Leccio del Corno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leccio del Corno
Regione centro-nord Italia
Caratteri botanici e agronomici
Attitudine olio
Portamento semipendulo
Foglia ellittica ed espansa, verde scuro
Autofertilità no
Caratteristiche dei frutti
Peso medio 2-3 grammi
Forma ovoidale
Simmetria simmetrico
Colore a maturazione verde, spesso con sfumature violacee
Epicarpo verde brillante con numerose lenticelle
Endocarpo medio piccolo,ellissoidale, simmetrico e un po' corrugato
Resistenza
Alla mosca medio alta
All'occhio di pavone alta
Al freddo alta
Alla siccità medio alta

Il Leccio del Corno è un cultivar di olivo proveniente dalla Toscana, diffusa per lo più nel centro-nord Italia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

È stato individuato nel 1929 in località San Casciano in Val di Pesa (FI) dal prof. Morettini presso la fattoria del Corno, da cui il nome. Pianta mediamente vigorosa, con portamento ampio e chioma fitta. Le branche sono assurgenti con rami penduli dagli internodi vicini. Buoni impollinatori sono Piangente, Moraiolo, Maurino, Pendolino, Leccino e Frantoio.

Fiori e Frutti[modifica | modifica wikitesto]

Infiorescenza mediamente lunga e rada, con numero medio di fiori. Fioritura contemporanea a Moraiolo e Frantoio. Aborto dell'ovario: 20%. L'invaiatura assai tardiva e scalare; media resistenza al distacco. Sovente le drupe crescono a grappolini.

Produzione e olio[modifica | modifica wikitesto]

Di produttività media e un poco alternante e con media resa in olio (19%). Questo è verde, mediamente fruttato, lievemente piccante e dal retrogusto amaro; ha buon contenuto in polifenoli.