Lemma di Gauss (teoria dei numeri)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In teoria dei numeri, il lemma di Gauss, che ha preso il nome da Carl Friedrich Gauss, è un teorema utilizzato in alcune dimostrazioni della reciprocità quadratica.

Per ogni primo dispari , sia un intero coprimo con . Si considerino gli interi:

e i loro residui modulo ridotti nell'intervallo . Sia il numero di questi residui che sono negativi. Allora:

dove è il simbolo di Legendre. Da un punto di vista piuttosto sofisticato, ciò rappresenta un caso di trasferimento.

Dimostrazione[modifica | modifica wikitesto]

Per il criterio di Eulero si sa che

moltiplicando entrambi i membri per il fattoriale di

consideriamo adesso i residui di ridotti nell'intervallo . Allora:

  • non ci sono due residui uguali; infatti se
allora , ed essendo , ciò e possibile solo se
  • non ci sono due residui opposti; infatti se
allora ma essendo ciò è impossibile.

Di conseguenza i valori assoluti dei residui sono tutti diversi e il loro prodotto vale

dove è il numero dei residui negativi, quindi

e semplificando per il fattoriale di si ottiene la tesi:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Harold Davenport, Aritmetica superiore, Bologna, Zanichelli, 1994, ISBN 88-08-09154-6.
  • Tom M. Apostol, Introduction to Analytic Number Theory, New York, Springer-Verlag, 1976, ISBN 0-387-90163-9.
  • Trygve Nagell, Introduction to number theory, 2ª ed., New York, Chelsea, 2001, ISBN 0-8218-2833-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica