Le impronte sul soffitto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le impronte sul soffitto
Titolo originale The footprints on the ceiling
Autore Clayton Rawson
1ª ed. originale 1939
Genere romanzo
Sottogenere poliziesco
Lingua originale inglese
Ambientazione New York
Protagonisti Il Grande Merlini
Coprotagonisti Ross Harte
Serie Il Grande Merlini
Preceduto da Morte dal cappello a cilindro
Seguito da Muori, muori

Le impronte sul soffitto è un romanzo giallo di Clayton Rawson, pubblicato nel 1939. È il secondo romanzo che ha per protagonista Il Grande Merlini, mago professionista e investigatore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ross Harte, scrittore e commediografo, viene invitato dal suo amico, il Grande Merlini, su Skelton Island, un'isoletta situata tra New York e Long Island, per aiutarlo a verificare la genuinità di una medium che pretende di essere in grado di contattare lo spirito del vecchio capitano Skelton, dal quale i discendenti, attuali padroni dell'isola, sperano di farsi rivelare l'ubicazione di un relitto affondato carico di tesori. Ma prima ancora di mettere piede sull'isola qualcuno dapprima sostituisce la sua valigia con una piena di antiche monete inglesi che valgono una fortuna, poi apparentemente lo aggredisce per riprendersela. Gli eventi successivi dimostrano che forti interessi criminosi ruotano intorno all'esito della seduta spiritica. Il Grande Merlini dovrà spiegare come una agorafobica sia potuta uscire di casa per andare a morire avvelenata in un vecchio edificio abbandonato, come un incendio possa essersi appiccato da solo, chi e come ha lasciato nella stanza del delitto evidenti impronte sul soffitto ma nessuna sul pavimento, e chi ha affondato tutte le barche disponibili, rendendo l'isola irraggiungibile dalla terraferma fino al mattino successivo. Ma anche una volta risolti tutti questi enigmi, ne resteranno da risolvere altri ugualmente bizzarri, la cui soluzione metterà a dura prova persino il brillante ingegno del famoso illusionista.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Clayton Rawson, Le impronte sul soffitto, traduzione di Mauro Boncompagni, collana Gli Speciali del Giallo Mondadori (n.60), Mondadori, 2010, pp. 494, ISSN 1122-7270.