofi anti-umani del futuro, in Il Foglio, 12 aprile 2016. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  4. ^ La fantafilosofia di Leonardo Caffo vuole togliere all'uomo ciò che lo rende tale | il Foglio, su ilfoglio.it.
  5. ^ Daniela Monti, L’ecologia vale più della metafisica. Ecco il nuovo orizzonte filosofico, in Corriere della Sera, 30 agosto 2016. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  6. ^ https://didattica.polito.it/pls/portal30/sviluppo.scheda_pers_swas.show?m=44213
  7. ^ Leonardo Caffo, The Huffington Post. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  8. ^ Tagadà: Puntata del 25 ottobre 2016, 25 ottobre 2016. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  9. ^ Rai Cultura Filosofia, http://www.filosofia.rai.it/articoli/caffo-il-maiale-non-fa-la-rivoluzione/22120/default.aspx. URL consultato il 2 marzo 2017.
  10. ^ Nasce a Milano il bistrot letterario Walden | Artribune, su artribune.com.
  11. ^ Premio Nazionale Frascati Filosofia - Albo d'oro, Premio Nazionale Frascati. URL consultato il 7 febbraio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN256038265 · ISNI (EN0000 0003 7835 7619 · SBN IT\ICCU\USMV\945835 · LCCN (ENno2013059923 · BNF (FRcb16614187c (data)