Lennox Berkeley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lennox Berkeley (Oxford, 12 maggio 1903Londra, 26 dicembre 1989) è stato un compositore inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato ad Oxford, studiò alla Gresham's School e al Merton College. Nel 1927 si trasferì a Parigi dove venne in contatto con Arthur Honegger, Igor Stravinsky e Darius Milhaud e dove studiò composizione con Nadia Boulanger; l'influenza della musica francese sarebbe stata in seguito molto profonda nelle sue opere. Durante gli anni della Seconda guerra mondiale lavorò alla BBC e divenne più tardi presidente della Performin Rights Society. Nel 1946 divenne professore di composizione alla Royal Academy of Music di Londra e operò in seno all'istituzione fino al 1968: tra i suoi allievi vi furono John Tavener, David Bedford e Richard Rodney Bennett. Collaborò proficuamente per molti lavori con il collega Benjamin Britten. Nel 1974 fu nominato baronetto per i suoi meriti artistici.

Lo stile[modifica | modifica sorgente]

Nelle opere più tarde Berkeley adottò la dodecafonia, tecnica che conferì alle sue composizioni un'atmosfera alquanto cupa.

Opere significative[modifica | modifica sorgente]

  • Serenata per archi (1939)
  • Divertimento per orchestra (1943)
  • Quattro poesie di Santa Teresa d'Avila per contralto e orchestra (1947)
  • Trio per corno, violino e pianoforte (1953)
  • Missa brevis per coro e organo (1960)
  • Partita per orchestra da camera (1965)
  • Windsor Variations per orchestra da camera (1969)
  • Hymn for Shakespeare's Birthday per coro misto e organo (1972)
  • Quintetto per pianoforte e fiati (1975)
  • Mazurka per pianoforte (1982)

Controllo di autorità VIAF: 93820455 LCCN: n79113761