Le strade del male

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Le strade del male
Le strade del male.png
Tom Holland in una scena del film
Titolo originaleThe Devil All the Time
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2020
Durata138 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico, thriller
RegiaAntonio Campos
Soggettodal romanzo di Donald Ray Pollock
SceneggiaturaAntonio Campos, Paulo Campos
ProduttoreRandall Poster, Jake Gyllenhaal, Riva Marker, Max Born
Produttore esecutivoJared Goldman, Marc A. Hammer, Annie Marter
Casa di produzioneBronx Moving Co., Nine Stories Productions
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaLol Crawley
MontaggioSofía Subercaseaux
Effetti specialiDjuna Wahlrab
MusicheDanny Bensi, Saunder Jurriaans
ScenografiaCraig Lathrop
CostumiEmma Potter
TruccoAnn-Maree Hurley
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Le strade del male (The Devil All the Time) è un film del 2020 diretto da Antonio Campos.

La pellicola è l'adattamento cinematografico del romanzo omonimo del 2011 scritto da Donald Ray Pollock[1] ed è interpretata da un cast corale che comprende Tom Holland, Bill Skarsgård, Riley Keough, Jason Clarke, Sebastian Stan, Haley Bennett, Harry Melling, Eliza Scanlen, Mia Wasikowska e Robert Pattinson.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1945: combattendo nel teatro del Pacifico sud-occidentale della seconda guerra mondiale, il marine Willard rimane segnato dalla visione di un commilitone crocifisso dai giapponesi, a cui deve dare il colpo di grazia. Tornato in patria, si innamora in un bar dell'Ohio della cameriera Charlotte a seguito di un fortuito scambio di posti che fa anche incontrare i futuri serial killer Carl e Sandy Henderson. A casa, a Coal River, Willard scopre che la madre aveva promesso a Dio di farlo sposare con la devota Helen se ciò l'avesse fatto tornare sano e salvo, ma lui decide comunque di sposarsi con Charlotte e si trasferisce a Knockemstiff, dove ha un figlio, Arvin.

Nel 1950, a Coal River, Helen si è sposata con un altro uomo pio, il predicatore Roy, con cui ha una figlia pressappoco dell'età di Arvin, Lenora. Convinto di poter resuscitare i morti, un giorno Roy porta la moglie con sé a pregare nel bosco e la uccide lontano da occhi indiscreti, ma, una volta fallito il rito, ne seppellisce il corpo e si dà alla fuga. Per strada, accetta un passaggio da parte degli Henderson, che lo portano in un bosco per costringerlo ad avere rapporti sessuali con Sandy mentre Carl scatta delle foto: Roy si rifiuta, venendo ucciso, fatto a pezzi e sepolto.

Nel 1957, a Knockemstiff, Willard costruisce una croce nel bosco dietro casa sua dove pregare col figlio, a cui insegna a rispondere alla violenza con la stessa moneta. Quando Charlotte si ammala di cancro Willard si rivolge ossessivamente a Dio affinché la salvi, costringendo Arvin a fare lo stesso. Disperato, arriva a uccidere il cane di famiglia per offrirlo in sacrificio e, in tutto risposta ai pianti del figlio, lo costringe a pregare tutta la notte sotto la croce dove ha crocifisso l'animale. Il giorno del funerale della moglie, Willard si suicida sotto la croce: il suo corpo viene trovato da Arvin e dal vicesceriffo Bodecker. La madre di Willard a Coal River lo adotta, come già aveva fatto con Lenora, e i due crescono come fratello e sorella.

Nel 1965, Arvin riceve per il suo compleanno la pistola Luger P08 che il padre aveva riportato dalla guerra. Nel frattempo, un corrotto Bodecker, temendo che le voci su sua sorella Sandy e su Carl mettano in pericolo la sua rielezione a sceriffo, le fa visita, scoprendo una delle tante fotografie delle vittime dei due. La famiglia di Arvin si reca alla festa di benvenuto per il nuovo reverendo di Coal River, il giovane ed ambizioso Preston, che subito umilia la nonna di Arvin per i semplici fegatini di pollo da lei portati per il rinfresco. La devota e ingenua Lenora tuttavia non riesce a resistere al fascino del reverendo, che la circuisce e la mette incinta. Confrontato dalla ragazza a tal proposito, Preston nega tutto e le consiglia di abortire per evitare lo scandalo di essere una ragazza madre. Devastata, Lenora approfitta di una mattina in cui tutta la famiglia è a messa per impiccarsi nel granaio: all'ultimo istante però cambia idea, rendendosi conto della futilità del gesto, ma incespica e muore comunque. Un funzionario governativo, incaricato di condurre l'indagine sulla morte di Lenora, informa Arvin della gravidanza della sorellastra; il ragazzo, così, capisce tutto e, dopo aver affrontato Preston in chiesa, lo uccide a colpi di Luger e lascia degli indizi sui crimini commessi da Preston. In fuga dalla legge, il ragazzo si fa dare un passaggio dagli Henderson, ma, una volta intuitene le intenzioni, spara e uccide entrambi, scappando nel bosco in direzione di Knockemstiff. Bodecker viene informato dell'omicidio della sorella e, dopo aver bruciato tutte le foto compromettenti della coppia, si libera anche delle ultime persone che lo legavano al mondo della criminalità. In cerca di vendetta, rintraccia poi Arvin alla sua vecchia casa, andata bruciata anni prima, ma finisce per essere ucciso dal ragazzo. Prima di andarsene, Arvin seppellisce la Luger sotto la croce assieme alle ossa del cane.

Nuovamente per strada, si fa dare un passaggio da un hippie e si addormenta mentre alla radio Lyndon B. Johnson promette di intensificare lo sforzo bellico in Vietnam, sognando di venire scagionato dalla legge e farsi una famiglia o arruolarsi nell'esercito, in entrambi i casi ripercorrendo inevitabilmente le orme del padre.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 19 febbraio 2019 in Alabama[3] e sono terminate il 15 aprile seguente.[4] Poco prima dell'inizio delle riprese, Sebastian Stan ha sostituito Chris Evans nel ruolo di Bodecker a causa della sovrapposizione di altri impegni lavorativi.[5]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 13 agosto 2020.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito sulla piattaforma Netflix a partire dal 16 settembre 2020.[1][2]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

È stato il tredicesimo film più visto del 2020 sulla piattaforma Netflix.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Beatrice Pagan, ROBERT PATTINSON E LE ALTRE STAR DEL FILM LE STRADE DEL MALE NEL POSTER, su Movieplayer.it, 11 agosto 2020. URL consultato il 13 agosto 2020.
  2. ^ a b c Filmato audio Netflix Italia, Le strade del male con Tom Holland e Robert Pattinson - Trailer ufficiale - Netflix Italia, su YouTube, 13 agosto 2020. URL consultato il 13 agosto 2020.
  3. ^ (EN) Rebecca Welch, Make a Deal With ‘The Devil All the Time’, su backstage.com, 19 dicembre 2018. URL consultato il 17 settembre 2020.
  4. ^ (EN) Mary Scott Hodgin, Filming for the multi-million $$ @netflix film, "The Devil All the Time" happening in Bham today (Highland Park), su Twitter, 10 marzo 2019. URL consultato il 13 agosto 2020.
  5. ^ (EN) Mike Fleming Jr., Sebastian Stan Replacing Chris Evans In Netflix Film ‘The Devil All The Time’, su Deadline Hollywood, 14 febbraio 2019.
  6. ^ Simona Carradori, Netflix: il film più visto in tutto il mondo nel 2020 è anche quello che avete odiato di più, su Best Movie, 29 dicembre 2020. URL consultato il 29 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema