Lello Ciampolillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lello Ciampolillo
Lello Ciampolillo datisenato 2018.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 15 marzo 2013
Legislature XVII, XVIII
Gruppo
parlamentare
* Movimento 5 Stelle(dal 2013 al 2020)
Circoscrizione Puglia
Incarichi parlamentari
  • Membro della VIII Commissione permanente (Lavori pubblici, comunicazioni) dal 7 maggio 2013
  • Membro della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi dal 5 giugno 2013
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico
Professione Impiegato

Alfonso Ciampolillo, detto Lello (Bari, 2 febbraio 1972), è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni amministrative del 2009 è stato il candidato del Movimento 5 Stelle per la carica di Sindaco di Bari. In quell'occasione ha ottenuto 749 voti, pari a solo lo 0,4% dei consensi.

Elezione a senatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 viene eletto senatore della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione Puglia per il Movimento 5 Stelle. Dal 7 maggio 2013 diviene membro della VIII Commissione permanente (Lavori pubblici, comunicazioni) mentre dal 5 giugno 2013 di quella per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Viene rieletto al Senato nel 2018.

Il 31 gennaio 2020 viene espulso dal partito al termine dell'istruttoria sui mancati rimborsi.[1][2]

Posizioni politiche[modifica | modifica wikitesto]

Riguardo alla epidemia del batterio Xylella fastidiosa, che ha colpito l'olivicoltura italiana causando la diffusione del Complesso del disseccamento rapido dell'olivo (CoDiRO), Ciampolillo è schierato con il fronte di chi, con posizioni di negazionismo del problema, si oppone a misure di contrasto mediante abbattimento degli olivi.[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Espulsi sei parlamentari M5S morosi, su ansa.it, 31 gennaio 2020. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  2. ^ M5S via senatori Di Marzio e Ciampolillo, vanno al Gruppo Misto, su ilsussidiario.net, 31 gennaio 2020.
  3. ^ Ulivo infetto affidato a senatore. Xylella, impedito il taglio della pianta, in Corriere del mezzogiorno, 13 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]