Lello Bavenni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lello Bavenni (Numana, 13 febbraio 1937) è un pittore italiano.

Da piccolissimo si trasferì a Vico Equense, città dei suoi genitori, ove attualmente vive ed opera. Prestissimo manifesta doti di disegnatore e già durante gli studi partecipa a mostre nazionali quali: Mostra d'arte giovanile, 1958- Palazzo delle esposizioni di Roma. La sua carriera è fitta di successi e partecipazioni con lusinghiere affermazioni:1980 "Premio Senigallia Il Coronista dell'anno-Primo premio, opera assegnata alla redazione TG2 della RAI, Trofeo Magna Graecia, Taranto, 1974, 1º Premio ricerca 73, Napoli... È stato da sempre stimato soprattutto negli ambienti dell'arte e da importanti critici: Carlo Barbieri, Arturo Bovi, Paolo Ricci, Filiberto Menna, Elio Mercuri, Marcello Venturoli, Ferdinando Bologna, per citarne alcuni e scrittori: Michele Prisco, Domenico Rea, Mario Pomilio, Mario Maiorino, Angelo Lippo, ecc.; giornalisti:Gino Grassi, Mario Forgione, Salvatore Di Bartolomeo, Guido Della Martora. Tutti si sono espressi con lusinghieri giudizi sulla sua arte[senza fonte].

Figura in importanti cataloghi e libri d'arte: Catalogo Bolaffi d'arte contemporanea, Archivio Monografico dell'Arte Italiana, Flash Art, Arte Mondadori, Dizionario Artisti del XX secolo, ed, Bolaffi, Catalogo dell'Arte Moderna,n.44, ed. Giorgio Mondadori, Gigarte, International Archive de Contemporary Arts. vol.1.

Sue opere sono in prestigiose collezioni pubbliche e private in Italia ed all'estero: Museo Comunale d'Arte moderna e dell'informazione di Senigallia (An); Collezione Provincia di Napoli; RAI, Redazione Cronaca Rai 2; Collezione Camera di Commercio Napoli; Ente Turismo Napoli; Azienda Cura e Turismo di Vico Equense,raccolta Rossano,per cui ha,tra l'altro, realizzato splendidi ritratti, eccetera.

Controllo di autorità VIAF: (EN60003760