Le orme (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il gruppo musicale, vedi Le Orme.
Le orme
Le ormе.png
Una scena del film
Titolo originale Le orme / Footprints on the Moon
Lingua originale italiano inglese
Paese di produzione Italia
Anno 1975
Durata 110'
Genere thriller
Regia Luigi Bazzoni
Soggetto Mario Fanelli
Sceneggiatura Luigi Bazzoni
Produttore Marina Cicogna,
Luciano Perugia
Casa di produzione Cinemarte srl
Distribuzione (Italia) Cineriz
Fotografia Vittorio Storaro
Montaggio Roberto Perpignani
Effetti speciali Carlo Ventimiglia
Musiche Nicola Piovani
Scenografia Pier Luigi Pizzi
Trucco Giancarlo Del Brocco
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Le orme (Footprints on the Moon) è un film del 1974, scritto da Mario Fenelli e Luigi Bazzoni e diretto da Luigi Bazzoni. In Italia è entrato in distribuzione il 1º febbraio 1975.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alice, interprete di lingua francese, è tormentata da un incubo ricorrente in cui un astronauta viene abbandonato sulla Luna da uno scienziato senza scrupoli, di nome Blackmann, che lo lascia morire senza intervenire. Si rende conto che il suo incubo non è altro che una scena di un film di fantascienza, che aveva visto anni prima, dal titolo "Orme sulla Luna". L'amica Mary le chiede spiegazioni sul fatto che si sia assentata dal lavoro per due giorni (martedì e mercoledì). Alice rimane scioccata da quello che dice Mary, perché pensava che il giorno stesso fosse proprio martedì, invece scopre che è giovedì. Mary è convinta che Alice abbia dormito, considerando che assume sonniferi. Recatasi al lavoro Alice scopre, con sorpresa, che sul calendario ricorre la giornata di giovedì; degli ultimi giorni non ha ricordo.

A casa Alice scopre una cartolina mai vista prima, spezzata in quattro parti, di una località balneare turca in cui non ricorda di essere mai stata prima; inoltre si accorge di aver perso uno dei suoi due orecchini e nel suo armadio trova anche un vestito giallo, sporco di sangue, mai visto prima. Tutti questi avvenimenti le fanno capire che c'è un buco nella sua memoria, e decide di andare all'aeroporto a comprare un biglietto per Garma.

Appena arrivata a Garma, conosce Henry che si offre a portarla all'hotel illustrato sulla cartolina. Tutti pensano di conoscerla e le dicono di averla già vista martedì, sulla spiaggia, ma nessuno è sicuro che fosse proprio lei. In un negozio del paese vede anche un vestito giallo, come quello che aveva trovato nel suo armadio. Alice dialoga soprattutto con Paola, una bambina con una doppia personalità, che dice di chiamarsi anche Mary e anche un misterioso Matthew la chiama con quel nome. Paola dice ad Alice che la conosce col nome di Nicole, di averla conosciuta martedì e che aveva i capelli rossi. Fox, il cane di Paola, conduce Alice in un boschetto presso la spiaggia dove le fa trovare una parrucca rossa. Capisce di essere stata a Garma martedì e di essere lei la Nicole che tutti conoscono.

Alice perde i sensi dopo una caduta e si sveglia in una casa su un'isola vicina a Garma, la stessa che, secondo Paola, cercava anche martedì. Alice è già stata in quella casa, ma non ricorda quando; ricorda comunque le vetrate che la decorano, sulle quali spicca l'immagine di un pavone. Trova il suo orecchino mancante e ritrova Henry, che si rivela essere un suo amico di gioventù. Alice soffrì molto quando Henry, finito il periodo di villeggiatura, partì lasciandola sola; visse quell'esperienza come un vero e proprio abbandono, come l'astronauta protagonista del suo incubo. Tuttavia una telefonata sospetta, fatta da Henry mentre crede che stia dormendo, insospettisce Alice. Infatti è convinta che ci sia una congiura ai suoi danni, e che Blackmann stia arrivando a Garma per rapirla. Così, dopo un abbraccio, uccide Henry con un paio di forbici; ma appena uscita sulla spiaggia è rincorsa e catturata da due astronauti.

I due astronauti si rivelano in realtà due infermieri, chiamati da Henry: Alice vive internata in un ospedale neuropsichiatrico in Svizzera.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella versione in lingua inglese Alice Campos è chiamata Alice Cespi, Alfredo Laurenti è chiamato Alfred Lowenthal, Iris Ines è chiamata Mrs Heim e Paola Bersel è chiamata Paula Burton.
  • Verso la fine del film Alice afferma: "Quegli agenti non esistono". Ma leggendo il labiale si può notare che nella versione in inglese Alice afferma: "I'm Alice Cespi".
  • Sul corpo senza vita di Henry si vede un medaglione con scritto "Harry".
  • Kustnazt è un riferimento a Küsnacht, paese svizzero dove è morto lo psichiatra Carl Gustav Jung.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema