Leonardo Busca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leonardo Busca
Leonardo Busca.jpg
Il diciassettenne Leonardo Busca con la maglia della Virtus Padova
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 77 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Squadra Basket Roncaglia
Carriera
Giovanili
Pro Pace
?-1993Virtus Padova
Squadre di club
1993-1994Vicenza30 (164)
1994-1997A.P.L. Pozzuoli
1997-2000Roseto
2000-2002Pallalcesto Udine76 (330)
2002-2004Messina64 (243)
2004-2005B.C. Ferrara30
2005-2006Roseto33 (210)
2006Dinamo Sassari10
2006-2007Orlandina25 (82)
2007-2008Reggiana30
2008-2010Scafati Basket41
2010-2011Trieste25 (128)
2011-2012Seb. B.C. Rieti32 (207)
2012-2016Virtus Padova103 (760)
2016-2019600px Giallo e Blu3-Flag.svg Limena71 (588)
2019-Basket Roncaglia5 (33)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2019

Leonardo Busca (Padova, 2 febbraio 1972) è un cestista e dirigente sportivo italiano, direttore sportivo del CUS Padova Basket[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cestista[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel vivaio della Virtus Padova, squadra della sua città natale, Leo ha debuttato ventunenne in serie Serie A2 con lo stesso club che nel frattempo aveva spostato la propria sede a Vicenza. Dopo questa parentesi si trasferisce a Pozzuoli dove rimane per tre anni, conquistando la promozione in A2 al termine del secondo. Dalla stagione 1997-98 veste la maglia di Roseto, dove al primo tentativo bissa il salto di categoria dalla B1 alla A2, mentre due anni più tardi contribuisce a portare la formazione abruzzese in A1.

Il debutto nella massima serie avviene nel 2000-01 quando è il playmaker titolare della Snaidero Udine, incarico ricoperto anche nel corso dell'annata seguente sia in campionato che in Coppa Saporta. Scende poi di categoria firmando un biennale con la Pallacanestro Messina, formazione che perde le finali play-off ma che ottiene ugualmente la promozione, maturata con un ripescaggio dovuto all'esclusione della Virtus Bologna dal campionato. Tuttavia la parentesi siciliana in Serie A dura poco, con i giallorossi che si classificano ultimi per poi scomparire a causa del fallimento societario.

Da qui inizia un saliscendi che lo porta prima in Legadue a Ferrara (2004-05), poi il ritorno nella massima serie con l'ingaggio da parte di Roseto (2005-06, prima di iniziare la stagione successiva in Legadue con la Dinamo Sassari e terminarla in Serie A con l'Upea Capo d'Orlando.

Nel campionato 2007-08 scende nuovamente in Legadue passando in forza alla Pallacanestro Reggiana. Un anno dopo cambia casacca, vestendo così il gialloblu dello Scafati Basket.

Nel settembre 2010 firma con la Pallacanestro Trieste, squadra di terza serie mentre per la stagione 2011-12 passa alla Sebasiani Rieti in Divisione Nazionale B.

Il 18 agosto 2012 firma per la Virtus Padova. Il 6 luglio 2016 lascia la società padovana[2], che nell'ottobre dello stesso anno lo premia con il ritiro della maglia numero 7.

Nella stagione 2016-17, firma per la Pallacanestro Limena, società della provincia di Padova che milita in Serie D.[3] Al termine della stagione la Pallacanestro Limena è promossa in C Silver.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2015 ricopre anche il ruolo di direttore sportivo del CUS Padova Basket[1] dove è anche il responsabile del Centro Minibasket.

Fuori dal basket giocato[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato ISEF è anche docente a contratto del Corso di Laurea in Scienze Motorie all'Università di Padova.[4] Inoltre è esperto di educazione Motoria presso la Scuola elementare Giovanni XXIII di Padova, e dal 2016 istruttore di minibasket sempre presso il Cus Padova.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cnu Basket, ecco la selezione del Cus Padova, cuspadova.it. URL consultato il 7 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2016).
  2. ^ Leo Busca, una decisione sofferta, virtuspadova.it. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2016).
  3. ^ Copia archiviata, virtuspadova.it. URL consultato il 10 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2016).
  4. ^ IL BASKET DI OGGI: TRA PASSATO E FUTURO CON RIVA E MARCELLETTI Archiviato il 18 dicembre 2014 in Internet Archive. cuspadova.it
  5. ^ Tredici ai Tredici: Leonardo Busca Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. virtuspadova.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]