Leon Radošević

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leon Radošević
Leon Radošević 2010.jpg
Radošević nel 2010, con la maglia del Cibona Zagabria
Nazionalità Croazia Croazia
Germania Germania
Altezza 207 cm
Peso 112 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Centro
Squadra Brose Bamberg
Carriera
Giovanili
Cibona Zagabria
Squadre di club
2009-2011Cibona Zagabria 74 (703)
2011-2013Olimpia Milano42 (189)
2012-2013Lietuvos rytas16 (161)
2013-2015Alba Berlino 53 (564)
2015Beşiktaş5 (33)
2015-Brose Bamberg 45 (304)
Nazionale
2006Croazia Croazia U-16
2008Croazia Croazia U-18
2009Croazia Croazia U-19
2010Croazia Croazia U-20
Palmarès
Transparent.png Mondiali Under-19
Bronzo Nuova Zelanda 2009
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 maggio 2017

Leon Radošević (Sisak, 26 febbraio 1990) è un cestista croato con cittadinanza tedesca.

Cresciuto nelle giovanili del Cibona Zagabria, ha esordito in prima squadra nel 2009. Con la squadra croata ha disputato anche l'Eurolega 2010-2011.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2011 ha stipulato un contratto biennale con opzione per le successive due stagioni con l'EA7 – Emporio Armani Milano[1].

Il 29 giugno 2012 viene ceduto in prestito al Lietuvos Rytas per tutta la stagione 2012-13.[2]

Il 16 gennaio 2013 rientra dal prestito con il Lietuvos.

Il 30 luglio dello stesso anno l'ALBA Berlino ne comunica l'ingaggio con un contratto di durata biennale, in seguito alla risoluzione del giocatore con l'Olimpia Milano.

Il 22 agosto 2017, Radošević ottiene la cittadinanza tedesca[3].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Cibona Zagabria: 2009-10
Brose Bamberg: 2015-16, 2016-17
Cibona Zagabria: 2009
ALBA Berlino: 2014
Brose Bamberg: 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato stampa della Pallacanestro Olimpia Armani EA7 del 17 luglio 2011.
  2. ^ Olimpia Milano, Radosevic a Vilnius: ci rivediamo nel 2013/14, su olimpiamilano.com.
  3. ^ Leon Radosevic ottiene ufficialmente il passaporto tedesco, Sportando, 22 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]