Le occasioni di Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le occasioni di Rosa
Paese di produzione Italia
Anno 1981
Durata 86 min.
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Salvatore Piscicelli
Soggetto Carla Apuzzo, Salvatore Piscicelli
Sceneggiatura Carla Apuzzo, Salvatore Piscicelli
Fotografia Renato Tafuri
Montaggio Franco Letti
Musiche Helmut Laberer, Gerardo Rusconi
Interpreti e personaggi

Le occasioni di Rosa è un film del 1981 diretto da Salvatore Piscicelli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una operaia napoletana, con l'approvazione del compagno Tonino, decide di prostituirsi. Tonino a sua volta si lega ad un omosessuale ricco. Questi ha come scopo far sposare Rosa e Tonino per poter avere dalla coppia un figlio. Girato nel contesto di una Napoli industriale, mostra la vicenda sotto una luce sgradevole, ricordando Rainer Werner Fassbinder.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le occasioni di Rosa, trovacinema.repubblica.it. URL consultato il 13 dicembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema