Le mitiche avventure di Capitan Mutanda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le mitiche avventure di Capitan Mutanda
Titolo originale The Adventures of Captain Underpants
Autore Dav Pilkey
1ª ed. originale 1997
Genere romanzo
Sottogenere umoristico, fantascienza, per ragazzi
Lingua originale inglese
Personaggi Giorgio Giorgi, Carlo De Carlis, Grugno/Capitan Mutanda
Serie Capitan Mutanda
Seguito da Capitan Mutanda contro i gabinetti parlanti

Le mitiche avventure di Capitan Mutanda (The Adventures of Captain Underpants) è un romanzo del 1997, primo di una serie di libri umoristici per bambini scritti dall'autore americano Dav Pilkey che ha per protagonista il supereroe Capitan Mutanda.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

George Beard e Harold Hutchins (nelle prime edizioni italiane si chiamano Giorgio Giorgi e Carlo de' Carlis) sono due simpatici bambini, che frequentano il quarto anno della scuola elementare Stanlio e Ollio. Nel tempo libero i due producono una serie a fumetti amatoriale, il cui protagonista è un improbabile supereroe che indossa solo mutande e mantello rosso: Capitan Mutanda. Oltre a questo, il loro divertimento preferito è tirare scherzi di ogni genere. Il loro preside, il signor Grugno, detesta la scuola, i bambini e soprattutto George e Harold, e un giorno riesce ad inchiodarli con una videoregistrazione, che mostra i due amici che sabotano con varie burle una partita di football della scuola. Minacciando di passare il video alla squadra di football, che si vendicherebbe terribilmente di George e Harold, Grugno li costringe a sottostare alla sua volontà, comportandosi impeccabilmente e esaudendo i suoi capricci. I due amici però comprano on-line un anello 3D, col quale ipnotizzano il preside e lo fanno diventare Capitan Mutanda. Il novello supereroe però scappa e parte veramente a caccia di criminali, finendo tra le grinfie di uno scienziato pazzo intenzionato a distruggere la luna. George e Harold riescono a tirarlo fuori dai guai e a fermare il cattivo, e alla fine fanno tornare in sé il signor Grugno, versandogli dell'acqua fredda in testa. Non avevano però letto attentamente le istruzioni dell'anello 3D: versandogli dell'acqua in testa, la trance del signor Grugno non viene interrotta definitivamente, sicché ogni volta che il preside sente schioccare delle dita tornerà in trance e quindi crederà di nuovo di essere Capitan Mutanda.

Il libro ha avuto diversi seguiti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]